Volley A2, il tecnico Bendandi non mette alcun limite alla Teodora: "Mi hanno chiesto la salvezza, io voglio di più

Romagna | 05 Ottobre 2019 Sport
volley-a2-il-tecnico-bendandi-non-mette-alcun-limite-alla-teodora-quotmi-hanno-chiesto-la-salvezza-io-voglio-di-pia1
Marco Ortolani
Prende il via domenica il campionato femminile di volley di serie A2. Venti le formazioni al via (due in più della passata stagione ed è comunque un dato incoraggiante), divise in due gironi secondo criteri casuali, distribuendo equamente il nord e il sud nei due raggruppamenti. 
Al termine della prima fase (18 giornate) le cinque migliori di ciascun girone saranno ammesse alla poule promozione, la cui vincitrice sarà ammessa alla serie A1 2020/2021. 
Un altro posto per la A1 sarà assegnato con playoff che vedranno la partecipazione delle sette classificate dal 2° all’8° posto e (novità) la prima della poule retrocessione, aggiungendo così un po’ di pepe anche al campionato di chi è andato male nella prima fase. Altra novità sarà il trasporto dei punti dalla prima fase alla seconda: lo scorso anno la dote era costituita solo dai punti conquistati negli scontri diretti, mentre quest’anno tutti i punti della prima fase saranno buoni per la seconda. 
Geograficamente abbiamo 12 squadre del Nord, 2 del Centro, 4 del Sud, le isolane dell’Olbia e il solito Club Italia, di stanza a Milano, formato dai migliori talenti azzurri in età scolastica. L’Olimpia Teodora, al suo terzo campionato di A2 consecutivo, è stata inserita nel girone B, considerato più equilibrato, mentre nel girone A vi sono squadre più deboli che consentiranno punti più facili alle migliori, che potranno così avvantaggiarsene nella seconda fase. Piuttosto scomode le trasferte della prima fase: la più breve sarà a Macerata (ben 225 km), mentre le altre emiliano-romagnole (Castelnuovo Rangone, Sassuolo e San Giovanni Marignano) sono nell’altro girone. La giocatrice più anziana è la leggendaria italo-cubana del Castelnuovo, Taymaris Aguero, autentica leggenda del volley femminile in campionato e con la nazionale.
«Ho conoscenza diretta di poche atlete e di poche squadre di questa categoria -  ammette coach Simone Bendandi, che l’anno scorso operava da secondo in A1 a Scandicci - ma sono focalizzato al massimo sul lavoro e sul valore della mia squadra. La società mi ha dato come unico traguardo di classifica quello della conservazione della categoria, ma io sono convinto che la squadra abbia possibilità superiori a questo traguardo. Il nostro compito sarà quello di giocare bene, fare più punti possibile, crescere e far valere le potenzialità delle atlete».
Si comincia domenica da Baronissi: «Sì, sarà una lunga trasferta (600 chilometri, ndr) ma anche questo servirà per cementare le armonie di squadra che sono già molto ben avviate, al di là dei singoli valori». L’esordio interno sarà al Pala Costa contro il Trento, domenica 13 alle 18 (sarà giorno e orario abituale delle gare). «E’ la squadra che tutti indicano come favorita ed è ai vertici della A2 da tempo. Per noi sarà una prima verifica importante».
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione