Bimbi prematuri, a Ravenna arriva il counselling psicologico per le famiglie

Romagna | 27 Settembre 2019 Mamma Mia!
bimbi-prematuri-a-ravenna-arriva-il-counselling-psicologico-per-le-famiglie
Che cosa succede alle famiglie dei bambini nati prematuri o con gravi sofferenze? Chi si prende cura dei genitori anche ben oltre le dimissioni? A queste domande cerca di rispondere il nuovo progetto pensato dall’associazione «Dalla parte dei minori» e che prenderà il via nei prossimi mesi in collaborazione con la Terapia intensiva neonatale e la Pediatria dell’ospedale di Ravenna e il Centro per le famiglie. L’obiettivo è quello di dare continuità nel sostegno alla genitorialità anche dopo l’uscita dei bambini dall’ospedale, creando un gruppo di supporto attivo che aiuti mamme e papà a elaborare vissuti di sofferenza, a sintonizzarsi con i figli favorendo il loro benessere, a tirare fuori risorse.

«CONTINUITÀ NELLE CURE»
Pienamente coinvolte nel progetto saranno le psicologhe Elisa Resta e Valentina Monti dell’associazione «Dalla parte dei minori»: «Teniamo a sottolineare il fatto che la stretta collaborazione con le associazioni del territorio e con il Centro per le famiglie rappresenta la vera peculiarità di quello che andremo a fare. Il servizio sanitario pubblico già svolge una funzione di sostegno psicologico, noi offriremo un prolungamento, per andare ad aiutare i genitori che si trovano ad affrontare la prematurità, una condizione inaspettata che espone le famiglie a una situazione che si ripercuote profondamente sulla vita personale, di coppia, lavorativa, con conseguenze emotive anche a lungo termine». Il concetto chiave, dunque, è il ponte: «Vogliamo assicurare una efficace continuità delle cure nel passaggio dal contesto ospedaliero, protetto, a quello domiciliare».

IL PRIMARIO: «SERVIZIO MIGLIORE»
Soddisfatto Federico Marchetti, direttore dell’Unità operativa di Pediatria: «Questo progetto dà sostanza a due punti fondamentali della Carta dei diritti del bambino prematuro. In particolare realizza il punto 8, che indica di garantire un adeguato follow-up al bambino pre-termine e alla sua famiglia, con una presa in carico complessiva e un’attenzione anche alle dinamiche relazionali e alle problematiche psicologiche. E dà voce anche al punto 10, che parla di un coinvolgimento del terzo settore per una integrazione dei servizi già esistenti. Sia attraverso colloqui individuali che attraverso la costituzione di piccoli gruppi, le famiglie continueranno a essere seguite nel tempo. Non tutte ne avranno bisogno, certo. A seconda delle annate, la nostra Tin accoglie tra i venti e i trenta bambini ma non tutti i genitori sviluppano difficoltà che necessitino di un supporto. Ma è bene che il servizio già esistente si potenzi. Le cose si possono fare sempre meglio».
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Spero che il servizio non sia solo per i residenti a Ravenna!
Commenta news 04/10/2019 - Nicoletta cavallari
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione