settesere it notizie-romagna-milano-marittima-bancarotta-fraudolenta-sequestrati-beni-per-4-milioni-n31131 001
Vai a https://fuorifestival.emiliaromagnacreativa.it
Vai a https://fuorifestival.emiliaromagnacreativa.it

Milano Marittima, bancarotta fraudolenta: sequestrati beni per 4 milioni

Romagna | 12 Ottobre 2021 Cronaca
milano-marittima-bancarotta-fraudolenta-sequestrati-beni-per-4-milioni
Le Fiamme Gialle di Ravenna hanno dato esecuzione al decreto con il quale il gip, come richiesto dalla Procura ha disposto il sequestro di 8 unità immobiliari distratte dal patrimonio di una società fallita nel 2019 e finite in due società di nuova costituzione riconducibili agli stessi amministratori della prima. L’operazione, dolosamente pianificata dagli amministratori della società e dai consulenti, ha permesso di mettere al riparo dal dissesto aziendale e alle pretese legittime dei creditori 2 negozi, un garage e 3 appartamenti a Milano Marittima e un ulteriore appartamento con magazzino annesso a Ravenna, L’intera indagine è scattata da un’ispezione tributaria dei Finanzieri ravennati su una società operante nel settore commerciale della vendita al dettaglio di abbigliamento e accessori di alta gamma a seguito della quale, oltre alle contestazioni amministrative in materia di imposte dirette ed IVA, le Fiamme Gialle hanno segnalato alla Procura l’operazione straordinaria di scissione societaria attraverso la quale era stato depauperato il patrimonio immobiliare della società oramai inattiva ed in stato di liquidazione volontaria. Preso atto degli ingenti debiti tributari, contributivi e previdenziali il pm aveva avanzato istanza di fallimento al Tribunale che nel 2019 aveva dichiarato formalmente fallita la società indagata. I successivi approfondimenti delle Fiamme Gialle e del curatore fallimentare hanno confermato che l’operazione di scissione societaria aveva finalità esclusivamente distruttive ed era stata pianificata ed attuata quando gravavano già sulla società anche ingenti debiti tributari e contributivi oltre a numerosi solleciti per passività insolute. L’amministratore della società ed i due consulenti che avevano fornito il loro apporto professionale per l’esecuzione del piano fraudolento sono stati denunciati per bancarotta fraudolenta e falso in bilancio per aver gonfiato il bilancio chiuso a gennaio 2015, al solo scopo di offrire una situazione patrimoniale rassicurante per il sistema bancario ed i fornitori e nascondere l’entità delle reali passività patrimoniali. E’ stato, quindi, eseguito un sequestro preventivo cautelare dei cespiti immobiliari frutto della distrazione per un valore di circa 4 milioni di euro.
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy (Preferenze Cookie)
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-romagna-milano-marittima-bancarotta-fraudolenta-sequestrati-beni-per-4-milioni-n31131 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione