settesere it notizie-romagna-covid-e-permessi-di-soggiorno-a-ravenna-video-tutorial-e-documenti-via-whatsapp-n26024 001

Covid e permessi di soggiorno, a Ravenna video tutorial e documenti via WhatsApp

Romagna | 10 Ottobre 2020 Mappamondo
covid-e-permessi-di-soggiorno-a-ravenna-video-tutorial-e-documenti-via-whatsapp
Silvia Manzani
Permessi di soggiorni in scadenza, questure chiuse, appuntamenti slittati. Dal lockdown dei mesi scorsi in poi anche i cittadini stranieri che vivono in provincia non hanno avuto vita facile per quanto riguarda il rinnovo dei documenti e quel che ne consegue, tra lavoro e assistenza sanitaria. Dall’Unità organizzativa «Politiche per l’immigrazione» del Comune di Ravenna, però, hanno provato a tamponare al meglio i disagi. A fare il punto è Andrea Caruso, che spiega come dalla metà di marzo i suoi uffici si siano organizzati per dare assistenza alla cittadinanza straniera, rispettando i criteri di sicurezza: «Nei primissimi tempi abbiamo contingentato gli ingressi mentre con l’aggravarsi della situazione abbiamo scelto di attivare uno sportello online, con utenze mobili che ci hanno consentito di ampliare la fascia oraria di apertura. Invece che essere disponibili per tre mezze giornate alla settimana, siamo riusciti a essere reperibili e a rispondere all’utenza tutte le mattine e due pomeriggi». In parallelo, si è cominciato a chiedere ai cittadini stranieri di utilizzare WhatsApp per l’invio delle foto e dei documenti per il disbrigo delle pratiche: «Abbiamo optato questo canale perché è uno strumento più semplice della mail, fruibile bene o male da tutti. Continuiamo, attualmente, a tenerlo aperto, convinti che funzioni. Dall’inizio dell’anno a oggi sono stati 3500 i contatti con i nostri uffici, contro i 3mila totali del 2019. Il riscontro, dunque, è molto positivo». Per agganciare ancora meglio gli utenti, sono anche stati prodotti nuovi materiali multilingue: «Con video pubblicati sul nostro sito, abbiamo cercato di spiegare il periodo, le novità e di dare le informazioni giuste affinché le persone capissero bene che non era necessario spostarsi da casa e fare file e che si poteva gestire la partita del rinnovo dei permessi in una modalità veloce». Un lavoro che, unito a una migliore integrazione tra gli sportelli di Ravenna, Cervia e Russi, ha permesso di erogare meglio il servizio nonostante le limitazioni. A questa gestione quotidiana del lavoro, si è affiancata un’azione portata avanti dall’assessorato all’Immigrazione del Comune di Ravenna per fare in modo che il Governo non prorogasse fino al 31 agosto solo il termine per presentare le domande di rilascio e rinnovo dei permessi ma anche la validità dei permessi scaduti. Come precisa Paolo  Fasano, responsabile dell’Unità organizzativa Politiche per l’immigrazione, infatti, «i cittadini restavano in mano con un permesso scaduto e non valido, con tutto quello che ne consegue sui rapporti giuridici di cui sono titolari tra residenza, lavoro  e le normali attività quotidiane». A questo si aggiungeva il fatto che molti stranieri, preoccupati di non essere in regola con i documenti, andavano comunque in Comune o nei patronati, visto che le questure erano chiuse, per avere risposte: «Così ci siamo mossi con una lettera all’Anci nazionale immigrazione, che ha inserito la questione, considerandola rilevante, nell’interlocuzione con il viceministro dell’Interno Matteo Mauri». Da qui, l’emendamento che ha stabilito come tutti i permessi restassero validi fino a fine agosto. Ora, a lockdown concluso, ci sarà il problema delle tante scadenze nello stesso momento, che causeranno inevitabilmente un nuovo intasamento per gli  uffici della Questura: «L’unica eccezione - precisa Caruso - riguarda i permessi per lavoro stagionale, prorogati fino al 31 dicembre».
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-romagna-covid-e-permessi-di-soggiorno-a-ravenna-video-tutorial-e-documenti-via-whatsapp-n26024 002
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione