RAVENNA | Capitale cultura 2019, con Agorà tre giorni per discuterne

Ravenna | 16 Aprile 2013 Cronaca
ravenna--capitale-cultura-2019-con-agor-tre-giorni-per-discuterne
Da venerdì 19 a domenica 21 la Romagna si dà appuntamento a Ravenna per discutere, programmare e fare il punto sulla candidatura a Capitale Europea. La "piazza" virtuale dell'Almagià sarà trasformata ogni giorno in uno scenario diverso. Tutto pronto per "Agorà2019 - La parola alla Cultura", la tre-giorni organizzata per fare il punto sulla cultura in Romagna e per presentare la candidatura di Ravenna e del territorio a "Capitale europea": una iniziativa senza precedenti che dal 19 al 21 aprile riunirà nelle "Artificerie Almagià" centinaia di persone a vario titolo coinvolte. Interverranno infatti amministratori pubblici e privati cittadini, operatori e gruppi, docenti ed esperti per discutere e progettare, con particolare attenzione ai risvolti economici della cultura.

Grazie a Ravenna2019, dunque, e al sostegno della Regione, la Romagna si unisce per la prima volta allo scopo di condividere politiche e progetti culturali in un vero e proprio "laboratorio" che sarà approntato nell'ex-opificio. Un esperimento inedito non solo perché coinvolge, contestualmente e per tre giornate, tutte le città romagnole, ma anche per il modo in cui si realizza: la sede avrà ogni giorno un allestimento diverso in funzione del diverso programma da svolgere, con diversi cambi di scenario. Agorà in effetti può essere paragonata a un'opera in tre atti: in ciascuno cambia la scenografia ma i protagonisti restano i Cittadini e la Cultura. Cultura dei cittadini e per i cittadini, verso il 2019 e oltre.«Tuttavia Agorà - precisano i promotori - non è un incontro a porte chiuse riservato agli addetti ai lavori: l'iniziativa è aperta alla cittadinanza, in nome dei valori di condivisione e trasparenza che hanno caratterizzato, e continueranno a caratterizzare, il percorso di preparazione della candidatura. Chiunque può pertanto affacciarsi e intervenire sulla "piazza" virtuale e mutevole che sarà creata e animata per tre giorni nell'Almagià. Agorà promette di divenire un caso di studio non solo nell'ambito della progettazione partecipata ma anche nella storia dei percorsi di costruzione delle candidature a Capitale Europea della Cultura».Il primo giorno - venerdì 19, intitolato "Gli stati generali della cultura" - dopo i saluti del Sindaco Fabrizio Matteucci e del coordinatore della candidatura Alberto Cassani, i lavori saranno introdotti da Roberto Grandi, dell'Università di Bologna, con una relazione intitolata 'Cultura, sviluppo, territorio'; seguirà una tavola rotonda fra gli assessori alla cultura degli enti che sostengono il Comune di Ravenna in vista del 2019: Provincia di Ravenna, Comuni di Forlì, Cesena, Faenza, Rimini e Unione dei Comuni della Bassa Romagna; con loro l'Assessore regionale alle Attività Produttive, Giancarlo Muzzarelli; farà gli onori di casa Ouidad Bakkali, Assessore alla Cultura del Comune di Ravenna, modera l'attore Marco Cavalcoli.Il pomeriggio del 19 sarà invece dedicato a "Percorso, metodi e strumenti" della candidatura di Ravenna e delle città romagnole: relazioni di Nadia Carboni, Project Manager di Ravenna2019, e presentazione delle idee progettuali della Romagna (eccetto Ravenna) da parte dei Comitati Artistico-Organizzativi di Forlì, Cesena, Rimini, Faenza e Comuni della Bassa; a seguire, dibattito aperto agli operatori e alle realtà culturali del territorio.La seconda giornata di "Agorà2019", sabato 20 aprile, s'intitola invece "La parola ai cittadini": l'intera sala dell'Almagià, moderna "piazza" coperta e attrezzata, si trasformerà in uno spazio ideativo partecipato, seguendo i criteri dell'Open Space Technology, con micro-aree di discussione create da separè per favorire il dialogo e l'incontro; parteciperà Marianella Sclavi, del Politecnico di Milano.La terza e conclusiva giornata, domenica 21 aprile, infine, è la volta dei gruppi di lavoro ravennati: "La parola ai working groups", così è stata intitolata, sarà aperta dai saluti di Sergio Zavoli, Presidente del Comitato Promotore, e Massimo Mezzetti, Assessore regionale alla cultura; poi i coordinatori dei 15 gruppi presenteranno le idee progettuali della città di Ravenna; coordina Lorenzo Donati, del Comitato Artistico-Organizzativo di Ravenna2019.Info: www.ravenna2019.eu
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Follow Us
Facebook
Instagram
Youtube
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Via Severoli, 16 A
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy & Cookie Policy - Preferenze Cookie
Redazione di Ravenna

via Arcivescovo Gerberto 17
Tel 0544/1880790
E-mail direttore@settesere.it

Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, Arcivescovo Gerberto 17.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it n2200-ravenna-capitale-cultura-2019-con-agor-tre-giorni-per-discuterne 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione