settesere it notizie-romagna-ravenna-sostegno-a-meta.-una-mamma-innamoratevi-dei-nostri-ragazzi-n26021 001

Ravenna, sostegno a metà. Una mamma: "Innamoratevi dei nostri ragazzi"

Romagna | 11 Ottobre 2020 Mamma Mia!
Silvia Manzani
In tanti anni di scuola il figlio di M.B., ravennate, ha avuto la continuità sul sostegno solo per gli ultimi due anni delle elementari. Per il resto, ogni volta che arriva settembre si riapre il balletto delle cattedre. Stessa cosa quest’anno, in seconda superiore: «Devo ritenermi fortunata sul fronte dell’educatrice di cooperativa, che quest’anno copre undici ore e che segue mio figlio dalla prima media. Ma sul resto, apriti cielo». I problemi, nell’istituto superiore frequentato dal figlio di Monica, sono sostanzialmente due: «Da un lato c’è il discorso della copertura: l’insegnante di sostegno fa dieci ore, dunque ne restano scoperte altre undici. Per sei ore settimanali la classe di mio figlio segue la lezioni a casa, tramite la didattica a distanza, versante sul quale il sostegno non ha alcuna efficacia, nel nostro caso. Ecco perché io e mio marito ci alterniamo nel prendere un giorno di permesso al lavoro». 
L’altro problema riguarda lo scarso lavoro di squadra che Monica lamenta: «Spesso gli insegnanti di sostegno non entrano in empatia con i nostri figli, quando invece, per fare un buon lavoro se ne dovrebbero innamorare. Io sono convinta che mio figlio, che ha i suoi problemi ovviamente, debba comunque fare la sua parte, impegnandosi, così come io e suo padre ce la mettiamo tutta, anche economicamente, perché abbia tutto l’aiuto di cui necessita. Ma quando vedo, come quest’anno, scarsa collaborazione da chi è chiamato a fare sostegno, mi cascano le braccia». Il rischio che Monica paventa è che il suo ragazzo regredisca, invece di andare avanti: «Per carità, nelle scuole ci sono casi ben più gravi di quello di mio figlio, che comunque ha grandissimi margini di autonomia. Ma ci si sente lasciati soli, abbandonati. Noi non abbiamo nemmeno l’aiuto della Neuropsichiatria infantile, a volte la battaglia è durissima».
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-romagna-ravenna-sostegno-a-meta.-una-mamma-innamoratevi-dei-nostri-ragazzi-n26021 002
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione