Ravenna, Bellenghi (Avis) fa il bilancio del 2022 e dei prossimi obiettivi: «cerchiamo donatori, manca il sangue»

Romagna | 25 Febbraio 2023 Cronaca
ravenna-bellenghi-avis-fa-il-bilancio-del-2022-e-dei-prossimi-obiettivi-cerchiamo-donatori-manca-il-sangue
Elena Nencini
Nonostante l’aumento dei donatori di sangue, +30%, il ritorno alle operazioni chirurgiche apre la necessità di nuovi donatori, Marco Bellenghi, presidente Avis (associazione volontari italiani del sangue) provinciale Ravenna, traccia un bilancio dell’attività e degli obiettivi per il 2023.
Quanti sono i punti di raccolta delle donazioni sul nostro territorio?
«Abbiamo 21 sezioni comunali, da Alfonsine a Cervia, da Riolo Terme a Solarolo, e 11 punti di raccolta in provincia. I donatori in provincia sono stati nel 2022 10.745 (263 in più rispetto al 2021) con un aumento del 30% rispetto allo scorso anno. L’aumento di nuovi donatori nel corso del 2022 è stato di ben 1.507,  grazie ai quali si è potuto compensare il numero dei fuoriusciti, con un saldo positivo di 269 donatori. Sono 200 i soci collaboratori, tra cui 15 dipendenti fissi e 15 collaboratori libero professionisti, tra infermieri e medici».
Quante sono le unità di sangue raccolte?
«Oltre 19mila unità di sangue e plasma, un dato che non riesce a raggiungere quello dell’anno precedente a causa del calo delle donazioni di plasma (-417), solo parzialmente compensato dal lieve aumento di donazioni di sangue (+92). Ad incidere è stata anche la costante carenza di personale sanitario, che ha ridotto di 79 le giornate dedicate alla raccolta nel corso dell’anno. A cui si aggiungono 20.410 trasfusioni di sangue/emocomponenti effettuate dalle strutture sanitarie».
La pandemia vi ha messo in difficoltà?
«No, anzi, nel 2020 c’è stato un boom di donatori, il motivo esatto non lo sappiamo. L’anno scorso c’è stato un leggero calo con un totale di donazioni di 19.082, 325 unità in meno. Adesso stiamo tornando alla normalità, sicuramente ha influito la carenza di personale medico. La collaborazione con il dr. Marabini, responsabile dei medici di base in pensione ci sta aiutando, ne abbiamo 6 che ci permettono di avere continuità nella raccolta»».
Ci sono carenze di gruppi sanguigni?
«La raccolta funziona come la lista della spesa, sappiamo già cosa raccogliere dalla prossima settimana, intercettiamo i donatori, lo 0+ è il gruppo più ricercato, mentre A e B sono più particolari. Dobbiamo sempre ricordare che il sangue ha 42 giorni di vita, mentre il plasma una volta congelato può durare molto tempo».
Chi è il vostro donatore medio?
«Il donatore medio è uomo, di 46 anni e gruppo sanguigno 0+: una variazione anagrafica lieve, ma positiva se si guarda ai dati di qualche anno fa, quando il profilo corrispondeva ad un uomo di età tra i 46 e i 55 anni, con 1,84 donazioni medie all’anno. Consolidata la pratica della donazione presso i cittadini stranieri, anche grazie ai 116 nuovi volontari nati fuori dall’Italia».
Cosa si può fare per migliorare il servizio?
«Puntiamo nel 2023 a migliorare i punti di raccolta e il comfort dei donatori. Ci teniamo molto a sottolineare come il 93-94% delle donazioni avviene su prenotazione obbligatoria, inoltre è un indice molto importate il tempo di attesa per la donazione che raggiungono al massimo i 15 minuti. Se il donatore se si trova bene ritorna più frequentemente, cerchiamo per questo motivo di migliorare la qualità della chiamata e capire, se è più di anno che non viene, cosa è successo. Può essere per una gravidanza, un intervento o una malattia oppure per i più giovani un viaggio, tatuaggi, piercing oppure chi esce per limiti di età».
Quanto è importante il lavoro di sensibilizzazione nelle scuole?
«E’ il nostro fiore all’occhiello: nel 2022 abbiamo organizzato 44 giornate con scuole e istituti e incontrato più di 80 classi e 1870 studenti. A cui si aggiungono 7 giornate di idoneità con la nostra autoemoteca, e 12 nuovi ‘avvicinati’ nel 2023. Sono stati quasi 200 i ragazzi tra i 18 e i 20 che hanno effettuato la prima donazione».
Che attività fate sul territorio?
«Cerchiamo di fare informazione e sensibilizzare per la donazione del sangue e del plasma. Oltre alle scuole, collaboriamo con il mondo della cultura, con le associazioni sportive e stiamo cercando di organizzare incontri con imprese private per parlare di donazioni. Siamo a 360 gradi. 
Quali sono gli obiettivi per il 2023
«Ci piacerebbe riuscire a informare il più grande numero possibile dell’importanza e di come avvicinarsi alla donazione, non si può gestire l’emergenza. L’iter per poter donare è di 6-7 giorni se ci fosse un’emergenza si è pronti quando è già terminata. Oggi molti non donano pensando che non ci sia necessità invece non è così: siamo ancora importatori dagli Usa del 25% del plasma. Obiettivo principale è di mantenere questi standard, oltre che di riuscire a soddisfare le richieste dell’Ausl Romagna per la raccolta di sangue intero, e incrementare la raccolta di plasma, dove non siamo ancora in linea rispetto al livello di autosufficienza nazionale». 
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Follow Us
Facebook
Instagram
Youtube
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Via Severoli, 16 A
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy & Cookie Policy - Preferenze Cookie
Redazione di Ravenna

via Arcivescovo Gerberto 17
Tel 0544/1880790
E-mail direttore@settesere.it

Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, Arcivescovo Gerberto 17.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-romagna-ravenna-bellenghi-avis-fa-il-bilancio-del-2022-e-dei-prossimi-obiettivi-cerchiamo-donatori-manca-il-sangue-n37510 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione