Elezioni comunali, 50 giorni al voto: la mappa dei candidati sindaco in provincia di Ravenna, centrosinistra favorito

Romagna | 21 Aprile 2024 Politica
elezioni-comunali-50-giorni-al-voto-la-mappa-dei-candidati-sindaco-in-provincia-di-ravenna-centrosinistra-favorito
Centrosinistra favorito quasi ovunque, con tutti i candidati già definiti nei 14 comuni (salvo Brisighella) alle urne della provincia di Ravenna l’8 e 9 giugno. A cinquanta giorni dal voto amministrativo il quadro anche nel centrodestra, a trazione Fratelli d’Italia, va delineandosi, all’appello mancano ancora tre canddiati: Casola, Cotignola e Solarolo (qui ci siamo quasi). Al centro invecec’è da registrare il flop su Lugo, dove Azione, Italia Viva e la Buona Politica hanno rinunciato alla corsa elettorale con un proprio candidato sindaco. A questo punto, dopo settimane di stallo, è probabile che almeno Italia Viva sostenga la canddiata del centrosinistra Zannoni. Le forze moderate anche negli altri comuni più piccoli, non presenteranno canddiati propri, ma in molti casi sosterranno, in particolare Italia Viva, gli esponenti del centrosinistra. Vediamo la mappa completa di ogni Comune.

BRISIGHELLA
E’ l’unico Comune insieme a Bagnara ad essere governato dal centrodestra o liste civiche moderate in provincia di Ravenna. Qui il sindaco uscente Massimiliano Pederzoli (civico, dirigente della Coldiretti romagnola) verrà ripresentato per il secondo mandato ed è ancora il favorito in questa tornata elettorale. In campo anche il gruppo civico «SiAmo Brisighella» con il candidato sindaco Loris Naldoni, già assessore anni fa nella giunta di Tiziano Samorè. Tutto il centrosinistra, dal Pd fino ai 5 Stelle, guarda con interesse a questa candidatura civica, le interlocuzioni fra le parti sono cominciate dopo la presentazione pubblica del candidato e della sua lista sabato 13.

CASOLA VALSENIO
Il piccolo comune montano di poco oltre 2mila abitanti, segnato dalle frane dell’alluvione e dal forte dibattito sul futuro della cava di Monte Tondo, dove ci lavorano un centinaio di casolani, vedrà a giugno terminare l’esperienza da sindaco di Giorgio Sagrini, seppur al primo mandato (recente, terzo complessivamente nella sua storia). Candidato del centrosinistra è l’attuale vicesindaco Maurizio Nati, forte dell’esperienza maturata in questi anni in Comune. In questo caso il centrodestra, che si presenterà con una lista civica, non ha ancora definito il suo candidato sindaco.

CASTEL BOLOGNESE
Nell’importante comune sulla via Emilia fra Imola e Faenza, per il centrosinistra c’è la conferma della candidatura di Luca Della Godenza, anche lui giovane sindaco alla fine del primo mandato. Da concludere infatti ci sarebbero progetti rilevanti per l’intera comunità: dalla variante alla via Emilia, infrastruttura viaria in storica attesa di essere realizzata, al casello A14 condiviso insieme a Solarolo. Dal centrodestra l’indicazione ufficiale è il sostegno di un uomo vicino al mondo delle imprese come Enzo Minardi, in pensione, sindacalista della Uil, già consigliere comunale in passato di Forza Italia.

SOLAROLO
L’attuale sindaco di centrosinistra Stefano Briccolani non si ricandida  per il secondo mandato. In campo sostenuto dal centrosinistra c’è la lista «Uniti per Solarolo», con la candidata sindaca Maria Diletta Beltrani, già impegnata in queste settimane in incontri conoscitivi con la cittadinanza.  Sul fronte delle opposizioni ci sarà una lista di tutto il centrodestra, oggi in ballo due candidati, un uomo ed una donna, la scelta avverrà entro il fine settimana.

ALFONSINE
Nel centrosinistra c’è la conferma a candidato sindaco per l’uscente il primo cittadino uscente Riccardo Graziani, che è al termine del primo mandato e fin qui si è ben comportato, gestendo anche nell’ultima estate gli effetti pesanti del tornado che in luglio si è abbattutto su quel territorio. A suo sostegno ci sarà una lista civica con all’interno tutte le forze politiche di centrosinistra. Il centrodestra si presenterà con una lista civica unica e la candidata sindaco sarà Daniela Ali, classe 1989, che non non appartiene a nessun partito, sposata con 3 figli, impegnata a livello professionale nel mondo del volontariato. C’è  anche un terzo  candidato, Germano Mordenti di Area Liberale, conosciuto nella cittadina.

BAGNACAVALLO
Per il centrosinistra il dopo Eleonora Proni, l’attuale sindaca che dopo due mandati terminerà a giugno il proprio lavoro, è già cominciato. Sarà Matteo Giacomoni, attuale presidente del Consiglio comunale ed ex consigliere e vicesindaco, il candidato sindaco di Bagnacavallo per il Partito Democratico. Lo ha deciso infatti, con voto unanime, l’assemblea comunale degli iscritti al partito, che si è riunita a fine novembre 2023. Anche in questo caso l’alleanza sarà rappresentata da una lista civica unica. In casa del centrodestra il candidato sindaco della coalizione sarà una donna, in campo infatti c’è la giovane avvocata Diletta Principale, di estrazione civica, area Forza Italia, che sarà ufficializzata entro il 10 marzo.

CERVIA
Nella cittadina rivierasca il quadro è già completo. Il centrosinistra ha lanciato già Mattia Missiroli, 42 anni, sposato, due figli, architetto in una società di gestione dei processi edilizi, ex calciatore dilettante, è l’uomo indicato all’unanimità dal Pd per guidare Cervia e succedere a Massimo Medri. Il centrodestra alla fine sosterrà Massimo Mazzolani, storico rappresentante della destra cervese, già consigliere comunale nelle file di Alleanza Nazionale e Pdl. Mazzolani si presenterà alle elezioni alla guida di una lista civica che coinvolgerà anche Fratelli d’Italia, Forza Italia e la Lega.

CONSELICE
Terminerà i due mandati anche Paola Pula, la sindaca di centrosinistra che ha dovuto affrontare soprattutto nell’utimo anno le criticità derivanti dall’alluvione. Lo scorso 22 gennaio un’affollata assemblea degli iscritti al Pd di Conselice ha votato all’unanimità Andrea Sangiorgi come candidato sindaco per le prossime elezioni comunali. Classe 1999, Sangiorgi è cresciuto a Lavezzola (elemento non secondario nel contesto di divisione territoriale che si stava creando nel Pd locale) ed è un volto nuovo della politica locale. Laureando in Scienze Politiche a Bologna, è stato eletto in consiglio comunale nel 2019, diventando poi segretario del circolo Pd di Lavezzola ed è entrato in giunta due anni fa. Il centrodestra sostiene addirittura l’ex vicesindaco dell’attuale giunta Pula, Gianfranco Fabbri, dimissionario a fine 2023, che corre con una propria lista civica «Con voi». Terza candidata sindaco, imprevista fino a pochi giorni fa, è Eliana Panfiglio, esponente storica della Lega, che corre con una propria lista civica «Uniti per Conselice». Da Fratelli d’Italia fanno sapere che «corre da sola, non ha niente a che fare con i partiti di centrodestra».

COTIGNOLA
Schema chiaro per il centrosinistra, dove lascerà dopo due mandati il sindaco uscente Luca Piovaccari. Già indicato il nuovo candidato: è Federico Settembrini, classe 1975, tecnico al liceo «Ricci Curbastro» di Lugo, sposato con tre figlie, Settembrini fa parte della giunta comunale guidata da Luca Piovaccari e si occupa di Cultura, Scuola, Politiche giovanili e Comunicazione. Il centrodestra è in cerca di una figura civica moderata, ma il nome non c’è ancora.

FUSIGNANO
Percorso già delineato anche a Fusignano, dove anche in questo caso chiuderà la propria esperienza da sindaco dopo 2 mandati Nicola Pasi (Pd-centrosinistra), impegnato anche con deleghe importanti in Provincia di Ravenna. Nicola Pondi sarà il candidato a guidare l’amministrazione di Fusignano per la coalizione composta da Pd, Pri e Psi nella lista «Insieme per Fusignano». Pondi è architetto libero professionista, da sempre attivo nel mondo dell’associazionismo e del volontariato, consigliere Anpi nella sezione di Fusignano, presidente dello storico circolo Arci Brainstorm e consigliere provinciale in Arci Ravenna. Il centrodestra, che parte nettamente sfavorito, punta sul leghista Claudio Baldini, già consigliere comunale nell’ultima legislatura.

LUGO
E’ il Comune più grande della provincia di Ravenna ad andare al voto e potrebbe essere fra i più contesi. Finirà dopo due mandati da sindaco il giovane Davide Ranalli, espressione della sinistra democratica. In campo da fine 2023 la candidatura della cooperatrice Elena Zannoni, sostenuta oltre che dal Pd anche dal Movimento 5 Stelle («riconosciamo in Elena Zannoni una persona disposta ad aprire le pagine di un nuovo libro nei rapporti fra le forze progressiste, moderate e civiche»), che dalla lista civica «Insieme per Lugo», che alle precedenti amministrative aveva già sostenuto la coalizione di centrosinistra guidata dal sindaco Ranalli.  Al centro è cambiato tutto rispetto ad un mese fa, dopo l’abbandono della competizione elettorale da parte della lista «la Buona politica». Italia Viva ha annunciato martedì 16 che sosterrà la candidata del centrosinistra Elena Zannoni, Azione invece non si è ancora espressa, ma difficilmente correrà da sola. Nel centrodestra è in campo da  un mese almeno la candidatura a sindaco di Francesco Barone, avvocato d’esperienza, civico di area, espressione della lista civica «Cambiamo Lugo». E’ alla prima esperienza politica. Poi altri due candidati sindaco in campo, alle opposte estremità: Enrico Randi, ex Fratelli d’Italia, che si presenterà con una sua lista civica (col sostegno di alcuni No Vax e anche di qualche esponente locale del movimento «Indipendenza!» lanciato dall’ex ministro Gianni Alemanno). All’estrema sinistra ci sarà Secondo Valgimigli in campo come candidato sindaco con la nuova lista «i Comunisti».

MASSA LOMBARDA
Anche a Massa Lombarda uscirà di scena un volto storico della cittadina, l’attuale sindaco Daniele Bassi (che aveva già fatto due mandati ad inizio anni duemila), molto popolare e attivo in ambito Unione dei Comuni e responsabilità importanti in sede Anci. Nel segno della continuità il nuovo candidato del centrosinistra, che salvo sorprese sarà l’imprenditore Stefano Sangiorgi, classe 1980, attuale assessore della giunta Bassi, molto attivo con l’Avis. Il centrodestra non dovrebbe impensierire la vittoria del centrosinistra e sta guardando all’alleanza con la lista civica «La piazza» ed il sostegno al candidato Giovanni Tozzola.

RUSSI
Certa la candidatura bis di Valentina Palli, fra le poche donne sindaco in carica (al primo mandato). Impegnata a livello istituzionale anche in Provincia di Ravenna, non dovrebbe correre particolari rischi per essere confermata nel giugno 2024 alla guida della cittadina. Il centrodestra non pare avere particolari velleità, in campo c’è come candidato sindaco Sante Samorè.

SANT’AGATA
«Uniti per la rinascita di Sant’Agata sul Santerno»: è questo l’obiettivo con cui nasce la sinergia tra la lista civica «Insieme per Sant’Agata», espressione del sindaco uscente Enea Emiliani, ed il Partito Democratico in previsione delle elezioni amministrative del 8-9 giugno. La scelta del candidato sindaco è caduta su Riccardo Sabadini, 42 anni, nato e cresciuto a Ravenna, ma ormai residente da tanti anni a Sant’Agata sul Santerno. Nel piccolo Comune, martoriato dall’alluvione nel 2023, correrà di certo una lista civica moderata «La torre civica» sostenuta dal centrodestra con candidato sindaco Matteo Parrucci, classe 1966, attuale consigliere comunale. (m.p.)
 
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Follow Us
Facebook
Instagram
Youtube
Appuntamenti
Buon Appetito
Progetto intimo
FuoriClasse
Centenari
Mappamondo
Lab 25
Fata Storia
Blog Settesere
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Via Severoli, 16 A
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy & Cookie Policy - Preferenze Cookie
Redazione di Ravenna

via Arcivescovo Gerberto 17
Tel 0544/1880790
E-mail direttore@settesere.it

Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, Arcivescovo Gerberto 17.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-romagna-elezioni-comunali-50-giorni-al-voto-la-mappa-dei-candidati-sindaco-in-provincia-di-ravenna-centrosinistra-favorito-n44210 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione