Lugo, l’assessora Veronica Valmori fa il punto su auditorium, piazza XIII Giugno, strade alluvionate e laminazioni

Romagna | 12 Febbraio 2024 Cronaca
lugo-lassessora-veronica-valmori-fa-il-punto-su-auditorium-piazza-xiii-giugno-strade-alluvionate-e-laminazioni
Federico Savini
Sono tre gli ambiti di intervento che definiranno l’anno lughese dei lavori pubblici, tra recuperi post alluvionali, progetti in prospettiva di lunga gittata e risoluzione di questioni annose. L’assessora ai lavori pubblici Veronica Valmori è alla prese in questi giorni con impegni su vari fronti, dal monitoraggio del cantiere del nuovo auditorium di via Emaldi fino alla gara d’appalto e l’organizzazione dei lavori su piazza XIII Giugno, oltre alla definizione di quelli legati alla sicurezza idraulica e al completo ripristino della viabilità dopo l’alluvione. Un programma di interventi che ridefinirà almeno in parte l’assetto della viabilità e i punti di riferimento della città, e che ricadrà almeno in parte sul lavoro della prossima amministrazione comunale.

VIABILITÀ E SICUREZZA IDRAULICA
Due piccoli ponti stradali a Bizzuno (quello sullo scolo consorziale in via Chiese Catene e quello sul medesimo scolo in via Cantarana), la via Sentiero a San Lorenzo di Lugo e un tratto della via Compagnoni (tra corso Garibaldi e via Emaldi a Lugo) sono i primi interventi che la giunta lughese ha avviato per il progetto di ripristino della viabilità dopo l’alluvione grazie alle risorse assegnate al Comune dalla Struttura commissariale del generale Figliuolo.
Il primo pacchetto di interventi ammonta a un milione di euro. Al Comune di Lugo sono stati assegnati in totale 21 milioni di euro per 32 progetti di ripristino di infrastrutture danneggiate e interventi legati alla sicurezza idraulica. «La parte operativa del ripristino della viabilità segue la scrupolosa ricognizione da parte del nostro ufficio tecnico in merito alle infrastrutture danneggiate dall’alluvione - spiega l’assessora ai Lavori Pubblici Veronica Valmori -. Fra gli altri 28 interventi previsti segnalo i due ampliamenti delle vasche di laminazione nelle zone di Lugo Ovest e Lugo Sud. Quest’ultima, in particolare, aveva già avuto problemi in caso di piogge abbondanti e l’ampliamento era già in programma, così oggi può rientrare nei lavori inseriti nell’ordinanza 13 della Struttura commissariale»
Fra gli altri interventi, insieme alla sistemazione delle strade danneggiate dalle infiltrazioni alluvionali si procederà al recupero anche di alcune piazze: Garibaldi, Cavour e Primo Maggio. «Alcune di queste sono strategiche per i parcheggi in centro - precisa l’assessora Valmori -, quindi i lavori andranno pianificati con attenzione, a seconda di quale sarà la situazione della viabilità nel momento dell’intervento». Il complesso della viabilità lughese nel corso dell’anno terrà conto anche degli imminenti lavori su piazza XIII Giugno (vedi oltre) ed è quindi verosimile che la circolazione cittadina dovrà adeguarsi a diversi temporanei cambiamenti durante il 2024.

L’AUDITORIUM
Il progetto che avrà il maggiore impatto sulla vita comunitaria dei lughesi tra quelli finanziati dal Pnrr è il nuovo auditorium che sorgerà negli spazi dell’ex Enal in via Emaldi, del quale sono partiti i lavori di costruzione, dopo la demolizione. «Un’operazione delicata - sottolinea Veronica Valmori -, dato che il vecchio stabile era a schiera, in mezzo ad altre costruzioni. In questi giorni vengono gettati i pilastri e si procederà presto alla costruzione. Rispetto alle previsioni iniziali, sulle quali ha impattato l’alluvione, l’auditorium sarà completato con qualche mese di ritardo, non per l’estate ma entro l’anno».
L’intervento rientra nel quadro della rigenerazione urbana ed è finanziato dal Pnrr per 2.250mila euro. L’edificio avrà due piani: gli spazi dell’auditorium (sala da 272 posti) saranno al primo, mentre la definizione dell’area al piano terra sarà oggetto di una futura progettualità.

PIAZZA XIII GIUGNO
Chiusa al traffico da due anni, per via di una controversia tra il Comune e l’azienda appaltatrice dei lavori finita anche davanti al Tar, piazza XIII Giugno ha un nuovo progetto ed entro la fine del 2024 dovrebbe tornare a un’agognata «normalità», rispetto agli alti e (soprattutto ai) bassi degli ultimi 10 anni.
Già da qualche mese, infatti, il Comune di Lugo ha fatto la scelta politica di destinare risorse al rifacimento della piazza, a prescindere dal risultato della vertenza con la ditta, i cui lavori avevano mostrato evidenti criticità ed esiti nefasti per i parcheggi della piazza, le cui conseguenze hanno impattato direttamente su residenti ed esercenti, e indirettamente sulla viabilità dell’intera città. «La gara d’appalto è avviata - assicura l’assessora Valmori - e il nuovo progetto è stato presentato ad esercenti e associazioni di categoria. Sono sollevati per il fatto che finalmente i problemi della piazza si avvierà a una conclusione, ma le modalità del cantiere andranno definite con attenzione, dato che impatteranno su negozi e abitanti, quindi valuteremo se procedere per stralci e quali limiti temporanei applicare durante il cantiere». Conferma il sentiment anche Giancarlo Melandri di Confesercenti: «L’accantonamento delle risorse e la volontà di aprire una gara d’appalto mostrano la voglia del Comune di risolvere una situazione che da anni danneggia tutti - dice Melandri -. Avere il progetto e una tempistica realistica è giù un bel risultato. Ora andrà vigilata la realizzazione, che dovrà essere fatta a regola d’arte».
I costi del progetto ammontano oggi a circa 1 milione e 400 mila euro, una cifra quasi tripla rispetto al progetto iniziale, che però risaliva al 2009 e risente dell’inflazione e del caroprezzi dell’edilizia, notoriamente schizzato alla stelle, specie dopo il Superbonus. E poi parliamo di un progetto diverso da quello di 15 anni fa. «Andremo a intervenire nel sottosuolo per ripristinare i sottoservizi come fogne e allacci, danneggiati dall’alluvione - spiega Veronica Valmori -, mentre in superficie sostituiremo le alberature e realizzeremo postazioni per la ricarica di auto e bici elettriche. Le alberature si svilupperanno in spazi con respiro maggiore, a beneficio della crescita delle piante ma anche della dimensione delle zone d’ombra. I posti auto saranno 190, sostanzialmente invariati rispetto a prima, ma cambierà almeno in parte la modalità di percorrenza della piazza. Tra un paio di mesi - prosegue l’assessora ai Lavori Pubblici - dovremmo avere il nome della ditta che farà il lavoro, da concludere entro l’anno, considerando che sarà un cantiere destinato a convivere con attività e residenti. Sul costo complessivo dell’intervento - precisa Veronica Valmori - incide non solo il prezziario dell’edilizia ma anche la grande quantità di materiale da smaltire dal precedente lavoro, circa un metro sotto il livello della piazza».
C’è da dire che proprio un mese fa il Tar dell’Emilia-Romagna ha riconosciuto al Comune di Lugo, a proposito della vertenza su piazza XIII giugno contro la società Foro Boario srl, un risarcimento di 287 mila euro per i lavori iniziati nel 2009, ritenendolo corresponsabile con la società. Quasi 300mila euro che, insomma, torneranno nelle casse comunali.
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Follow Us
Facebook
Instagram
Youtube
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Via Severoli, 16 A
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy & Cookie Policy - Preferenze Cookie
Redazione di Ravenna

via Arcivescovo Gerberto 17
Tel 0544/1880790
E-mail direttore@settesere.it

Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, Arcivescovo Gerberto 17.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-romagna-lugo-lassessora-veronica-valmori-fa-il-punto-su-auditorium-piazza-xiii-giugno-strade-alluvionate-e-laminazioni-n42924 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione