RAVENNA: Morelli direttore ufficiale del Ps, “inappropriato il 35% degli accessi”

CONDIVIDI Condividi
Oltre il 35% degli accessi è inappropriato. A dirlo è Andrea Morelli, appena nominato direttore dell’Unità operativa “Pronto soccorso – Medicina d’urgenza” dell’ospedale di Ravenna. Con la sua nomina, tutti i sette pronto soccorso della Romagna risultano avere, al momento, un primario stabile. Morelli raccoglie l’eredità della collega Maria Pazzaglia, un’eredità definita “importante” dal direttore sanitario dell’Ausl Romagna Stefano Busetti, che insieme al direttore medico dell’ospedale Paolo Tarlazzi, ha spiegato che per diminuire il numero di pazienti che ricorrono all’emergenza sia necessario lavorare per strutturare meglio le risposte del territorio, ambulatoriali o domiciliari che siano. Sono 95mila, infatti, le persone che ogni anno si rivolgono al pronto soccorso di Ravenna.
 
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione