Ravenna, tanti i progetti in corso, quelli in Darsena i più veloci

Emilia Romagna | 26 Novembre 2023 Cronaca
ravenna-tanti-i-progetti-in-corso-quelli-in-darsena-i-pi-veloci

Elena Nencini
I cantieri aperti a Ravenna sono diversi, sia quelli pubblici che i privati, lavori che hanno subito dei ritardi, prima a causa del covid, poi  dell’aumento dei costi dei materiali, adesso stanno a pieno regime e si preannuncia la fine della fase dei lavori.
L’assessora ai lavori pubblici Federica Del Conte dichiara: «E’ un ottimo segno di come procedono i cantieri in città, segno che hanno trovato la loro strada e stanno procedendo secondo il cronoprogramma».

EX AMGA
I lavori nell’ex area Amga (Azienda Municipalizzata Gas e Acqua) tra via Venezia e via di Roma sono cominciati nel 2022, dopo che l’area era stata acquisita dal gruppo Despar, con l’obbligo di restaurare le mura storiche su circonvallazione dei Goti, preservare il fabbricato industriale con la ciminiera del XIX sec., realizzare una pista ciclopedonale tra le mura di Porta Serrata e la Rocca Brancaleone. In cambio Despar ha avuto la possibilità di costruire un supermercato e una parte residenziale. 
Dopo un stop piuttosto lungo i lavori sono ripresi a giugno 2022 con la rimozione delle tre vasche di lavorazione interrate e quella del tetto in eternit dell’edificio industriale, spiega l’assessora Del Conte: «I lavori di urbanizzazione stanno procedendo con il restauro delle mura e la messa in sicurezza dell’edificio di archeologia industriale. Il prossimo 19 gennaio si svolgerà la prima seduta della Conferenza dei servizi perché Despar ottenga il permesso di costruire». Secondo i responsabili dell’azienda i lavori dovrebbero concludersi entro il 2024.

VILLA CALLEGARI 
In attesa di approvazione per le varianti richieste al progetto è la villa estiva su via Faentina (altezza scuola don Minzoni) che apparteneva alla famiglia Callegari, titolari della storica azienda che produceva teli, indumenti, scarpe e gommoni. Abbandonata per diversi decenni, il complesso (composto da villa, parco, chiesetta e un’area di servizio, di interesse storico-artistico e perciò sottoposto a tutela della Soprintendenza) fu acquistata dal Comune di Ravenna nel 1991. Il progetto nel 2003 viene affidato alla ditta Honoria srl che doveva realizzare un esercizio pubblico al piano terra ed attività culturali, espositive e di intrattenimento al primo piano. Nel 2017 è una nuova compagine societaria, la Villa Callegari srl, a subentrare alla Honoria per portare avanti il progetto. 
Adesso la società ha richiesto, come sottolinea Igor Gallonetto, assessore al patrimonio, «La possibilità di adibire alcuni locali ad uso foresteria: bisogna aspettare sia le autorizzazioni degli uffici comunali che quelli della Soprintendenza». I responsabili dell’azienda contano, entro il 2024, di terminare i lavori: verrà realizzato un ristorante-bar con dehors estivo che si affaccerà sul parco pubblico sul retro della Faentina, mentre al primo piano ci sarà un circolo culturale e una struttura ricettiva. 

INFOPOINTPIAZZALE A.MORO
Al centro di piazzale Aldo Moro, in darsena, dove si trova la stazione dei bus, un gruppo di imprenditori della città, riuniti nella società Darsena futura hanno realizzato una struttura, in vetro legno e alluminio, sotto l’intradosso delle travi reticolari di una parte dell’esistente pensilina dei bus turistici e che doveva avere funzione di bar e di servizio/accoglienza/informazioni per i turisti che arrivano. Ma non ha mai svolto queste funzioni: Francesco Mattioli uno dei soci di Darsena futura, spiega: «Noi vogliamo creare un attività e siamo in procinto di valutare alcune proposte per la gestione del bar, che degli spazi all’interno come infopoint. Siamo in trattative e speriamo di continuare al più presto, dopo il covid, è una struttura che vale abbastanza e non produce nessun tipo di reddito, ma non viene utilizzato. E’ una struttura snella, bella, in legno che potrebbe fare molto comodo in quella zona, ci dispiace che chiuderà Darsena Pop Up. Una chiusura è sempre un fattore negativo, ci vorrebbe che aprissero in Darsena almeno altri venti attività di quel tipo». 

DARSENA
Continuano i lavori per la passerella lungo il Candiano in Darsena che arriverà fino al ponte mobile. la fine dei lavori è prevista per l’inizio del 2024. Sempre in area Darsena di città sono a buon punto anche i lavori dell’Orangerie: dovrà subentrare il gestore per iniziare ad organizzare l’allestimento degli spazi.

PALASPORT 
A fare il punto sulla situazione è l’assessore Del Conte: «Il cantiere procede, si stanno effettuando le opere in elevazione, sono state ordinate 800 tonnellate di acciaio, saranno assemblate in opera. Adesso stanno procedendo alla prima capriata. Nel frattempo continuano i controlli e le verifiche  sui materiali, e si sta lavorando anche sulle gradinate interne. 
Per quanto riguarda le compensazioi lo Stato, al momento ha compensato solo il 50% dell’aumento dei prezzi del 2022. I tempi dovrebebro essere rispettati nel corso del prossimo anno». 

PISCINA
Il progetto, da 22 milioni, dovrà essere terminato, come richiesto dai fondi Pnrr, entro il 2026 e prevede la realizzazione di 3 vasche, 3 tribune, 10 spogliatoi, un centro benessere e fitness e un ristorante. Continua Del Conte: «La ditta che si è aggiudicata l’appalto sta eleaborando il progetto esecutivo, che dovrebbe essere presentato a giorni e andrà in conferenza dei servizi. L’avvio dei lavori,  è stimato a inizio 2024». 

EX CASERMA ALIGHIERI
I lavori di trasformazione dell’ex Caserma Dante Alighieri in un parco cittadino procedono. Approvato il progetto di bonfica dell’area, mentre  si è concluso il progetto di rigenerazione  con il finanziamento della Regione, mentre è avviata la gara i lavori dovrebbero iniziare  nel  2024. «Questo passaggio – spiega Del Conte – ci consente la sistemazione definitiva del cantiere e quindi la possibilità di procedere a terminare i lavori di un’opera tanto attesa».

CINEMA ASTORIA
A risollevare la sorte del Cinema Astoria ababndonato dal 2017, dovrebbe essere arrivato il romano gruppo Eufente, gestore anche del Cinemacity: il progetto sulla multisala di via Trieste a Ravenna (acquistato da Acmar nel 2022 per 400mila euro) dovrebbe esssere relativo a 5 sale cinematografiche (dedicate alla programmazione d’essai), discoteca e ristorante.  Al momento però non sono visibili nessun tipo di lavori.
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Follow Us
Facebook
Instagram
Youtube
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Via Severoli, 16 A
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy & Cookie Policy - Preferenze Cookie
Redazione di Ravenna

via Arcivescovo Gerberto 17
Tel 0544/1880790
E-mail direttore@settesere.it

Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, Arcivescovo Gerberto 17.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-emilia-romagna-ravenna-tanti-i-progetti-in-corso-quelli-in-darsena-i-piu-veloci-n41777 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione