Ravenna, Nidi e scuole d'infanzia, le patologie degli operatori nel report "Abbi cura di te"

CONDIVIDI Condividi
Svolgono una professione che li gratifica molto, ma che li porta a passare diverse ore con i bambini in braccio o a inginocchiarsi a terra e devono costantemente relazionarsi con figure genitoriali, con il rischio di veder scoppiare un conflitto. E’ questo l’identikit di lavoratrici e lavoratori di nidi e scuole d’infanzia al centro del report “Abbi cura di te” sulle patologie di origine professionale voluto dalla Fp e dall’Inca Cgil (in collaborazione con la Fondazione Di Vittorio) e presentato il 3 settembre alla Camera del lavoro di Ravenna dalle 11 alle 13. La ricerca evidenzia come almeno il 50% dei lavoratori degli asili nido e delle scuole per l’infanzia - maestri, educatori, operatori, addetti alla cucina e personale ausiliario - riscontri la presenza di problemi fisici alla schiena e abbia vissuto aggressioni verbali nella relazione con i genitori dei bambini. L’indagine è stata svolta su un campione di oltre 600 lavoratori, per il 97% donne, e sottolinea come il lavoro negli asili nido e nelle scuole dell’infanzia possa essere molto complesso e gratificante al tempo stesso. “Nonostante le difficili condizioni di lavoro - sottolineano dalla Cgil - non stupisce che la maggior parte delle lavoratrici, circa l’85%, si ritenga soddisfatta di poter svolgere queste professioni. D’altra parte, l’indagine ci restituisce una descrizione piuttosto critica delle condizioni di lavoro e di salute cui queste lavoratrici sono sottoposte. È dunque necessario, una volta comprese le criticità del settore, elaborare dei percorsi di tutela dei lavoratori, sia a livello individuale che collettivo, che comprendano nuove assunzioni, allo scopo, tra gli altri, di suddividere i carichi di lavoro, oltre che per rispettare il rapporto numerico insegnante-bambino, per prevedere percorsi di pensionamento specifici per la professione, contrastando la tendenza di tante Amministrazioni a risparmiare sul costo del lavoro”.
 
 
 
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione