La stagione delle orchestre a Ravenna con l'associazione Mariani

Romagna | 05 Novembre 2019 Cultura
la-stagione-delle-orchestre-a-ravenna-con-lassociazione-mariani
Otto orchestre con un’alta rappresentanza sinfonica, solisti di livello internazionale tra veterani e nuove stelle, uniti nell’idea che «la musica costituisca una rivelazione più alta di qualsiasi filosofia». Lo diceva Beethoven e per celebrarne i 250 dalla nascita la stagione di Ravenna Musica, curata come sempre dall’associazione Mariani, punterà molto proprio sul sinfonismo orchestrale, ma non soltanto. La stagione in dieci date (più una fuori abbonamento) sarà in dedica al compositore di Bonn per l’apertura e la chiusura dell’2020, dal 22 gennaio al 6 maggio sempre al teatro Alighieri.
Il 22 il violinista Pavel Berman, affiancato dall’orchestra sinfonica del Teatro Nazionale sloveno di Maribor, sarà l’interprete del concerto per violino e orchestra op. 61, prezioso unicum della produzione beethoveniana, mentre Alexander Lonquich sarà solista e direttore dell’Orchestra da Camera di Mantova dell’integrale dei concerti per pianoforte e orchestra, nel doppio appuntamento che chiuderà la stagione, il 5 e 6 maggio. Il pianista Giuseppe Albanese tornerà il 4 febbraio a presentare la nuova incisione Deutsche Grammophon «Invito alla danza», da Carl Maria von Weber a Ravel. Nel 2020 cadranno anche i 250 anni dalla dipartita di Giuseppe Tartini, che il 19 febbraio sarà celebrato dal grande Mario Brunello, con il suo violoncello piccolo insieme all’Accademia dell’Annunciata. Brahms protagonista invece il 16 marzo, con la Camerata Strumentale Città di Prato e il violino di Grazia Raimondi e Luigi Piovano.
Il 25 marzo tornerà all’Alighieri l’orchestra Corelli affiancata dall’ensemble di ottoni Gomalan Brass Quintet, per una rivisitazione originale dell’Aida di Verdi, mentre le Ultime sette parole di Cristo di Haydn risuoneranno per l’appuntamento della Settimana Santa, il 7 aprile, ad opera della Theresia Orchestra, giovane compagine dedita al repertorio classico con strumenti originali. La stagione proseguirà con l’orchestra Leonore, che il 16 aprile porterà a Ravenna la grande musica russa (Rachmaninov e Cajkovskij) con un’interprete d’eccezione, Lilya Zilberstein. Il grande Domenico Nordio, al violino e direzione dell’ensemble d’archi Vivaldi di Venezia, sarà il protagonista del concerto del 27 aprile, con un programma che esalterà il violino solista e il repertorio per archi, da Schubert a Rota. Novità il 10 marzo, con il concerto fuori abbonamento del Duo Soglia-Bellavista, marimba/vibrafono e pianoforte, dedicato a musiche del ‘900. I collaudati incontri di introduzione all’ascolto, torneranno dopo il successo della prima edizione: rispetto all’anno scorso si svolgeranno però in altra sede, alla sala Muratori della biblioteca Classense, organizzati in collaborazione con l’associazione Orpheus.
Sempre l’associazione Mariani cura anche i Concerti della Domenica, che il 3 novembre al ridotto dell’Alighieri alle 10.30 vedranno esibirsi il pianista 23enne Alberto Ferro, vincitore nel 2017 del concorso internazionale «Telekom – Beethoven» di Bonn.  E proprio a Beethoven sarà dedicato il concerto, con il culmine della Sonata n. 32 op. 111 in do minore, l’ultima nel catalogo della sua produzione pianistica, appartenente alla fase estrema della creatività del compositore, che non venne compresa dai contemporanei, mentre tra gli osservatori novecenteschi più d’uno intravide nell’ultimo Beethoven astrazioni pionieristiche addirittura nei confronti del ragtime.
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione