Ravenna, ultimi giorni per visitare la mostra di Nanni Balestrini

Romagna | 31 Agosto 2019 Cultura
ravenna-ultimi-giorni-per-visitare-la-mostra-di-nanni-balestrini
E’ visitabile fino al 3 settembre nella sala del Mosaico della biblioteca Classense l'opera artistica di Nanni Balestrini, una grande tela accompagnata da una serie di cinque piccole opere realizzate a collage, allestita per il secondo e nuovo capitolo di “Ascoltare Bellezza” 2019. Nanni Balestrini, nato a Milano nel 1935, scrittore, poeta, artista visivo, fin dagli anni Sessanta è stato al centro dei cambiamenti culturali nazionali: tra gli animatori della stagione della neoavanguardia; ha fatto parte dei poeti "Novissimi" e "Gruppo 63" accanto ad Umberto Eco, Angelo Guglielmi, Renato Barilli, Alberto Arbasino, Amelia Rosselli, Furio Colombo, Giorgio Manganelli, Edoardo Sanguineti ed altri ancora. Molti e autorevoli i suoi compagni di strada anche nell’esperienza di “Alfabeta”, giornale che ha animato insieme ad Umberto Eco, Gillo Dorfles, Edoardo Sanguineti e ad Achille Bonito Oliva. Nel contempo, l'artista ha maturato una straordinaria attività nel campo delle arti visive con moltissime occasioni espositive che l’hanno visto coinvolto: a Documenta Kassel, a Palazzo Grassi a Venezia, al Mart di Rovereto, al Macro di Roma, senza dimenticare la presenza del 1993 alla Biennale di Venezia. Del resto come dichiarò Balestrini nel 2017 : “Ho l’abitudine di vedere i livelli verbale e visivo come una cosa sola... Ho iniziato la mia attività artistica scrivendo poesie, ma sono sempre stato interessato alle trasformazioni delle arti di avanguardia...” La mostra ravennate riprende volutamente il titolo del suo libro cult del 1969 “VogliAMO tutto” a tutt’oggi, il libro più riuscito per dare voce letteraria al quel grande movimento socio-culturale cresciuto a fine anni Sessanta. La stessa forza innovativa, comunicativa ed emotiva viene trasmessa nelle opere visive di Nanni Balestrini: cascate di parole, immagini e pensieri, un appuntamento programmato da molto tempo e che l'artista sentiva in maniera particolare per il desiderio di contatto con la città, le sue bellezze e la prestigiosa cornice espositiva. La mostra è visitabile con orari: 9 -14 -18. L’ingresso è libero. Ascoltare Bellezza è un progetto promosso dall'assessorato alla Cultura del Comune/ Istituzione Biblioteca Classense in collaborazione con Fondazione Mudima. In ogni solstizio o equinozio, nella sala del Mosaico della biblioteca Classense (il cui pavimento è una meravigliosa opera musiva del V secolo d.Ch.) viene presentato in parete un apposito intervento artistico. Nel corso del 2019, per la seconda volta, quattro artisti contemporanei, quattro importanti pittori italiani, salutano l'arrivo delle stagioni con una grande opera: Daniele Galliano lo scorso 20 marzo; Nanni Balestrini venerdì 21 giugno; Arnold Mario Dall'O' domenica 22 settembre e Nicola Samorì sabato 21 dicembre. Per informazioni: via Baccarini, 1-3; tel. 0544 482116.
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione