Mostre da tutto il mondo a Ravenna per scoprire il mosaico contemporaneo

Romagna | 04 Ottobre 2019 Cultura
mostre-da-tutto-il-mondo-a-ravenna-per-scoprire-il-mosaico-contemporaneo
Elena Nencini
La Notte d’Oro, sabato 5 ottobre, coincide con la giornata di apertura della VI edizione della Biennale di Mosaico Contemporaneo «RavennaMosaico», durante la quale saranno inaugurate molte mostre in città a partire da quelle allestite nelle sedi più importanti: Mar, Palazzo Rasponi dalle Teste e biblioteca Classense. Gli eventi e le esposizioni della Biennale proseguiranno fino al 24 novembre, mentre le mostre del Mar saranno visitabili fino al 12 gennaio 2020.
Se Ravenna è la capitale del mosaico bizantino con i suoi 7 monumenti Unesco (il mausoleo di Teodorico non ha mosaici) da qualche anno l’amministrazione comunale ha deciso di farla diventare anche la capitale del mosaico contemporaneo con questa manifestazione che porta in città opere e artisti di tutto il mondo.
Le due mostre più importanti intorno a cui ruotano tutte le altre saranno Chuck Close. Mosaics curata da Daniele Torcellini e Riccardo Zangelmi. Forever young curata da Davide Caroli, a cui si aggiunge una suggestiva installazione di Niki de Saint Phalle la Vanitas – a cura di Giorgia Salerno, che testimoniano come il mosaico possa prestarsi alle più diverse interpretazioni.
La mostra di Chuck Close si inserisce, anche, in un doppio dialogo tra mosaico e fotografia, su cui il Mar ha focalizzato grande attenzione con le mostre fotografiche di primavera. Close porta per la prima volta a Ravenna i suoi ultimi lavori nati da uno scatto fotografico e solo successivamente tradotti in mosaico. L’artista statunitense rappresenta l’anello di congiunzione tra fotografia e mosaico ed è diventato  famoso per i suoi ritratti, dipinti in scala monumentale a partire da fotografie. Close ha esplorato negli anni un’ampia gamma di tecniche, processi e materiali fino ad arrivare all’utilizzo del mosaico a seguito del suo coinvolgimento nel progetto di arte pubblica per la metropolitana di New York. La mostra al Museo d’Arte della Città di Ravenna presenta la nuova serie di opere a mosaico, affiancate da opere relative come stampe, arazzi e fotografie, e documenta inoltre il lavoro svolto da Mosaika Art and Design e da Magnolia Editions per la realizzazione delle opere installate nella stazione Second Avenue-86th Street di New York City.
La seconda mostra del Mar è un’immersione in un percorso creativo tra oggetti, ricordi e fantasie legate al mondo dell’infanzia grazie a più di venti opere realizzate da Riccardo Zangelmi, unico artista italiano certificato dalla Lego, la famosa casa di mattoncini, con oltre 800mila mattoncini colorati. Non potrà mancare poi una enorme scultura, decisamente appariscente, Tête de Mort I, realizzata in mosaico, dalle grandi dimensioni raffigurante un teschio, realizzata da Niki de Saint Phalle nel 1988 con tessere in vetro specchiato e foglie di palladio.
Lo storico Palazzo Rasponi dalle Teste, invece, ospita nei suoi ampi saloni Opere dal Mondo, la tradizionale mostra concorso a cura di Aimc che quest’anno avrà come tema la figura di Dante Alighieri, e la quinta edizione del premio GAeM - Giovani Artisti e Mosaico, dedicato ai giovani artisti under 40.
Anche la biblioteca Classense apre i suoi spazi al mosaico contemporaneo: la Manica Lunga presenta alcuni progetti dell’Accademia di Belle Arti di Ravenna con l’esposizione Incursioni (vari progetti originali come Micro&Macro, Tarocchi in mostra, Mosaici Ruvidi, Micromosaico sulla maschera di Yu Yu Zhao). Le sale di lettura al piano terra ospitano, invece, la sesta edizione di Bibliomosaico con una mostra di opere originali dove l’arte del mosaico si fonde con l’idea di libro.
Anche Classis - Museo della Città e del Territorio si apre all’arte con la mostra a cura di Giuseppe Sassatelli intitolata Tessere di mare. Dal mosaico antico alla copia moderna, con importanti mosaici a soggetto marino, mentre il Museo Nazionale di Ravenna presenta Intersezioni con opere di Sara Vasini e Luca Freschi, due giovani artisti molto diversi, ma accomunati dal desiderio di recuperare antico e memoria e connetterli con la contemporaneità. Monumenti, musei, chiostri e spazi simbolo della città si trasformano in gallerie d’eccezione in cui l’arte antica e quella contemporanea dialogano attraverso mostre, conferenze, incontri e installazioni specifiche, confermando Ravenna capitale assoluta del mosaico.

Info www.ravennamosaico.it.
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione