Basket B Nazionale, «Vieni a... giocare in Puglia»: Blacks Faenza, c’è la novità Bisceglie

Romagna | 08 Dicembre 2023 Sport
basket-b-nazionale-vieni-a...-giocare-in-puglia-blacks-faenza-c-la-novit-bisceglie
Valerio Roila
Una storia italiana. Una di tante, ma non necessariamente come le altre. Le parole sono sempre quelle: passione, ingegno, coraggio, intraprendenza e un pizzico di fantasia. Che senza di quella, non arrivi ad immaginare di destreggiarti nella terza categoria cestistica nazionale per così tanti anni, in un paese di 50mila abitanti come Bisceglie, tradizionalmente vocato al Dio Calcio. Quello che cambia in questa storia, è l’abbrivio: un campetto alle spalle dello stadio, un nugolo di giovani del posto che diventa sempre più numeroso, ammaliati dalla palla a spicchi. Non c’erano società cittadine affiliate alla Federazione Italiana Pallacanestro, prima del 1978, quando qualcosa di concreto è sfociato, dall’ostinazione di quei ragazzi che si spellavano mani e ginocchia finché non facesse buio (di illuminazione, neanche a parlarne), ammaccando i ferri di quei canestri montati in un piazzale, nel retro dell’unica gradinata del campo sportivo appena costruito. Uno stadio che ospitò perfino una scena dell’immortale pellicola «La liceale nella classe dei ripetenti», ma questa è un’altra storia.  
All’inizio fu la Gs Basket, campionati di Prima Divisione e Promozione, con campo tragicamente all’aperto, attiguo ad una scuola elementare. Sembra di parlare di un’altra era. Si deve arrivare al 1989 per un impianto al coperto, la classica palestra scolastica, e bisogna attendere altri cinque anni per una struttura più grande, anche se con la superficie in gomma: il parquet verrà steso solo nel 2001, in quello che verrà ribattezzato come PalaDolmen, in onore dell’imponente monumento megalitico preistorico, risalente all’età del bronzo, tra le principali attrazioni turistiche della cittadina. La ridenominata As Basket l’aveva mantenuto imbattuto per tutta la stagione 1996/1997, conquistando la C1, e nel 2010, dopo un doppio salto, Bisceglie sbarca nella terza categoria nazionale, allora denominata A Dilettanti, e da allora vi è sempre rimasta, con migliori risultati una finale del tabellone playoff (2014, persa con Scafati), e due partecipazioni alle Final Eight di Coppa Italia (2017 e 2022, entrambi chiuse ai quarti). Ora incrocia per la prima volta la strada dei Raggisolaris, nel match che si giocherà al PalaDolmen domenica. Non sarà però un debutto assoluto in quell’impianto, per i Blacks reduci della scorsa stagione. Il motivo va ricercato nei giorni drammatici dell’alluvione dello scorso maggio, quando la serie playoff con Ruvo fu sospesa, e poi si optò per il cambio di campo, dato che il PalaCattani era impiegato per il soccorso ai cittadini sfollati con casa inagibile e nessun altro posto dove andare. Dopo giorni nei quali l’unico allenamento possibile per i neroverdi fu spalare il fango, quando arrivò il momento della trasferta in Puglia, furono proprio i Lions Bisceglie ad offrire la disponibilità del PalaDolmen per poter svolgere una seduta necessaria a preparare garadue con la Tecnoswitch. Ed ora, il legame tra Faenza e questa regione così lontana, ma sempre più vicina cestisticamente, si può arricchire di altri nodi, dopo quelli storici con la citata Ruvo, di cui è nota l’epopea nei momenti clou, o della storica sfida con San Severo nella Coppa Italia del 2015, fino ad arrivare ai giorni nostri, col girone adriatico che ha già fatto conoscere ai Raggisolaris la trasferta più lunga, in termini chilometrici, della loro storia, quella di Taranto, affrontata (con successo) lo scorso 12 ottobre. Il viaggio verso Bisceglie sarà poco più breve, ma mantiene il suo fascino, pensando a quei ragazzi degli anni ‘70 nel retro dello stadio, con un sogno nel cuore che volava più in alto di quei canestri a due passi dal mare.
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Follow Us
Facebook
Instagram
Youtube
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Via Severoli, 16 A
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy & Cookie Policy - Preferenze Cookie
Redazione di Ravenna

via Arcivescovo Gerberto 17
Tel 0544/1880790
E-mail direttore@settesere.it

Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, Arcivescovo Gerberto 17.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-romagna-basket-b-nazionale-vieni-a...-giocare-in-puglia-blacks-faenza-ce-la-novit-bisceglie-n41969 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione