Imola, un anno di chirurgia robotica: 320 interventi grazie al sostegno della Fondazione Cassa

Emilia Romagna | 29 Gennaio 2024 Cronaca
imola-un-anno-di-chirurgia-robotica-320-interventi-grazie-al-sostegno-della-fondazione-cassa
Un anno di chirurgia robotica ad Imola: 320 gli interventi effettuati dai professionisti di Ausl di Imola ed Aosp di Bologna con il Robot Da Vinci Xi finanziato dalla Fondazione. Ad un anno dall'avvio delle attività di chirurgia robotica ad Imola, Fondazione Cassa di Risparmio, Comune e Ausl di Imola hanno fatto il punto sulla chirurgia robotica, inaugurata il 9 gennaio 2023 con un intervento del direttore di Chirurgia generale Michele Masetti, oggi anche a capo del Dipartimento Chirurgico del S. Maria della Scaletta. Un investimento rilevante della Fondazione, operato attraverso un noleggio operativo triennale, e dell’Azienda USL di Imola, che ha fortemente rilanciato il settore chirurgico, con il reclutamento di professionisti di certificata esperienza nella chirurgia robotica, prima, appunto, il dottor Masetti, ad Imola dal 2022; quindi il dr. Stefano Tamburro direttore di Ostetricia e Ginecologia, entrato in squadra ad inizio del 2023 ed infine il dr Marco Garofalo, direttore di Urologia dall’inizio di quest’anno.  
 
Oggi la chirurgia robotica videoassistita rappresenta la frontiera più avanzata della chirurgia miniinvasiva: inizialmente pensata per assecondare le esigenze chirurgiche di accedere a distretti anatomici notoriamente difficoltosi con l’approccio laparoscopico, come la pelvi maschile, e quindi con indicazioni prevalentemente urologiche, la chirurgia robotica si è evoluta al punto da permettere l’esecuzione di interventi complessi di tutti gli organi e visceri toraco-addominali. Il robot riproduce gli stessi gesti del polso umano, consentendo libertà di movimento su 7 assi (a differenza dei 4 assi degli strumenti di laparoscopia convenzionale), ed una rotazione di quasi 360°, permettendo quindi di effettuare movimenti che non sarebbero altrimenti possibili.
 
“Un anno di attività straordinario, oltre le previsioni, per un’eccellenza sanitaria nella nostra Ausl grazie ad un importante contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola con il Presidente Rodolfo Ortolani, che ringrazio, e ad un gioco di squadra fra le Istituzioni, la governance dell’Ausl con il Direttore Andrea Rossi, con cui c'è ottima sinergia, oltre ai singoli professionisti e tutte le equipe, ai quali voglio rivolgere un sentito ringraziamento perché il vero spirito del risultato e del lavoro è il loro - ha dichiarato il Sindaco di Imola, Marco Panieri -. Il rinforzo della nostra sanità locale, la prossimità dei servizi, l’abbattimento delle liste d’attesa e la garanzia di un’alta qualificazione per il nostro ospedale, mantenendo l’autonomia, sono e restano una priorità per la nostra Amministrazione e per l’intero sistema locale, impegnandosi su una sanità locale pubblica e gratuita. Su questo è importante anche investire sulla formazione, coltivando un legame profondo per nuovi progetti con l’Università di Bologna, il Rettore Giovanni Molari e il Policlinico Sant’Orsola. Il Da Vinci XI è un tassello di un quadro più ampio di qualificazione, sviluppo e crescita che stiamo costruendo, considerando anche gli investimenti per la nuova Casa della Salute, la nuova Casa della Comunità, il CAU da poco inaugurato, la nuova camera mortuaria e altre iniziative specifiche”.
 
Come ha sottolineato il direttore generale Andrea Rossi “nel mondo sono 7500 i sistemi robotici installati, con oltre 2 milioni di interventi in crescita del 22% nel 2023 rispetto all’anno precedente. In Italia sono presenti 180 robot chirurgici, con oltre 44mila procedure al loro attivo. Ad Imola l’investimento sulla chirurgia robotica ha portato a risultati anche superiori alle aspettative. Dal punto di vista quantitativo, sono stati infatti 320 gli interventi di chirurgia robotica effettuati al Santa Maria della Scaletta nel 2023, 230 quelli in cui hanno operato i chirurghi di Imola (111 di Chirurgia generale; 52 di Urologia; 67 di ginecologia), un numero notevolmente più alto dei 150 inizialmente ipotizzati per il primo anno di attività. Circa il 95% sono stati interventi oncologici complessi”.
 
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Follow Us
Facebook
Instagram
Youtube
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Via Severoli, 16 A
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy & Cookie Policy - Preferenze Cookie
Redazione di Ravenna

via Arcivescovo Gerberto 17
Tel 0544/1880790
E-mail direttore@settesere.it

Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, Arcivescovo Gerberto 17.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-emilia-romagna-imola-un-anno-di-chirurgia-robotica-320-interventi-grazie-al-sostegno-della-fondazione-cassa-n42773 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione