Tutti i lati del jazz e non solo nell’inverno del Mama’s

Ravenna | 19 Gennaio 2019 Cultura
Pioggia di concerti per la seconda parte di stagione del Mama’s club di Ravenna, che fino a primavera riproporrà il sabato ad alto tasso musicale e le serate eclettiche del venerdì. Partendo dai concerti del sabato, il 19 toccherà al contrabbassista romagnolo Roberto Bartoli col suo progetto «Landscape» condiviso con Achille Succi e Daniele Santimone secondo la direttiva del «new jazz». Ma le mille possibilità della musica afroamericana per eccellenza, intesa come stile improvvisativo e contaminata con tutti gli idiomi popolari, saranno al centro della programmazione, che vedrà a Ravenna il klezmer del Simna Tov Quartet (26 gennaio), l’afro-jazz brasiliano di Ivete De Souza (2 febbraio), l’America latina di Carlos Forero col suo «Cumbia Poder», le sonorità etno-balcaniche dei Tartakut (23 febbraio), il tango e il flamenco di Raquel Martinez (2 marzo), il vecchio swing degli Aglio Olio (9 marzo), il «cosmic-avant-jazz» degli sperimentali Mothra (Fabio Mina, Marco Zanotti e Peppe Frana; 23 marzo) e le raffinate visioni sefardite dei Mi Linda Dama (il 30 marzo), senza dimenticare il country-folk dei Tumbleweeds (16 marzo) e l’immancabile Bandeandrè che il 16 febbraio tributerà i 50 anni di «Tutti morimmo a stento» (la sera prima il disco sarà raccontato da Odoardo Semellini e Claudio Sassi). La rassegna dei venerdì partirà il 18 gennaio con un incontro dedicato alla Darsena ravennate con Michele De Pascale, Daniele Rossi, Filippo Poggioli e Danilo Montanari, per proseguire con Paolo Casadio e il suo libro Il bambino del treno L’olocausto visto con gli occhi di un bambino (25 gennaio), il Moby Dick di Melville «riarrangiato» da Roberto Mercadini (1 febbraio), il viaggio nella memoria di Sanremo di Domenico Gavella (8 febbraio), i cantautori «al bar» Enrico Farnedi e Giacomo Scudellari, l’omaggio alla canzone francese «Le mal de Paris» con Gianluigi Tartaull, Luca Vassura e Marie Line Zucchiatti, la performance musical-teatrale Uomini con la gonna (8 marzo) con il concerto di Lisa Manara, quella poetico-sonora «In tempi avversi... versi» con Franco Costantini e Luca Lombardi (15 marzo), l’omaggio a Gershwin di Catia Gori, Marco Rossi e pianoforte Luca Bombardi (22 marzo) e il concerto «calypso-blues» dei Bana Boat (29 marzo).
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Proprietario “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi editoria L. 250/90


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione