settesere it notizie-romagna-basket-a2-donne-sabato-comincia-la-finale-promozione-dell-e-work-faenza-deve-tornare-dove-merita-di-stare-n29532 001
Vai a https://agriturismo.emilia-romagna.it/it
Vai a https://agriturismo.emilia-romagna.it/it

Basket A2 donne, sabato comincia la finale promozione dell'E-Work: "Faenza deve tornare dove merita di stare"

Romagna | 04 Giugno 2021 Sport
basket-a2-donne-sabato-comincia-la-finale-promozione-delle-work-afaenza-deve-tornare-dove-merita-di-starea
Luca Del Favero
Che lo spettacolo abbia inizio. Sabato alle 20 si alza il sipario sulla finale playoff tra E-Work e San Giovanni Valdarno dove in palio ci sarà la promozione in serie A1. Mai come in questa occasione arrivano al momento clou della stagione le due formazioni più attrezzate del girone e di sicuro sarà una serie molto equilibrata, come si è visto anche in campionato, pur se le faentine saranno leggermente favorite visto come hanno liquidato le avversarie nei playoff. San Giovanni Valdarno, pure lei imbattuta nella post season, potrà invece contare su quello che sulla carta è il miglior organico del girone, ma l’assenza di Miccio, tiratrice dalla mano molto calda potrà fare la differenza. L’arrivo dell’olandese Smit ha cambiato il modo di giocare delle toscane, dando maggiore equilibrio nei reparti anche se sia nelle esterne che nelle lunghe, non manca di certo la qualità. De Pasquale, Missanelli e Nativi sono esterne con punti ed esperienza mentre le lunghe Bona e Olajide, garantiscono fisicità. La bravura di Faenza dovrà essere quella di difendere sulle tante bocche da fuoco toscane, evitando che le giocatrici a turno si possano esaltare ed essere pericolose. La panchina lunga sarà un punto di forza per entrambe le contendenti, anche se San Giovanni Valdarno ha mostrato nelle recenti gare di playoff di avere qualche momento di calo durante la partita, situazione che potrebbe rivelarsi determinante per l’E-Work, visto che con la sua aggressività ha spesso chiuso le partite con break decisivi. La parola ora spetta al campo e le giocatrici non vedono l’ora che ci sia la prima palla a due: «Faenza e San Giovanni Valdarno meriterebbero entrambe di salire in A1 - sottolinea l’ala Simona Ballardini -. Di sicuro sarà una bella sfida tra due ottime squadre e mi dispiace che non ci sia Miccio perché avrebbe meritato di giocare simili partite».
Come arrivate a questa finale? Contro Patti siete state devastanti.
«È stata una stagione tanto bella quanto difficile, perché abbiamo vinto la regular season in un girone molto difficile contro squadre forti ed infatti il livello era maggiore di quello degli anni scorsi. Come tutte le squadre abbiamo dovuto fare i conti con il Covid, ma in quei momenti ci siamo ancora più unite. Siamo pronti a giocarci una finale e sono contenta che in gara 2 con Patti abbiamo espresso la pallacanestro che ci ha sempre chiesto Sguaizer. Mi piace molto il suo modo di giocare perché è stimolante per le giocatrici visto che dobbiamo sempre mantenere alta l’intensità».
Tre anni dopo ritornate a giocare una finale: cosa prova?
«Nel 2018 a dire il vero l’A2 l’avevo vinta, ma soltanto lo spareggio con una squadra di A1 non ci ha permesso di salire. Ripensandoci adesso probabilmente quella sconfitta è stata salutare, perché ci ha permesso di crescere e maturare per arrivare nel migliore dei modi a questa finale. Se penso a giocatrici come Franceschelli, Schwienbacher, Morsiani per citare alcune che c’erano tre anni fa, non posso che complimentarmi con loro per la maturità che hanno trovato e per la consapevolezza acquisita dei loro mezzi».
Tra pochi giorni Faenza potrebbe ritornare in A1: è emozionata dall’idea?
«Sarebbe stupendo perché se lo meriterebbero la società, i tifosi e tutta Faenza. Io sono ritornata qualche anno fa per riportare la mia città in A1 e raggiungerei il mio obiettivo».
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy (Preferenze Cookie)
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-romagna-basket-a2-donne-sabato-comincia-la-finale-promozione-dell-e-work-faenza-deve-tornare-dove-merita-di-stare-n29532 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione