Socializzazione nel cucciolo: come, quando e perché. Parla l'educatrice cinofila Carlotta Nucci

Romagna | 22 Aprile 2023 Qua la zampa
socializzazione-nel-cucciolo-come-quando-e-perchac.-parla-leducatrice-cinofila-carlotta-nucci
Iniziamo in questo numero la collaborazione con l’educatrice cinofila Carlotta Nucci del centro Wild dog training asd Faenza che su queste pagine darà suggerimenti utili sulla gestione dei nostri pet.Avrete sicuramente sentito dire che la socializzazione per un cucciolo è fondamentale: niente di più vero. Ma è altresì vero che in una fase così delicata bisogna agire con estrema cautela e consapevolezza. Il cane è un animale sociale, e a differenza del suo “cugino” lupo è estremamente plastico perché spesso accetta di buon grado non solo di conoscere cani estranei che incontra per strada o nei parchi, ma anche l’arrivo di un nuovo pet in famiglia. C’è una fase specifica, una finestra di apprendimento massimo, entro la quale il cane sedimenta tutto ciò che di positivo (ma, ahimè, anche di negativo!) ha sperimentato: questa fase, detta appunto di “socializzazione”, va dai 21 giorni ai 4 mesi circa. Sarebbe quindi importante, in questo lasso di tempo, offrire al cane una serie di esperienze controllate e bilanciate: partecipare alle “classi di socializzazione” in cui decine di cuccioli si ritrovano in un contesto caotico ed emotivamente impegnativo non favorirà la loro propensione alla socialità, ma anzi, potrebbe avere l’effetto contrario. Quando, poi, viviamo in città non favoriamo certo degli incontri spontanei, agevoli o rilassanti poiché siamo contornati da un quadro piuttosto stressante: rumori, caos, spazi stretti, guinzagli corti, fretta. Può capitare che il cane viva con uno stato d’animo non positivo l’incontro coi suoi simili. E’ importante, poi, sottolineare che per “socializzazione” non si intende solo l’approccio intra-specifico (cane-cane) ma anche quello con altre specie (umani, gatti o altri animali con cui il cucciolo si troverà a vivere/incontrare) e con ambienti diversificati o in momenti differenti della giornata (c’è molta differenza fra una passeggiata con la luce o al buio, con forti raffiche di vento piuttosto che con la pioggia). Sarebbe anche importante, nei primi tempi e proprio per favorire l’innata curiosità del cucciolo nei confronti delle persone, evitare di permettere ad ogni passante di accarezzarlo, manipolarlo rischiando di invadere il suo spazio personale e di creare in lui una eventuale tendenza, da adulto, alla fuga o ad uno stress legato agli incontri. I cani sono altamente sociali, e lo sono specialmente nei confronti di altri cani ed umani (hanno una propensione naturale verso di noi dovuta alla coevoluzione avvenuta nell’arco di migliaia di anni). Hanno però bisogno di interazioni dosate nei modi, nei contesti e con gli individui giusti. Siate dunque accorti, presenti ma soprattutto fatevi consigliare da un esperto su come muovervi in questo meraviglioso, ma complesso periodo della vita del cucciolo, che diverrà la base di buona parte del suo benessere futuro.
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Via Severoli, 16 A
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy & Cookie Policy - Preferenze Cookie
Redazione di Ravenna

via Arcivescovo Gerberto 17
Tel 0544/1880790
E-mail direttore@settesere.it

Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, Arcivescovo Gerberto 17.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-romagna-socializzazione-nel-cucciolo-come-quando-e-perche.-parla-l-educatrice-cinofila-carlotta-nucci-n38304 007
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione