I 34 migliori vini di Romagna per Gambero, Espresso, Ais, Veronelli, «Top Hundred» e Touring club

Romagna | 15 Novembre 2018 Le vie del gusto
i-34-migliori-vini-di-romagna-per-gambero-espresso-ais-veronelli-top-hundred-e-touring-club
Riccardo Isola - La Romagna in calice sta riscuotendo sempre maggior interesse nel panorama delle guide tematiche. Dopo quella di «Slow food» anche le altre «bibbie laiche» del bere bene hanno riconosciuti alcuni importanti risultati di rilievo per l’enologia da Imola alla provincia riminese. Nello specifico di seguito riportiamo solo i vini al top che sei diverse guide hanno ritenuto meritevoli di essere nell’olimpo della vitivinicoltura nazionale. I testi consultati sono «Vini d’Italia» del Gambero Rosso, «Vitae» dell’Ais, «La Guida Oro» di Veronelli, i «Vini dell’Espresso», i «Vini buono d’Italia» del Touring club e quelli sgnalati d «Top Hundred» di Paolo Massobrio e Marco Gatti.
«VINI D’ITALIA» GAMBERO ROSSO
Otto sono i tre bicchieri che quest’anno la terra del Passatore enologica si porta a casa stando ai giudizi della nota guida del Gambero Rosso. Tra questi grandissima rappresentanza, ben sei, sono figli del vitigno simbolo di questa terra: il Sangiovese.  I migliori esempi di vinificazione in rosso sono quindi il Romagna Sangiovese Modigliana «I Probi di Papiano Ris. ’15» di Villa Papiano, il Romagna Sangiovese Predappio «Godenza ’16» di Noelia Ricci, il Romagna Sangiovese Superiore «Bartimeo ’16» di Stefano Berti, il Romagna Sangiovese Superiore «Biagio Antico ’16» di Ancarani, il Romagna Sangiovese Superiore «Predappio di Predappio Vigna del Generale Riserva ’15» della Fattoria Nicolucci e il Romagna Sangiovese Superiore «Sigismondo ’17» de Le Rocche Malatestiane. Un vitigno bianco, precisamente il Romagna Albana Secco «I Croppi ’17» di Celli, tiene alto il nome del secondo vino simbolo di queste terre mentre chiude la squadra delle migliori rappresentazioni enoiche il Colli di Rimini Cabernet Sauvignon «Montepirolo ’15» di San Patrignano.
«VINI BUONI » TOURING CLUB
Per la guida del Touring club italiano in totale le eccellenze giudicate per il 2019 sono nove. Di questi quattro sono bianchi e cinque rossi. Per i primi si tratta del Romagna Albana Docg Passito «Bissoni 2015» di Bissoni Raffaella Alessandra, il Romagna Albana Docg Passito Riserva «AR 2014» della Fattoria Zerbina, il Romagna Albana Docg Secco «BiancoBagnolo 2017» di Villa Bagnolo e il Romagna Doc Pagadebit «Strati 2017» di Enio Ottaviani Vino e Vigneti. I rossi premiati sono invece il Romagna Doc Sangiovese Marzeno Riserva «Pietramora 2015» della Fattoria Zerbina, il Romagna Doc Sangiovese Predappio «Condé 2015» di Condé, il Romagna Doc Sangiovese Superiore «Il Prugnolo di Villa Trentola 2015» della Tenuta Villa Trentola, il Romagna Doc Sangiovese Superiore Riserva «Pandolfo Riserva Vigna Vecchia 2015» della Pandolfa e il Rubicone Igt Centesimino «Centuplo 2016» della Tenuta Santa Lucia.
«VITAE» AIS
Dodici vini rappresentano il top per l’Associazione Italiana Sommelier che nella sua guida ufficiale premiano il «Tera» del Fondo San Giuseppe, il «Santa Lusa» di Ancarani, il mitico «AR» della Zerbina, il «Cinquecento» della Tenuta Diavoletto, il «Codronchio» di Monticino Rosso, il «Vitalba» di Tremonti, il «Ca’ di Sopra Riserva» di Ca’ di Sopra, i «Probi» di Villa Papaino, il «Calisto» di Stefano Berti, l’«Assiolo» di Costa Archi, il «Quartosole» della Tenuta Casali e il Ronco delle ginestre» di Castelluccio. Quest’ultimo ha ricevuto anche l’esclusivo riconoscimento del «Tastevin» che può essere dato solamente una volta in tutta la vita della cantina.
«LA GUIDA ORO» DI VERONELLI
I premiati con il «Sole», premi speciali assegnati dalla redazione della guida Veronelli ad altrettanti «racconti in forma di vino» rappresentativi della competenza, della creatività e dell’impegno dei vignaioli italiani sono stati dieci in tutta Italia. In questa élite enoica, per la Romagna c’è il Romagna Sangiovese Modigliana Riserva «I Probi di Papiano 2015» di Villa Papiano, Modigliana (Fc). Inoltre la guida ha premiato con la menzione «Miglior vino dolce o da meditazione» il Romagna Albana Passito Riserva «Ar Selections des Grains Nobles 2014» della Fattoria Zerbina.
I «VINI DELL’ESPRESSO»
La guida dell’Espresso è stata molto parca nel riconoscere l’eccellenza romagnola del fare vino visto che al top è arrivato solamente l’Albana di Romagna Passito Riserva «Ar 2014» della Fattoria Zerbina che ha ottenuto le cinque bottiglie.
«TOP HUNDRED» di Massobrio e Gatti
Il volume che racchiude i cento migliori sorsi registrati dal duo giornalistico composto da Paolo Massobrio e Marco Gatti ha sottolineato come il Condello Romagna Sangiovese Predappio 2015 possa essere annoverato nel gotha enologico come «Fuori di top» mentre per la categoria «Cantine memorabili» il riconoscimento è andato alla Tenuta Santini di Coriano (Rn).
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Follow Us
Facebook
Instagram
Youtube
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Via Severoli, 16 A
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy & Cookie Policy - Preferenze Cookie
Redazione di Ravenna

via Arcivescovo Gerberto 17
Tel 0544/1880790
E-mail direttore@settesere.it

Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, Arcivescovo Gerberto 17.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-romagna-i-34-migliori-vini-di-romagna-per-gambero-espresso-ais-veronelli-top-hundred-e-touring-club-n19109 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione