Vai a https://www.regione.emilia-romagna.it/ucraina
Vai a  https://www.agriturismo.emilia-romagna.it/

Ravenna, l’assessore Costantini: «Crociere, un anno di prova, bisogna organizzarsi bene»

Romagna | 20 Giugno 2022 Cronaca
Elena Nencini
Città d’arte e lidi stanno riscuotendo un buon andamento per quello che riguarda il turismo, a partire da Pasqua in un crescendo, con l’allentarsi delle normative anti-covid. I turisti italiani stanno riscoprendo la Romagna e le città d’arte, come spiega l’assessore al Turismo Giacomo Costantini, mentre manca ancora un coordinamento con il mondo crocieristico. 
Costantini, è ripartito il turismo in città e sui lìdi?
«Si, siamo tornati a livelli pre-pandemia sia per arrivi e presenze, guardando i dati aggiornati a fine aprile ed aspettando quelli di maggio, siamo sugli stessi livelli. Nel 2019 avevamo avuto un ulteriore record degli arrivi sulla città d’arte che negli ultimi anni è cresciuta molto, mentre un livello alto, ma stanziale e continuativo, è quello sui lidi. Per quest’anno in particolare, la città è ripartita più velocemente già a fine marzo ed aprile, non solo grazie ai flussi delle crociere, ma anche per un ritorno delle gite e dei viaggi organizzati, di pulmann e di gruppi che si sono mossi all’interno della città e che ci auguriamo abbiano anche pernottato. I dati sono positivi, anche grazie ad eventi come gli European Maritime day che hanno portato un flusso di oltre 1000 persone, rimaste sul nostro territorio una media di tre notti. Andando verso l’estate stanno crescendo i lidi, partiti un po’ più sottovoce. Siamo ottimisti». 
Tornano gli italiani in città e per quello che riguarda il mercato straniero?
«Ci sono alcuni mercati stranieri che sono fermi, come quello dell’est Europa, e naturalmente Russia e Polonia completamente inesistenti, ma erano mercati – in particolare quello russo - che non erano presenti verso la nostra città. Il mercato polacco invece stava crescendo molto ed ha avuto uno stop importante. Siamo migliorati molto negli anni, abbiamo riportato sui lidi di  Ravenna un turismo nazionale che spero continui a premiar località che hanno lavorato negli anni sull’offerta di esperienze, relax, attività sportive e intrattenimenti in un contesto ambientale eccezionale. Le pialasse, le pinete che abbiamo alle spalle delle nostre spiagge sono uno asset strategico ricercati nelle destinazioni contemporanee». 
Come stanno andando le crociere?
«C’è un impatto che stiamo imparando a conoscere. Le crociere ci avevano preavvisato di un calendario ancora non definitivo a marzo, anche se eravamo abituati ad averlo già dall’inizio dell’anno, se non addirittura dalla fine del precedente. Significa essere sempre di rincorsa sulla programmazione turistica: a quello di marzo si sono ulteriormente aggiunte delle toccate, delle partenze, degli attracchi, visto che Venezia ha chiuso la programmazione lasciando fuori alcune crociere che hanno deciso di venire verso Ravenna. Un anno di prova, ma anche provante dove stiamo imparando a conoscere questo mercato. Ci siamo resi conto che molti prenotano già qualche giorno prima dell’imbarco per vivere appieno Ravenna. Dobbiamo imparare a seconda della compagnia di crociera quale è la tipologia di nave, che tipo di pubblico abbiamo, che servizi dobbiamo offrire, sempre in sinergia con l’impresa privata, con chi il turismo lo fa e lo costruisce quotidianamente». 
Che progetti portate avanti?
«Si susseguono i tavoli di coordinamento sulla logistica o sulla capacità attrattiva della nostra città: stiamo programmando in particolare con Royal Caribbean e Ravenna Cruises terminal, in vista di settembre, quando ci sarà un’importante fiera sul mondo crocieristico a livello europeo. Vorremmo proporre una serie di visite e di tour alla nostra città offerti alle compagnie croceristiche e ai tour operator specializzati. Stiamo lavorando anche con la Regione e in collaborazione con i concessionari del terminal per spostare la logistica dagli aeroporti di Venezia e del Veneto a quelli della Romagna. Dobbiamo organizzarci al meglio sia con la logistica che con il mondo del ricettivo».
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy (Preferenze Cookie)
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-romagna-ravenna-laassessore-costantini-acrociere-un-anno-di-prova-bisogna-organizzarsi-benea-n34406 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione