Fattore a richiesta a Sant'Antonio: Igor Montanari presenta il progetto 'Ortiamo'

Ravenna | 20 Gennaio 2017 Cronaca
fattore-a-richiesta-a-santantonio-igor-montanari-presenta-il-progetto-ortiamo
Zucca in autunno, pomodori e zucchine in estate, accanto a colorate melanzane solo da lavare e mettere in padella. Sono solo alcune delle possibilità offerte dal progetto «Ortiamo», originale start up nata due anni fa nelle Marche e da oggi disponibile anche a Ravenna. Ad idearla sono stati Francesco e Mirko Tassi, fratelli co-fondatori della piattaforma web che permette di creare un proprio orto. In città il progetto è portato avanti da Igor Montanari, giovane agricoltore di Sant’Antonio che, in una settimana, ha già ricevuto numerose richieste. Chi è interessato si rivolge al sito www.ortiamo.it e può scegliere tra servizio base, in cui si diventa contadini, quello intermedio, dove è prevista consulenza, e il servizio completo, «che è di gran lunga il più scelto - spiega Francesco Tassi -. In questo caso è il fattore a consegnare direttamente a casa i prodotti». Sul sito ci si crea il proprio orto ideale: ognuno può decidere lo spazio da dedicare a ciascun ortaggio, che si potrà coltivare o lasciare che il fattore lo faccia al posto nostro. Si possono scegliere spazi da 20 a 60 metri quadrati, con una spesa che va dai 25 ai 100 euro mensili. «Non pensavamo, ma riceviamo moltissime richieste - sottolinea Tassi-. Per il momento pensiamo di partire con una cinquantina di orti, non di più, proprio per garantire che siano effettivamente come sono stati creati sul web. Il principio cardine è il rispetto di tempi della natura, nessuno usa pesticidi o fertilizzanti, per questo consegniamo pomodori con ammaccature o insalata con lumache». E si va ben oltre il chilometro zero. «Chi vuole, anche se lascia la coltivazione al fattore, può andare a raccogliere direttamente le proprie verdure a Sant’Antonio». E’ qui, infatti, che Igor Montanari ha messo a disposizione parte del suo appezzamento. «Siamo on-line da una settimana e abbiamo già molte richieste - racconta il fattore - che per lo più riguardano il tutto compreso. Un orto in affitto gestito dal fattore è una formula nuova che qui non c’è mai stata, speriamo che la curiosità si trasformi in volontà concreta». Il sito, ovviamente, presenta terreni disponibili dalla prossima primavera, che verranno divisi tra coltivazioni estive ed invernali. Il progetto è sbarcato da quest’anno in Romagna e, dopo Ravenna, guarda già alle zone di Forlì e Cesena. «Attualmente siamo concentrati sulla verdura, ma la frutta potrebbe essere lo step successivo - racconta Montanari -. Vengo da una tradizione contadina e credo che quando si nasca nel mondo agricolo prima o poi si finisca per tornare alla terra. Lavorarla mi è sempre piaciuto e con questo progetto ho la possibilità di rimanere legato a questo ambiente». Federica Ferruzzi
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Proprietario “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi editoria L. 250/90


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione