settesere it notizie-romagna-vaccini-donini-ass-alla-sanita-arigidi-protocolli-di-sicurezza-per-le-scuolea.-angelini-dip.-sanita-pubblica-ada-ottobre-mezzi-mobili-per-vaccinarsi-anche-davanti-alle-scuolea-n30748 001
Vai a https://agriturismo.emilia-romagna.it/it
Vai a https://agriturismo.emilia-romagna.it/it

Vaccini, Donini (ass alla sanità): «Rigidi protocolli di sicurezza per le scuole«. Angelini (dip. sanità pubblica): «Da ottobre mezzi mobili per vaccinarsi anche davanti alle scuole«

Romagna | 12 Settembre 2021 Cronaca
vaccini-donini-ass-alla-sanita-rigidi-protocolli-di-sicurezza-per-le-scuole.-angelini-dip.-sanita-pubblica-da-ottobre-mezzi-mobili-per-vaccinarsi-anche-davanti-alle-scuole
In occasione dell'iniziativa "Tieni in forma il tuo cuore" dedicata alla prevenzione del rischio cardiovascolare, l'assessore alla sanità della nostra regione, Raffaele Donini è stato a Ravenna la mattina del 12 settembre. "La sanità torna in piazza- in sicurezza, ma lo fa- e per questo ringrazio tutta la rete cardiologica della regione, le Asl, la sanità pubblica, i medici di medicina generale e le associazioni di volontariato coinvolte". Oltre al plauso per l'iniziativa che, in tre dei 6 weekend in programma in diverse città dell'Emilia Romagna ha già registrato mille cittadini che si sono sottoposti ad un check up gratuito all'interno della clinica mobile, l'assessore Donini ha fatto il punto sulla gestione della pandemia nella nostra regione e sull'andamento della campagna vaccinale. "L'indice Rt è in diminuzione così come lo è la saturazione dei reparti di terapia intensiva. La situazione è sotto controllo per quanto riguarda l'ospedalizzazione, ma ciò non significa che si possa abbassare la guardia. Pochi giorni fa abbiamo ricevuto l'encomio del Generale Figliuolo poichè l'Emilia Romagna è sopra la media nazionale con un 83% di cittadini che hanno ricevuto la prima dose di vaccino e un 76% che ha completato il ciclo vaccinale. Entro il mese dovremo arrivare all'80%. Dal 20 settembre inizieremo a somministrare la terza dose agli immunodepressi, le categorie molto fragili che sono già state vaccinate, ma che, in ragione della loro patologia, non hanno dato una risposta anticorpale adeguata. Verranno contattati dai sanitari per fissare gli appuntamenti. Verosimilmente entro l'anno il Governo chiederà di somministrare una terza dose anche agli ultra 80enni, ai degenti delle Cra e ai sanitari, i primi a ricevere il vaccino a fine 2020". Donini, dati alla mano, ha voluto rivolgere ancora una volta un invito alla cittadinanza a vaccinarsi, "il Covid ha imposto la sua regola, indipendente da ogni delibera nazionale o regionale: da quando è comparso ha portato il 5% di contagiati in ospedale, di questi una parte anche in terapia intensiva o, purtroppo, alla morte. Ora la percentuale si è dimezzata e la vaccinazione protegge all'87% dal contagio, al 95% dall'ingresso in terapia intensiva e dal decesso e al 94% dall'ospedalizzazione. Oggi registriamo numeri più bassi perchè la popolazione vaccinata respinge il covid o, se lo dovesse prendere non sviluppa la malattia mentre nelle terapie intensive non si sono più solo gli anziani, ma cittadini di ogni età. Per questo rinnovo l'invito a vaccinarsi, non tanto agli over 60 che siamo riusciti a vaccinare al 90%, ma ai cittadini dai 30 ai 59 anni perchè l'autunno sta arrivando e il rischio per loro è concreto. Ricordo che stiamo passando da una vaccinazione di massa su prenotazione ad una su presentazione dunque molto più agevole per il cittadino che può vaccinarsi anche nelle cliniche mobili sul territorio". E sulla ripartenza delle scuole e il rischio di un aumento dei contagi, Donini ha spiegato come negli stati Europei dove le scuole sono già iniziate si è registrato effettivamente un aumento dei casi, ma ha sottolineato come da noi gli istituti riaprono con protocolli di sicurezza molto rigidi, il 95% degli insegnanti è vaccinato e così come il 67% dei cittadini nella fascia 12-19 anni ha completato il ciclo vaccinale e il 50% ha ricevuto la prima dose. "Abbiamo aumentato i mezzi pubblici per il trasporto scolastico e il dipartimento di sanità pubblica da un lato parteciperà all'azione di monitoraggio che la struttura commissariale attiverà dall'ultima settimana di settembre con i tamponi molecolari-salivari da non confondere con i test rapidi, dall'altro lato metterà in campo azioni tempestive di indagine epidemiologica dovessero comprarire nuovi casi che però non vedono automaticamente la classe per intero come contatto ristretto, ma verrà usata una maggiore precisione. Continueremo comunque a dare la possibilità di farsi tamponi rapidi almeno una volta alla settimana in farmacia e a nostro carico a coloro che non possono vaccinarsi per patologie pregresse o perchè minori di 12 anni. Chi non vuole vaccinarsi, invece, potrà sottoposri al tampone rapido in farmacia al prezzo calmierato di 8 euro per la fascia di età 12-19 e 15 euro per tutti gli altri". Raffaella Angelini, direttice del dipartimento di sanità pubblica di Ravenna ha aggiunto come si stiano promuovendo i mezzi mobili in giro per il territorio dove ci si può vaccinare. "Abbiamo già fatto incontri con l'ufficio scolastico provinciale ed alcuni dirigenti scolastici per proporre, da ottobre, la vaccinazione al mattino su un mezzo mobile davanti alle scuole coinvolgendo sia i maggiorenni che possono farlo senza consenso che i minori, approfittando del momento in cui vengono accompagnati dai genitori. E' un'opportunità ulteriore non assolutamente un vincolo: chi vuole potrà uscire dalla classe per vaccinarsi per poi rientrare. Al momento ci siamo accordati con l'Alberghiero di Cervia, frequentato da molti ragazzi delle frazioni limitrofe che necessitano di usare i mezzi pubblici, con i licei di Lugo e con un istituto superiore di Ravenna".
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy (Preferenze Cookie)
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-romagna-vaccini-donini-ass-alla-sanita-arigidi-protocolli-di-sicurezza-per-le-scuolea.-angelini-dip.-sanita-pubblica-ada-ottobre-mezzi-mobili-per-vaccinarsi-anche-davanti-alle-scuolea-n30748 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione