Turismo in Riviera, parlano gli operatori: «Ottimisti per la stagione 2023»

Romagna | 19 Marzo 2023 Cronaca
turismo-in-riviera-parlano-gli-operatori-ottimisti-per-la-stagione-2023
Il 2023 è stato eletto da molti «l’anno dei ponti» visto che con appena quattro giorni di ferie se ne potranno fare 32 di vacanza. A tre settimane dalla Pasqua che quest’anno cade il 9 aprile e che da ufficialmente il via alla nuova stagione abbiamo fatto il punto sulle prenotazioni con Consuelo Rossini, vicepresidente Federalbeghi Ravenna e Cristina Zaffi, presidente giovani albergatori Federalberghi, ma anche con diversi gestori di strutture ricettive sul nostro territorio.

«Solitamente le prenotazioni riprendono con la primavera, ma quest’anno sono partite molto prima- ha commentato Cristina Zaffi che gestisce l’Hotel Meridiana di Marina Romea. Le persone si sono mosse per tempo, forse per paura di rincari ulteriori: pur aprendo a fine maggio essendo il nostro un family hotel, da Natale 2022 abbiamo visto arrivare più prenotazioni rispetto agli altri anni. Utilizziamo il revenue ed abbiamo prezzi fluidi che cambiano ogni giorno dunque non li abbiamo ritoccati lo scorso anno nonostante i rincari legati al conflitto in Ucraina che ci hanno creato non poche difficoltà soprattutto per le utenze. Per il 2023 siamo ottimisti: ci siamo sempre impegnati ad offrire ottimi servizi ai clienti e, come tutti gli altri albergatori, facciamo il possibile per riempire le nostre strutture offrendo competenza e professionalità. Anche quest’anno abbiamo qualche problema a reperire personale specializzato e abbiamo riscontrato un calo anche di curriculum di persone che vogliano fare una prima esperienza nel settore alberghiero. Inoltre, confrontandomi anche con i colleghi giovani albergatori di Federalberghi che gestiscono strutture da Lido di Savio a Marina di Ravenna, ci piacerebbe che i lidi ravennati, un po’ “vecchi” dal punto di vista dell’urbanistica subissero un bel restyling. Siamo moderatamente ottimisti per questa stagione, viste le richieste che stiamo registrando e ci piacerebbe che l’Amministrazione ci aiutasse sistemando meglio le strade e gli arredi pubblici: Marina Romea è rimasta agli anni ’70. E’ ottimo il progetto del Parco Marittimo, ma da solo non basta».

Ottimista anche Consuelo Rossini, titolare dell’albergo Oasis di Marina di Ravenna e vicepresidente di Federalberghi Ravenna anche se «i rincari iniziati lo scorso anno sono preoccupanti e noi essendo infondo alla filiera, purtroppo, siamo stati obbligati a ritoccare i prezzi per riuscire a contenere i costi di utenze e rifornimenti alimentari. La nostra struttura resta aperta tutto l’anno grazie a pacchetti clienti con diversi tecnici che lavorano in area portuale, ma abbiamo già registrato prenotazioni di diversi turisti. Da qualche tempo i clienti vengono a Marina per il fine settimana dunque abbiamo prenotazioni per un paio di notti sotto data, ma c’è ancora richiesta per una decina di giorni o qualcosa di più, soprattutto da parte dei clienti storici. Quest’anno, complice il clima, abbiamo notato già un buon movimento di turisti e per questo siamo un po’ preoccupati sui posti auto che verranno eliminati con la costruzione del Parco marittimo. Con il Jova beach party della scorsa estate è stato ampliato il parcheggio scambiatore e ci auguriamo vengano sfruttati al pieno tutti i parcheggi esistenti».

«Apriamo il 20 aprile e nonostante non abbia ancora preparato le statistiche, la percezione è che siamo in linea con le prenotazioni del 2022- ha aggiunto Alba Gregori, proprietaria dell’hotel Athena di Cervia. Da qualche anno i clienti si muovono sotto data: abbiamo già diverse camere piene per il 25 aprile e il 1° maggio, ma ne aspettiamo altre. Molti clienti storici, invece, che vengono da noi da tempo e chiedono sempre la stessa camera si muovono per tempo, anche da fine anno. Le prenotazioni che prendiamo in largo anticipo variano dalla settimana ai dieci giorni o anche più durante l’estate, mentre i fine settimana li prenotiamo solo a ridosso della data di arrivo. Il covid ha accorciato la stagione: negli anni passati, quando Pasqua cadeva presto avevamo comunque molti clienti che partecipavano ad eventi sportivi, avvenimenti calati molto. Il flusso, però, c’è e la Romagna offre ottimi servizi dunque siamo ottimisti anche per il 2023».

L’Hotel Cervia di viale Italia è, invece, già pieno per Pasqua. «Speravamo in una buona partenza che, invece, è stata ottima con nostra grande soddisfazione- ha spiegato Paolo Giacometti proprietario della struttura che gestisce con la moglie-. L’ anno scorso abbiamo fatto il top di fatturato nonostante il 100% in più di spese e quest’anno abbiamo triplicato le prenotazioni. Abbiamo clienti fidelizzati che arrivano anche da Genova e preferiscono Cervia a Ventimiglia che dista appena 20 km, ma contano molto anche le recensioni e il passaparola. Grazie al fatturato in più, nel 2022 siamo riusciti a star dentro alle spese: siamo andati meglio degli anni pre covid e quest’anno puntiamo a fare anche di più. La Romagna, poi, ha un buon nome da spendersi per il comparto turistico ed andiamo fieri della nostra ospitalità. I conti, come sempre, li farò a fine estate, ma per ora sono ottimista».

Più «lente» le prenotazioni nella città d’arte come commenta il titolare dell’hotel Diana, Filippo Donati, «perché i soggiorni sono più brevi, ma siamo contenti, anche se siamo legati all’inflazione e all’instabilità economica che obbligano una famiglia a fare i conti per capire se ci si possa permettere una vacanza e di quante notti. A Pasqua mancano tre settimane, abbiamo ancora camere libere, ma siamo certi che la prossima settimana i clienti si muoveranno. Abbiamo già prenotazioni per il 25 aprile e il 1 maggio di clienti che seguono manifestazioni sportive. Molti poi sono turisti “itineranti” che spesso fanno una notte a Ferrara, una a Bologna e un paio a Ravenna, turisti che consultano il meteo poi prenotano a ridosso dell’arrivo. C’è richiesta per il Parco del Delta del Po, un prodotto che, però, dev’essere ancora attrezzato perché al momento mancano i collegamenti e chi arriva in treno si trova a piedi e non ha modo di raggiungerlo. In generale, comunque, siamo ottimisti per l’avvio della stagione». (m.c)
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Follow Us
Facebook
Instagram
Youtube
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Via Severoli, 16 A
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy & Cookie Policy - Preferenze Cookie
Redazione di Ravenna

via Arcivescovo Gerberto 17
Tel 0544/1880790
E-mail direttore@settesere.it

Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, Arcivescovo Gerberto 17.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-romagna-turismo-in-riviera-parlano-gli-operatori-ottimisti-per-la-stagione-2023-n37813 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione