settesere it notizie-romagna-scuola-provincia-di-ravenna-parla-martinez-aspazi-pia1-ampi-e-regole-ragazzi-siate-responsabiliaa-n25691 001

Scuola, provincia di Ravenna, parla Martinez: «Spazi più ampi e regole, ragazzi siate responsabili »

Romagna | 13 Settembre 2020 Cronaca
Silvia Manzani
«Se parliamo di edilizia scolastica, direi che la situazione in provincia è davvero molto buona. Rispetto alla possibilità di realizzare entrate e uscite in sicurezza diversificando gli ingressi, è buona. Restano da finire gli infissi per il ricambio d’aria al “Ginanni” e al “Nullo Baldini” di Ravenna, così come in uno dei plessi del “Bucci” di Faenza. In questo senso non saremo pronti per il 14 settembre ma faremo in modo che i lavori non interferiscano con la vita scolastica degli alunni e dei professori. Per tutto il resto, saremo a regime a partire dalla prima campanella». Maria Luisa Martinez, consigliera provinciale con delega all’edilizia scolastica ed ex dirigente dell’Ufficio scolastico di Ravenna, è fiduciosa: «Tutto quello che si poteva fare per iniziare l’anno scolastico in sicurezza è stato fatto. Utilizzando in parte risorse ministeriali e in parte risorse europee, abbiamo messo 900mila euro per tutti gli adeguamenti del caso negli istituti secondari di secondo grado, dopo precisi sopralluoghi e incontri con i dirigenti scolastici che hanno fatto in modo che tutta l’estate si sia lavorato duro: sono stati abbattuti o spostati tramezzi, sono stati ampliati ambienti, si è lavorato su impianti elettrici e laboratori, così come sono state aperte quasi tutte le porte delle scuole per avere più entrate e più uscite e sono stati rimessi in sesto i vialetti dei cortili per garantire percorsi nuovi, visto che non si passerà più tutti, come gli altri anni, dalle porte principali. In molti plessi sono stati inseriti nuovi impianti di videocitofonia e magneti sulle porte anti-panico per facilitare il passaggio. Chiaro, ora la palla passa alla responsabilità collettiva e individuale di chi, la scuola, la frequenta ogni giorno». Martinez spera che i ragazzi non si assembrino sui bus, indossino sempre la mascherina, si igienizzino le mani e tengano le distanze: «I loro comportamenti faranno senz’altro la differenza. Dopo aver visto un aumento di contagi tra i giovani durante l’estate, soprattutto per via delle discoteche, delle feste e delle vacanze, abbiamo capito che la tutela della salute di se stessi e degli altri è davvero un tema centrale e che riguarda anche e soprattutto le fasce d’età più basse. Le regole sono semplici e poche, basta seguirle. Noi ovviamente, sulle distanze, ci abbiamo lavorato. Nei casi in cui tutti gli studenti di una classe non riescano, a causa delle misure degli ambienti, a restare tutti nella stessa aula nello stesso momento, un gruppetto di loro, a turno, verrà mandato in un’altra stanza e si collegherà via computer con la lezione. Non sarà certo paragonabile alla didattica a distanza: essendo a scuola, infatti, tutti i ragazzi disporranno della stessa velocità di connessione. Quando vano lezione a casa, invece, anche se dotati tutti di dispositivi hanno vissuto sulla propria pelle la differenza tra chi vive in una zona piuttosto che in un’altra. Nel caso in cui qualcuno sarà assente, in ogni caso, i ragazzi “in esubero” potranno rientrare in classe. Chiaramente, da questo sistema, saranno esclusi gli studenti con disabilità e con disturbi specifici dell’apprendimento». Insomma, per Martinez è tutto, o quasi, pronto: «Chiaramente da qui a mettere la mano sul fuoco sul fatto che la scuola continuerà in presenza fino a giugno, ne passa».
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-romagna-scuola-provincia-di-ravenna-parla-martinez-aspazi-pia1-ampi-e-regole-ragazzi-siate-responsabiliaa-n25691 002
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione