Prematurità, porte aperte in Neonatologia a Ravenna

Romagna | 11 Novembre 2019 Mamma Mia!
Silvia Manzani
Un intero fine settimana per celebrare il «World Prematurity Day», la giornata dedicata ai bambini nati prematuri. Lo hanno organizzato, il 16 e il 17 novembre, le associazioni che collaborano con la Pediatria e la Neonatologia dell’ospedale «Santa Maria delle Croci» con il patrocinio del Comune e il sostegno della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. Un’occasione per far conoscere la Terapia intensiva neonatale dell’ospedale e parlare del progetto sperimentale di counselling psicologico per i genitori che partirà nelle prossime settimane grazie all’associazione «Dalla parte dei minori», che dopo le dimissioni dei piccoli nati pretermine continuerà a seguire e monitorare le famiglie, spesso segnate da vissuti di sofferenza importanti.

«IL RUOLO DEL VOLONTARIATO»
«A volte - spiega Giovanna Piaia, presidente dell’associazione «Dalla parte dei minori» - il sistema dei servizi pubblici, per motivi di organizzazione e risorse, ha delle carenze che associazioni come la nostra, che si pongono nell’intersezione tra sociale e sanitario, vanno a colmare. Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna sta finanziando il nostro progetto di sostegno psicologico alle famiglie dei bimbi prematuri dopo le dimissioni, che speriamo possa superare la sperimentazione e diventare qualcosa di stabile». L’associazione, per quanto non così ampia, è formata da professionisti dalla competenze più svariate in ambito infantile: «Psicologi psicoterapeuti, pediatri, medici di igiene pubblica, educatori, insegnanti che si sono messi a disposizione in un campo delicato come quello dei bisogni delle persone minorenni. Certo, non è facile accreditarsi, ottenere fiducia: c’è tutto un lavoro preliminare, ogni volta, per proporsi come soggetti volontari ma che hanno l’obiettivo di svolgere una funzione pubblica. Stiamo lavorando molto anche sul tema dei maltrattamenti e della violenza assistita, sempre con questi criteri e queste modalità».

CUFFIETTE E COPERTINE
E tra le associazioni coinvolte ci sarà anche «Cuore di Maglia», che in tutta Italia confezioni corredini mignon per i prematuri ricoverati e che a Ravenna conta circa quaranta volontari, che ogni martedì si ritrovano allo Chalet dei Giardini Pubblici: «Abbiamo gruppi attivi anche a Faenza e Lugo - spiega Valeria Vallesani, delegata per Ravenna -mentre fatichiamo a far partire la stessa esperienza a Forlì e Rimini, per le quali forniamo di capi le rispettive Terapie intensive neonatali, in aggiunta ovviamente a quella di Ravenna». A dare ancora più vigore alla realizzazione di cuffiette, copertine, golfini e scarpini - tutti in pura lana vergine, cotone o cachemire - è la partecipazione, durante l’estate, delle cosiddette «magliette gialle», gli adolescenti che partecipano a «Lavori in Comune». Non solo: il 9 novembre sono in partenza i corsi a Casa Vignuzzi: «Speriamo di poter avere sempre più volontari, i prematuri sono in aumento e il nostro apporto è considerato prezioso. Alcuni oggetti, come il sacco nanna, ci sono stati richiesti dagli stessi medici. In base alle esigenze, siamo solite introdurre e inventarci nuove cose».

IL PROGRAMMA
Il «World Prematurity Day» inizia sabato 16 novembre alle 16 al Centro sociale Bosco Baronio di via Meucci 23 a Ravenna. Le giornaliste Silvia Manzani e Barbara Gnisci intervistano l’équipe di Neonatologia e Terapia intensiva neonatale dell’ospedale ma anche le psicologhe psicoterapeute dell’associazione «Dalla parte dei minori» Valentina Monti, Elisa Resta, Nedda Peppi, Barbara Didoni. Seguiranno un incontro musicale con le musicoterapeute Mara Luzietti e Jenny Burnazzi e le letture delle volontarie di  Nati per Leggere. Il gruppo clown della Croce  Rossa porterà sorrisi contagiosi e il Centro per le famiglie organizzerà uno spazio gioco. Domenica 17 novembre alle 10 la cittadinanza è attesa davanti all’ingresso vecchio dell’ospedale (via Missiroli), dove sarà illustrato l’apporto del volontariato alla prematurità. Gli operatori di Pediatria e Neonatologia incontreranno le persone interessate nei reparti per divulgare la «Carta dei diritti del bambino prematuro». Per l’intera giornata sarà possibile visitare la Tin, aperta e allestita a festa per l’evento. Presenti anche Agebo, «Il Mosaico», «La Ruota Magica», «Parole Nuove». Luci viola si accenderanno sul Mar di via Di Roma 13.
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione