Vai a https://www.regione.emilia-romagna.it/ucraina
Vai a  https://www.agriturismo.emilia-romagna.it/

Lugo, domenica 15 riapre il teatro Rossini con David Fray e l’orchestra Cherubini

Romagna | 10 Maggio 2022 Cultura
lugo-domenica-15-riapre-il-teatro-rossini-con-david-fray-e-laorchestra-cherubini
Federico Savini
«Tre anni sono lunghi e non sono stati esenti da critiche. Mi sento però di dire che questo fosse il tempo giusto per prendersi cura di qualcosa di prezioso come il nostro teatro. La cura richiede tempo e da qui in avanti la manutenzione del Rossini sarà costante. Simbolicamente, ora funziona anche l’orologio appeso sopra il palcoscenico, coi suoi nuovi colori. I colori di un teatro di affaccia su un’epoca nuova». Così il sindaco di Lugo, Davide Ranalli, alla presentazione stampa del nuovo volto del teatro Rossini, che riaprirà ufficialmente le sue porte al pubblico domenica 15 maggio, giorno di Sant’Ilaro, alle 20.30, con il concerto dell’orchestra Cherubini diretta dal pianista David Fray. Ma già in questi giorni ha fatto un certo effetto rivedere la coda all’ingresso, proprio per prenotare un posto per l’evento. Non capita tutti i giorni, e nemmeno tutti gli anni, di riaprire un teatro.


 
IL TEATRO RINNOVATO
Fin dalla facciata, oggi di colore giallo tenue, si osservano le novità apportate alla struttura, recuperata nel modo più filologico possibile dall’architetto Giovanni Liverani. Partiti nell’estate del 2019, a più di trent’anni dall’ultima significativa ristrutturazione curata da Pier Luigi Cervellati nel 1986, i lavori hanno comportato una spesa di circa 2,3 milioni di euro. «Erano ineludibili a causa delle vulnerabilità sismiche della struttura» hanno ricordato sia Liverani che Ranalli, che ha aggiunto la volontà politica - maturata al tempo del Covid, quando tutto sommato per un teatro la chiusura forzata si è rivelata una condizione solo relativamente anomala – di andare oltre i necessari lavori di adeguamento: «Era l’occasione giusta per un vero rinnovo».
A una prima occhiata, anche il palcoscenico e i velluti hanno ad esempio assunto un colore rosso vivo. «Questo teatro è una rarità - commenta Giovanni Liverani -, un teatro all’italiana di metà ‘700, di una tipologia progressivamente abbandonata durante l’800. Mettere mano a un simile gioiello richiedeva tempo e siamo stati il meno invasivi possibile, agendo con attenzione per l’anti-incendio e per l’anti-sismica all’interno delle murature, fino a garantire il 60% della reazione sismica della struttura. Andare oltre avrebbe significato compromettere in parte anche l’estetica, che invece è stata preservata. Così come l’acustica, che ha mobilitato la nostra attenzione e non è stata intaccata dai nostri interventi».
Durante i lavori alla parte scenotecnica (sipario, quinte, etc…) l’impresa seconda classificata alla gara ha promosso un ricorso al Tar che ha rallentato i lavori, ma in compenso il Comune ha scelto di rimettere mano anche ai ciottolati ormai usurati delle strade esterne. «Ora – aggiunge Liverani – si torna a respirare un’aria settecentesca, pur in un quadro architettonico cittadino che naturalmente è stato oggetto di interventi anche nelle epoche successive, così come lo stesso teatro».





L’INAUGURAZIONE
«Il fatto stesso che a suonare per la riapertura sia l’orchestra Cherubini, formata dai migliori giovani talenti della musica classica italiana, è indicativo di quell’apertura verso il pubblico giovanile che vogliamo perseguire nei prossimi anni». È questo l’intendimento del direttore Giovanni Barberini, che si propone di presentare una stagione «all’altezza della storia del teatro».
Diretta dal pianista David Fray, il 15 maggio a Lugo la Cherubini suonerà il preludio religioso dalla Petite Messe Solennelle di Rossini - in omaggio al compositore a cui è intitolato il teatro -, per poi proseguire con due concerti per pianoforte e archi di Bach (BWV 1052 e BWV 1055) e concludere con il concerto per pianoforte e orchestra n. 24 in do minore K 491 di Mozart.
Ingresso gratuito, con prenotazione obbligatoria dei biglietti (massimo 2 a persona). Per motivi organizzativi non potranno essere accettate prenotazioni telefoniche.


(maggiori dettagli, foto e info storiche su settesere in edicola venerdì 13 maggio)
 
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy (Preferenze Cookie)
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-romagna-lugo-domenica-15-riapre-il-teatro-rossini-con-david-fray-e-laorchestra-cherubini-n33892 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione