Volley Superlega, la Consar ha già scoperto il peso del suo braccio armato Ter Horst

Romagna | 01 Novembre 2019 Sport
Marco Ortolani
La Consar entra nel mese di novembre ossigenata dai 3 punti colti in Ciociaria, a Veroli, sul campo del Sora. Tre punti imprescindibili sia dal punto di vista «aritmetico» (perché si è mossa la classifica e si è mandata subito all’angolo una delle previste rivali-salvezza) che da quello morale, perché consentono al nuovo gruppo di Bonitta di stringere subito fra le mani un risultato importante che dà una prima quadratura alle ambizioni più o meno svelate che hanno animato il pre-campionato.
Il livello espresso è stato da inizio stagione, con molti meccanismi da oliare. Ma il comandamento di partenza era quello, sempre scomodo, del risultato da conquistare a tutti i costi, più per evitare i traumi di una sconfitta che per la gloria della vittoria. Il protagonista, a Veroli, è stato il 28enne olandese Thijs Ter Horst, che ha giocato una partita sontuosa. Qualche sbavatura in ricezione è stata compensata da 27 punti personali, frutto di un ace e di 26 attacchi vincenti su 44 tentativi (un 59% ottimo, per un attaccante di palla alta). La performance del tulipano ravennate lo porta addirittura al secondo posto della classifica generale dei marcatori, alle spalle del connazionale di origine africana Abdel Aziz, terminale principale dell’attacco di Milano. Fra i suoi 44 colpi vincenti si evidenziano ben 18 break point (azioni con la squadra in battuta) che indicano come Ter Horst non tremi affatto anche quando è chiamato a chiudere il contrattacco, assumendosi responsabilità che normalmente sono dell’opposto, ma che ha ben affinato nei tre anni coreani, dove il suo fisico e la sua tecnica lo rendevano riferimento fisso per i palloni più pesanti. Girandola, invece, nel ruolo di centrale dove, oltre ai due titolari di partenza, Cortesia e Alonso, hanno avuto spazio durante la gara anche Bortolozzo e Grozdanov. Domenica il campionato si ferma per la Supercoppa e quindi il volley tornerà al Pala De Andrè solo tra una settimana proponendo proprio la sfida fra i due bomber olandesi giovedì 7 novembre: Abdel Aziz (che, per ruolo, deve concentrarsi sui grandi bottini) contro Ter Horst (che ha maggiori compiti di uomo-squadra). Intorno a loro due squadre interessanti che rappresentano più imperi finanziari e non si battono più per il titolo, come accadeva nei primi Anni Novanta, ma che sono da tempo laboratori di pallavolo che sanno dare qualità al campionato, con la grande Milano a fungere da «provinciale» a differenza di quanto accade nel calcio, nel basket e in tanti altri sport. Ravenna, che provinciale lo è più o meno sempre stata, si lancerà all’arrembaggio, per far vedere al proprio pubblico quantomeno la capacità di potersela giocare con tutti, obiettivo dichiarato (insieme alla salvezza) per questa stagione. 
 
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione