Vai a https://www.regione.emilia-romagna.it/ucraina
Vai a  https://www.agriturismo.emilia-romagna.it/

Maturità 2020, il ricordo di Davide Dapporto di Faenza: «Anno Covid diverso, esperienza incompleta»

Emilia Romagna | 06 Giugno 2022 Lab 25

Jessica Gonelli - «In tempo di Pandemia la maturità semplificata è stata oggettivamente più semplice e tutto è andato a discapito del nostro apprendimento». Davide Dapporto, classe 2001, si è diplomato nel 2020 presso l’istituto Itip Bucci di Faenza. Ora frequenta il secondo anno di università a Bologna.
Davide hai fatto la maturità nel 2020, dopo quasi quattro mesi di Dad per via dello scoppio della Pandemia. Come ti sei sentito?
«Mi è dispiaciuto molto. È venuta a mancare la fine di un percorso durato cinque anni della mia vita. Sarebbe stato bello passare quegli ultimi mesi con i miei compagni, così come ci aspettavamo di fare. Sul momento penso comunque di averla presa con filosofia: dipendeva da qualcosa molto più grande e mi rendevo conto che non avremmo potuto fare diversamente».
A livello di apprendimento è cambiato qualcosa?
«Sicuramente sì. Io non ho avuto grossi problemi perché ho sempre studiato e ho sempre avuto la voglia di andare bene, ma per molti è calata la voglia ed è aumentata la possibilità di adagiarsi un po’. La Dad ha sicuramente tolto tanto all’apprendimento».
Anche l’esame di maturità è stato stravolto: le prove scritte sono state condensate in un unico colloquio orale. Cosa ne pensi?
«Penso che la maturità così strutturata abbia appiattito molto i risultati in alto. Assemblare tutti gli scritti in una prova orale ha aiutato parecchio: all’orale entrano in gioco anche delle componenti personali e i professori tendono ad aiutare i candidati, mentre una prova scritta deve essere valutata così com’è. Per quanto mi riguarda è stato un esame molto facile, ma penso quasi per tutti: se eri spigliato nel parlare te la cavavi bene».
Cosa dovrebbe essere la maturità?
«Dovrebbe dimostrare la maturità del ragazzo e quindi una componente di pressione, che ti metta in difficoltà, ci deve essere. Questa componente a mio parere è data dalle prove scritte: sei da solo davanti a un foglio e devi cavartela con le tue forze, con quello che sai. Quest’anno tornerà ad essere così e penso che sia molto giusto».
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy (Preferenze Cookie)
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-emilia-romagna-maturita-2020-il-ricordo-di-davide-dapporto-di-faenza-aanno-covid-diverso-esperienza-incompletaa-n34231 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione