settesere it notizie-romagna-ravenna-abdoulaye-ail-ramadan-aiuta-a-essere-persone-miglioria-n29036 001
Vai a https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/
Vai a https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/

Ravenna, Abdoulaye: «Il Ramadan aiuta a essere persone migliori»

Romagna | 03 Maggio 2021 Mappamondo
ravenna-abdoulaye-il-ramadan-aiuta-a-essere-persone-migliori
«Il Ramadan non è solo un modo per venerare Allah e rispettare uno degli obblighi della fede musulmana: è anche un esercizio di vita, un modo per darsi una disciplina, riuscire a stare sul presente, darsi degli obiettivi, lavorare su se stessi, sacrificarsi. In questo senso, io i vantaggi li sento tutto l’anno, non solo durante il mese del digiuno». Abdoulaye Koina, 29 anni, originario del Mali e studente, a Ravenna, del master in lingua inglese in «International cooperation on human rights and intercultural heritage», racconta che cosa significa vivere il periodo tra aprile e maggio, considerato sacro per chi è di religione islamica: «Io il Ramadan lo faccio da quando avevo sette o otto anni, anche se devo ammettere che con i bambini si chiude un occhio, non sempre si aspetta il calare del sole per rompere il digiuno e mangiare. Oggi ovviamente sono molto serio, per me è un momento importante, con un senso preciso. Ogni giorno, a seconda del tramonto, l’orario al quale si può iniziare a bere e mangiare cambia di qualche minuto, spostandosi in avanti». Da quel momento, ogni musulmano si organizza un po’ come crede: «Io, dopo l’ultima preghiera della sera, in genere mangio datteri, riso e zuppa di verdure, a volte anche carne. Quando vado a dormire, punto la sveglia per le tre ma quando mi alzo mi limito a mangiare pane e latte per non appesantirmi e per non rischiare che il corpo, a furia di mettere dentro cibo, mi chieda sempre di più. Capita, infatti, che più mangi più mangeresti. Ma poi la digestione ne risente. Così come i chili, che spesso alla fine del Ramadan sono aumentati». Dopo la preghiera delle 4 e mezza di mattina, Abdoulaye torna a dormire: «A seconda della luna, il Ramadan può durare 29 o 30 giorni. A me aiuta senza dubbio a essere una persona migliore». Per quanto riguarda la gente Abdoulaye, che è in Italia dal luglio del 2019, non ha mai avvertito pregiudizi: «Sicuramente questa storia del digiuno incuriosisce, anche perché molti non sanno di che cosa si tratti. Ma, forse protetto dagli ambienti internazionali che grazie all’università frequento, non ho mai sentito, intorno a me, commenti negativi». (s.manz.)
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy (Preferenze Cookie)
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-romagna-ravenna-abdoulaye-ail-ramadan-aiuta-a-essere-persone-miglioria-n29036 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione