ROMAGNA: Piattaforme, Eni chiude i primi due impianti

CONDIVIDI Condividi
Già dall’inizio dell’anno Eni aveva annunciato un programma di dismissione di alcune delle 60 piattaforme che si trovano tra Ravenna e Cervia, non tutte in produzione. Una decisione presa ancora prima del decreto blocca-trivelle confermato, nei fatti, dal premier Giuseppe Conte a settembre che ha ribadito la moratoria di 18 mesi introdotta dal Governo precedente.
Se Eni ha congelato l’investimento di 2 miliardi di euro previsti per i prossimi 4 anni in attività di sviluppo e mantenimento degli asset nell’offshore adriatico, ha avviato invece il decommissioning offshore relativo al Distretto di Ravenna che prevede un impegno economico di circa 150 milioni di euro in quattro anni con 33 pozzi da chiudere e 15 strutture da dismettere.
Ad essere state chiuse, come si legge sui quotidiani locali, sono state la piattaforma Armida, a 13 chilometri da Ravenna, e Regina 1, davanti a Rimini.
Appena sarà completato l’iter autorizzativo si procederà allo smantellamento di altre tre piattaforme: PC 73 al largo di Ravenna, Ada 3 (Chioggia) e Azalea A (Rimini).
Nel frattempo Eni ha aperto un bando per lo smantellamento delle piattaforme che chiuderà a settembre 2020.
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione