settesere it notizie-romagna-sportivo-dell-anno-il-trionfo-di-baroncini-ail-mio-2021amerita-un-bel-9-ora-vincera2-da-professionistaa-n32160 001
Vai a http://emiliaromagnacultura.it/
Vai a https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/

Sportivo dell'anno, il trionfo di Baroncini: «Il mio 2021? Merita un bel 9, ora vincerò da professionista»

Romagna | 31 Dicembre 2021 Sport
sportivo-dellanno-il-trionfo-di-baroncini-il-mio-2021-merita-un-bel-9-ora-vincera2-da-professionista
Tomaso Palli
Il 2021 oramai in archivio è un anno che Filippo Baroncini non dimenticherà tanto facilmente. Non tanto perché eletto sportivo dell’anno dalla giuria di setteserequi («non lo sapevo - ha commento - ma sono molto contento e ringrazio tanto chi mi ha votato»), ma per un’escalation di risultati che hanno portato l’alfiere delle nuove leve del ciclismo italiano sul tetto del mondo. Non capita a tutti, infatti, di presentarsi al professionismo vestendo quella maglia arcobaleno che certifica il titolo di campione del mondo in linea Under 23. Ma il ciclista massese classe 2000 è solo all’inizio del percorso, il ragazzo lo sa bene ed infatti sta già pedalando, tra le colline romagnole dove ha fin qui trascorso le feste, per una stagione di gare già alle porte. La sua prima da professionista, in un mondo che ha imparato a conoscere negli ultimi mesi del 2021 da stagista con la Trek Segafredo e nel primo ritiro, in Spagna a metà dicembre, proprio con il team statunitense. 
Baroncini, come sta andando l’inverno?
«Ho avuto qualche problema al ginocchio. Tornato dalle vacanze ho subito ripreso con le prime pedalate e un po’ di palestra. E, forse da qui, sono arrivati i problemi».
Com’è successo?
«Non lo so (ride, ndr). Si è formato un edema sul piatto tibiale, una cosa che solitamente accade quando ricevi traumi o cose del genere. Si era poi infiammato il menisco e si pensava che il problema fosse solo lì, dove mi faceva male. Ora, incrociando le dita, tra osteopata, riposo e terapie, è praticamente tutto a posto».
Prima delle feste, in Spagna con la Trek Segafredo: il suo primo ritiro da professionista…
«È così, in un ambiente totalmente nuovo per me! Per intenderci, c’erano 150 persone a seguire noi, un team di 40. Già così si percepisce il livello. Ho visto tantissima professionalità con persone che lavorano al 100% per noi con l’obiettivo di farci ottenere il massimo». 
Ora il suo 2021: che voto si dà?
«Nove! Manca un punto al dieci per quelle maglie sfuggite per poco durante l’anno. Ma sono ovviamente molto soddisfatto».
Highlights dell’anno: accanto alla vittoria del Mondiale, cosa si porta dietro?
«Due altre vittorie: la sorpresa alla crono del Giro d’Italia (quarta tappa, ndr) e la vittoria in Francia, a L’Étoile d’Or con la maglia della Nazionale (seconda tappa, ndr)». 
Ora guardiamo avanti: ha già il programma delle prime gare?
«Inizierò il 10 febbraio in Francia al Tour de la Provence. La tappa successiva è in Portogallo e poi ritornerò in Belgio (dove ha vinto il Mondiale, ndr)».
Cosa chiede al suo 2022?
«Vorrei continuare a crescere ed essere competitivo come dimostrato a Peccioli (4° alla Coppa Sabatini con i professionisti, ndr). E portare a casa tanti buoni risultati completando ogni compito che mi chiederà la squadra». 
E un sogno?
«La prima cosa, quella più importante, è che il ginocchio sia davvero a posto. E poi… beh, qualche vittoria. Sì, qualche…».
È appassionato di FantaCycling?
«L’ho fatto solo una stagione. Ma forse quest’anno…».
Quest’anno ci sarà anche lei. Si comprerà?
«Certo! E mi consiglio a tutti (ride, ndr). L’importante è che poi non mi scrivano insulti... Non dovrebbe succedere: considerando la spesa, potrei essere un buon investimento. Ma sottolineo, potrei».
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy (Preferenze Cookie)
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-romagna-sportivo-dell-anno-il-trionfo-di-baroncini-ail-mio-2021amerita-un-bel-9-ora-vincera2-da-professionistaa-n32160 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione