Ravenna, Libri, Il 9 "l'ORigano" di Olga Fernandes per finanziare defibrillatori

Ravenna | 06 Settembre 2019 Cronaca
ravenna-libri-il-9-quotloriganoquot-di-olga-fernandes-per-finanziare-defibrillatori
E’ un fiume in piena Olga Fernandes, giornalista napoletana che con la sua forza e determinazione è riuscita a finanziare un progetto che le stava a cuore: dotare le moto della polizia municipale di Napoli di defibrillatori per poter salvare quante più vite possibile. Il tutto grazie ad un piccolo libro di poesie dal titolo l’ORigano che presenterà anche a Ravenna alle 18.30 di lunedì 9 settembre nella sede del Pri di via Don Minzoni. L’iniziativa è infatti stata organizzata dalla federazione giovanile del Partito repubblicano con l’egida della federazione provinciale del Pri Ravennate e della consociazione del Pri Forlivese. Proprio a Forlì il libro verrà presentato martedì 10 nella sezione di Ospedaletto, nell’ambito delle giornate repubblicane. 
Fernandes, un libro d’amore per un gesto d’amore. Come nasce l’ORigano?
«Si tratta di una raccolta privata che avrebbe dovuto rimanere tale, ma così non è stato e sono felice che sia stata utile per una giusta causa quale l’acquisto di defibrillatori. Credo che ognuno di noi, nel suo piccolo, possa fare qualcosa per aiutare gli altri e questo è il mio personale contributo, perchè morire per mancanza di un defibrillatore nel 2019 non è più tollerabile. Nel 60% dei casi l’arresto cardiaco si verifica in strada ed è necessario intervenire con una strumentazione adeguata e facile da usare».
A cosa si deve il nome della raccolta?
«In realtà è stato un gioco di parole, sono poesie scritte per una persona, ma il nome già mi intrigava perchè nella mitologia greca l’origano è legato alla storia del principe di Cipro che cercava il profumo perfetto. Un giorno lo trovò e decise di portarlo al re ma l’ampolla gli cadde e lui morì di dispiacere. Gli dei, mossi a pietà, decisero di trasformarlo in una pianta con lo stesso odore, un  profumo capace di portare passione, ma ci sono tante altre storie, tutte volte alla guarigione di anima e corpo».
In questi anni l’ORigano è anche diventato un premio, a chi viene conferito?
«Il progetto mi è scappato di mano ed ha preso una vita tutta sua diventando anche un premio che viene assegnato a personalità che si sono contraddistinte nella diffusione della scienza, nell’informazione e nell’impegno sociale a favore dei più deboli. Tra coloro che hanno ricevuto il riconoscimento ci sono, tra gli altri, Peppino di Capri, Pierluigi Maria Castaldi e Donatomaria Vitale». Giornalista laureata in scienze naturali, Fernandes è un’esperta divulgatrice scientifica. Attualmente si occupa della trasmissione radiofonica «l’ORigano informa» e collabora come free lance con diverse testate, tra cui Il Mattino e il Corriere della sera. 


L’appuntamento del 9 settembre a Ravenna, con replica il 10 a Forlì, nasce dalla volontà della federazione giovanile del Partito Repubblicano, come racconta il segretario nazionale Marco Spina, che da Napoli ha lanciato la proposta di presentare il libro in altre città. «L’Italia è una da Bolzano a Lampedusa - spiega Spina - e il nostro vuole essere anche un messaggio politico. Abbracciando questo progetto il Comune di Forlì e quello di Ravenna dimostrano di essere vicini alle deficienze dell’Amministrazione di Napoli, dove il sindaco non si era evidentemente reso conto che la Municipale non fosse dotata di defibrillatori. Per questo ci siamo mossi come partito, perchè come tale abbiamo l’obbligo di monitorare i problemi sul territorio. In questo modo anche noi, come Olga, abbiamo fatto la nostra parte. La Repubblica ‘gira’ solo se ognuno si sente partecipe della cosa pubblica contro ogni disegno di nazionalismo territoriale e secondo una visione mazziniana di Italia unita. Grazie quindi ad Eugenio Fusignani e ad Alessandra Ascari Raccagni, perchè senza di loro non sarebbe stato possibile organizzare nulla. In questo modo abbiamo fatto capire cosa voglia dire far parte di un partito con la p maiuscola». «Ci fa molto piacere partecipare ad un’iniziativa che nasce dai giovani repubblicani e dall’associazione Giorgina Saffi - sottolinea la segretaria della consociazione del Pri Forlivese, Ascari Raccagni -, nell’ambito di un progetto che coglie molti aspetti importanti: poesia, solidarietà, ma anche sport. E’ un’iniziativa che attraversa tutta l’Italia e l’avvicina. Ci fa quindi molto piacere agevolare il collegamento Nord-Sud in nome della solidarietà». «A Napoli  - spiega infine il segretario provinciale  e vice segretario nazionale del partito, Eugenio Fusignani - il progetto si è rivelato strategico a causa della conformazione dei vicoli, spesso difficili da raggiungere, o per la congestione del traffico tipico delle città metropolitane. La nostra realtà è diversa, qui le ambulanze arrivano agilmente ovunque, ma è una questione di sensibilità dimostrata dalla federazione giovanile repubblicana a cui ci siamo sentiti di aderire dando il patrocinio della Federazione provinciale grazie al consigliere Andrea Vasi e alla Sezione Guerrini, che ha messo a disposizione i propri locali e che offrirà un rinfesco». (fe.fe.)
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione