Vai a https://www.regione.emilia-romagna.it/ucraina
Vai a  https://www.agriturismo.emilia-romagna.it/

Riolo Terme, elezioni comunali del 12 giugno, tre candidati sindaco in campo: Malavolti, De Carli e Gallinucci

Romagna | 13 Maggio 2022 Politica
riolo-terme-elezioni-comunali-del-12-giugno-tre-candidati-sindaco-in-campo-malavolti-de-carli-e-gallinucci
Riccardo Isola - C’è voluto un po’ di tempo ma a distanza di poco più di un mese dalle consultazioni elettorali che dovranno decidere il nuovo o la nuova sindaca della città d’acque della Romagna faentina, anche il centro destra sembra abbia trovato il suo «cavaliere». A singolar tenzone politico-amministrativa, allo stato attuale, si sfideranno per la carica di primo o prima cittadina riolese Federica Malavolti, per il centrosinistra, Mirko De Carli per il Popolo della famiglia e, novità di queste ore, Giovanni Gallinucci per l’area del centrodestra. Il 38enne riolese, al momento in cui scriviamo l’ufficialità non c’è ancora stata, ha trovato la convergenza sia Fratelli d’Italia che Lega e Forza Italia. Una quadratura del cerchio verso un personaggio civico, cattolico e vicino al mondo dello scoutismo locale che almeno li mette in lotta per cercare di strappare consensi e appoggi dal «mondo centrista» locale. Civica sarà comunque la lista con la quale si potrebbe presentare l’autista di una storica e nota azienda di trasporti del territorio. Adesso rimane ancora aperto il nodo di Riolo Viva, altra compagine civica rappresentata attualmente in consiglio comunale da tre persone, che potrebbe, anche in questo caso in forte ritardo rispetto alla scadenza, decidere di tornare in campo. Quello che è certo è che però una campagna elettorale nell’ultimo mese non è sempre facile da organizzare e riempire di contenuti elettorali da presentare come alternativi al centrosinistra uscente. In attesa che le cose evolvano non mancano rumors anche di possibili altre candidature, nate più che altro per dissidi ideologico-personali nei confronti delle scelte nazionali in tema di gestione della pandemia che di attenzione ai temi locali della comunità riolese, ma questi rimangono per ora rumori di fondo. Cinque candidature sarebbe quasi quasi un record per il comune di Riolo Terme... Intanto de Carli ha aperto la sua «casa elettorale» per incontrare i cittadini e cittadine riolesi in corso Matteotti 74. Sede che sarà aperta tutti i gironi, dal lunedì al sabato, dalle 15 alle 18.

Ambientalisti chiedono lumi sul futuro della cava
Come è noto l’estrazione del gesso a Monte Tondo, è iniziata nel 1958. Le attività della cava, si sono svolte nel tempo sia in galleria che a cielo aperto, causando criticità ambientali devastanti in un territorio patrimonio di emergenze naturalistiche, speleologiche e archeologiche di rilevanza internazionale. Oggi la cava di Monte Tondo va considerata di gran lunga la maggiore criticità ambientale di tutte le aree carsiche dell’Emilia-Romagna, nonché, in assoluto, una delle maggiori dell’intera regione. Le dimensioni della cava sono ormai tali da renderla non più compatibile con la Vena del Gesso. Per questo già all’inizio degli anni 2000 si era posto il problema di chiudere la cava e fu stabilito un limite massimo di espansione, raggiunto il quale doveva terminare la potenzialità del giacimento e conseguentemente cessare l’attività estrattiva. Nonostante i molti anni a disposizione, le amministrazioni non si sono preoccupate di sostenere la necessaria riconversione dell’attività produttiva, in grado di salvaguardare gli aspetti occupazionali e sociali conseguenti alla chiusura del polo estrattivo e così cessare la distruzione irreversibile del paesaggio. Ora la Saint-Gobain chiede di espandere l’area di estrazione. Fino ad oggi gli enti locali direttamente interessati non hanno nulla da obiettare, poiché non reputano prioritaria la salvaguardia dell’ambiente. Anzi, si sono dichiarati disponibili a concedere alla proprietà della cava una ulteriore porzione di ambiente da distruggere. Chiediamo se il futuro consiglio comunale di Riolo Terme sosterranno il patto stabilito circa il limite di massima espansione del giacimento, considerando che l’eventuale espansione comporterebbe un’ulteriore alterazione della Vena. Chiediamo se i candidati condivideranno le indicazioni emerse dallo studio commissionato dalla Regione in cui si raccomanda di non ampliare l’area di estrazione del gesso e di considerare il nuovo periodo di attività come l’ultimo possibile e concedibile; nonché di utilizzare il decennio di ulteriore attività mineraria per attuare adatte politiche di uscita dal lavoro degli addetti impiegati, per minimizzare il problema della cessazione delle attività. Per concludere, chiediamo se il futuro di queste vallate sarà la distruzione indiscriminata di quanto vi è di più prezioso, oppure un’attenta conservazione di questi straordinari ambienti che, sono da considerare patrimonio naturale unico dal punto di vista geologico/speleologico, naturalistico, paesaggistico e archeologico.

Domenica 15 arriva il presidente Stefano Bonaccini
Dopo aver presentato nel capoluogo il proprio programma elettorale, Federica Malavolti, candidata Ssindaca del centrosinistra per Riolo Terme avrà ulteriori momenti pubblici nel territorio che sarà chiamato a esprimersi, il 12 giugno, alla successione del primo cittadino Alfonso Nicolardi. Tra i prossimi c’è sicuramente quello atteso per domenica 15 maggio quando arriverà per sostenere la candidature di Mlavolti il presidente della Regione Stefano Bonaccini, che insieme alla candidata, incontreranno i cittadini di Riolo Terme e i rappresentanti delle realtà produttive, agricole ed economiche della città. Un aperitivo informale, alle 17 al Bar Tannino, in corso Matteotti a Riolo Terme. Lunedì 16 maggio, alle 20.30, all’interno della sala Sante Ghinassi, verranno presentati tutti i candidati al consiglio per «Riolo Terme per la Comunità», e nei giorni successivi la presentazione di candidati e del programma verrà replicato a nelle frazioni: Cuffiano, Borgo Rivola e Isola. «Durante i gruppi di lavoro -spiega la candidata del centrosinistra - si sono evidenziate problematiche e azioni importanti per il nostro paese ed i suoi cittadini. Mi ha meravigliata positivamente la grande attenzione, da parte di tutti i partecipanti, verso le problematiche sociali, la riqualificazione del verde cittadino e nelle frazioni, la sensibilizzazione verso la tutela ambientale e la richiesta di avere un’amministrazione presente. I giovani, che hanno partecipato, ci hanno invitato a guardare alle criticità dal loro punto di vista, infatti hanno sottolineato il grande bisogno di aggregazione sociale. Questo, e tutti gli altri punti, devono essere una partenza per un grande lavoro di investimento sociale sulla nostra comunità».
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
«n attesa che le cose evolvano non mancano rumors anche di possibili altre candidature, nate più che altro per dissidi ideologico-personali nei confronti delle scelte nazionali in tema di gestione della pandemia che di attenzione ai temi locali della comunità riolese, ma questi rimangono per ora rumori di fondo». Questo è quanto sapevamo noi quando abbiamo chiuso il giorna, grazie!
Commenta news 18/05/2022 - Riccardo
Manca Riolo LiberaDi Alan GiagniSvegliaaaaaa
Commenta news 18/05/2022 - Michela
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy (Preferenze Cookie)
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-romagna-riolo-terme-elezioni-comunali-del-12-giugno-tre-candidati-sindaco-in-campo-malavolti-de-carli-e-gallinucci-n33920 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione