Volley Superlega, viaggio tra i “bomber” di Ravenna: Rychlicki sulle orme dei più forti

Romagna | 24 Novembre 2018 Sport
volley-superlega-viaggio-tra-i-abombera-di-ravenna-rychlicki-sulle-orme-dei-pia1-forti
Marco Ortolani - La Consar ha un nuovo bomber: dopo 8 giornate di campionato, le prestazioni del 22enne Granduca lussemburghese Kamil Rychlicki (che si pronuncia più o meno «richlizchi») autorizzano a credere che la qualità della «pesca» di mercato di Bonitta sia la stessa che lo scorso anno portò a Ravenna l’austriaco Buchegger (passato al Monza, ma da mesi in lunga convalescenza dopo un grave infortunio al ginocchio).
Rychlicki è un posto quattro, un martello prestato al ruolo di bomber. L’imminente rientro del titolare designato Argenta apre dubbi di formazione. Che fare quando tornerà l’opposto veneto? Schierarlo e riportare Kamil nel suo ruolo naturale? Il Granduca saprà ripetere da martello le stesse meraviglie di queste settimane? E Argenta sarà ugualmente affidabile? E come retrocedere in panchina l’ottimo Raffaelli, fra i migliori nel 3-0 di domenica contro Latina? Per il momento il tecnico Graziosi preferisce prendere tempo: «Ci penseremo - ha glissato - giocherà chi darà migliori garanzie».
La schiacciata è il colpo che caratterizza la pallavolo. Il giocatore che mette tanti palloni a terra è quasi sempre la stella della squadra e colui che raccoglie il maggior entusiasmo del pubblico.
Fino a metà degli Anni Ottanta anche ai cannonieri più forti era chiesto l’onere della ricezione. Fu il grande Doug Beal, allenatore degli Stati Uniti, a cambiare per sempre il gioco: a ricevere ci pensano, per sei fasi su sei, solo i due schiacciatori; il centrale di seconda linea (oggi sostituito dal libero) dà sostegno sulle battute in salto, mentre l’opposto può dedicarsi ai soliti compiti di attacco.
In pochi anni tutte le squadre si trasformarono in questo modo. A Ravenna il primo attaccante puro fu il croato Nurko Causevic, 2 metri di instancabile potenza dalla prima e dalla seconda linea. Nel grande Messaggero il ruolo fu rivestito dal leggendario americano Steve Timmons (che lo aveva imparato direttamente da Beal) e poi da un altro fuoriclasse come Fomin. Grazie al meccanismo di punteggio con il cambio palla il californiano riuscì a segnare 55 punti in una partita e il russo-ucraino ben 59, mentre il bulgaro Gavrilov arrivò a 62 (record assoluto per giocatori di Ravenna).
Gli italiani Giombini e Biribanti furono gli ultimi opposti di Ravenna prima dell’addio alla A1 (anno 2000). Al ritorno in A1 compiti assegnati al deludente polacco Grutzka (poi spodestato dalla riserva Moro), quindi a Bellei (sempre Moro a riguadagnarsi il ruolo a campionato in corso). Poi l’olandese Klapwick, il brasiliano Renan e, per due stagioni, il californiano Torres, che stabilì il record (per il rally point system) con 33 punti. Lo scorso anno Ravenna applaudì la rivelazione austriaca Buchegger (che eguagliò Torres a 33, nella magica partita di play off contro il Perugia).
E arriviamo al Granduca, che ha già segnato un 28 e un 27, ma che non ha ancora avuto a disposizione una partita di cinque set, quella che ovviamente consente i bottini maggiori. I 161 punti in 8 partite sono però sufficienti per il quarto posto fra i cannonieri del campionato e per dire che, a Ravenna, è nata una nuova stella schiacciante.
 
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravenna.confcooperative.it
Vai a https://www.decoindustrie.it
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

via Zanelli, 8
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544 1880790
Faenza - tel. 0546 20535
E-mail: pubblicita@settesere.it
Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Proprietario “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione