Nuova truffa ai danni di un'anziana

Faenza | 04 Febbraio 2017 Cronaca nera
nuova-truffa-ai-danni-di-unanziana
Nei giorni scorsi un malvivente ha raggirato una 94enne di Faenza. L'uomo si è presentato a casa della donna spacciandosi per l'avvocato di una compagnia di assicurazione e, alla vittima, ha raccontato che il figlio si trovava nei guai per colpa di un incidente stradale. Il truffatore, ben vestito e con modi suadenti, ha spiegato alla 94enne che il parente era in ospedale in seguito a un sinistro che aveva causato e che, oltretutto, l'assicurazione dell'auto era scaduta. Per evitare al figlio pesanti conseguenze, era necessario pagare immediatamente la controparte che, altrimenti, avrebbe potuto creare dei gravi problemi. Sconvolta alla notizia, l'anziana ha fatto entrare immediatamente in casa il falso avvocato e, senza nemmeno chiedergli ulteriori informazioni, gli ha consegnato tutto il denaro che aveva, 130 euro in contanti. Non contento, il malvivente ha ulteriormente approfittato della situazione si è fatto dare anche la collanina d'oro che portava al collo e le due fedi nuziali che portava al dito continuando a rassicurarla che lo va per il vene del figlio. Dopo aver ripulito la 94enne, l'uomo si è allontanato in tutta fretta ndo perdere le proprie tracce. Solo dopo diverso tempo, l'anziana si è accorta del raggiro e ha denunciato tutto ai carabinieri di Borgo Urbecco. “Stiamo dando la caccia al truffatore che ha colpito in questi giorni a Faenza - ha commentato il capitano dei carabinieri, Cristiano Marella. - Sicuramente un 'vigliacco' senza scrupoli che ndo leva sulla fragilità di un’anziana indifesa le ha portato via tutto ciò che aveva, comprese le fedi nuziali, procurandole un danno incalcolabile non tanto economico quanto affettivo e psicologico. Per rendere la vita difficile ai truffatori è indispensabile agire non solo sul fronte delle indagini ma anche su quello della prevenzione. Rivolgiamo soprattutto ai familiari degli anziani che vivono da soli, l’invito a diffondere i consigli antitruffa che da molti mesi stiamo divulgando in tutto il faentino: il più importante resta quello di non aprire mai la porta di casa a sconosciuti e di chiamare subito il 112 per segnalare telefonate o visite sospette ma soprattutto per verificare la veridicità di certe notizie utilizzate dai truffatori per spaventare e quindi rendere più vulnerabili le loro vittime”.
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione