Ousmane e Modibo: "Con Agevolando, a Lido Adriano, diventiamo grandi"

Romagna | 03 Dicembre 2019 Cronaca
ousmane-e-modibo-quotcon-agevolando-a-lido-adriano-diventiamo-grandiquot
Hanno superato entrambi il deserto, sono passati per la Libia e poi hanno attraversato il Mediterraneo, sbarcando in Sicilia. Viaggi lunghissimi e che il cui ricordo ancora aleggia negli occhi di Ousmane Barry e Modibo Diarra, 21 e 20 anni, il primo del Gambia e il secondo del Mali, entrambi con lo status di rifugiato. I due giovani, oltre a condividere esperienze migratorie simili, sono anche conviventi: l’associazione Agevolando ha infatti dato loro la possibilità di usufruire di un appartamento a Lido Adriano, dove abitano da circa un anno con una ragazza italiana e due neomaggiorenni della Nigeria e dell’Albania. «Sono arrivato in Italia il 18 gennaio del 2015 - racconta Ousmane - e dopo Lampedusa, sono stato trasferito ad Agrigento, dove sono rimasto fino alla maggior età. Poi sono stato trasferito a Ravenna, dove sono entrato nello Sprar. Così ho conosciuto anche Agevolando, per cui ho iniziato a fare volontariato, in particolare per aiutare i ragazzi nella compilazione dei curricula e nella ricerca del lavoro. Dopodiché, una volta uscito dal progetto, sono rimasto al suo interno come mediatore culturale». Oggi Ousmane lavora come operaio al porto, anche se presto inizierà un corso per saldo-carpentiere alla scuola Pescarini di Ravenna: «Mi sono sempre dato da fare per migliorare la mia vita, non sono uno che quando ha tempo sta in giro o si mette a dormire. Agevolando mi sta dando una grossa opportunità, quella di avere una casa pagando pochissimo. Ma io non vedo l’ora di avere la mia autonomia e di potermi permettere un appartamento tutto per me dove iniziare una nuova vita. Per il momento mi muovo con un motorino, faccio i turni e assisto, purtroppo, ai tanti episodi di razzismo del mio ambiente lavorativo. C’è chi riesce a passarci sopra, io invece soffro moltissimo».
E sta vivendo un momento di passaggio anche Modibo, in Italia dal 2014: «Ero un ragazzino quando sono arrivato, sono rimasto tre anni in una comunità per minori a Ravenna, studiando come idraulico alla Pescarini. Quando sono uscito, sono entrato per sei mesi nello Sprar, dove oggi faccio l’operatore notturno nella struttura per minori vicina alla stazione. La casa in cui vivo a Lido Adriano l’ho sistemata anche io insieme a Ousmane, sono felice che mi sia stata data questa possibilità: qui si sta bene ed è un po’ come avere una famiglia. Sono consapevole che presto dovrò uscire e che questa è soltanto una parentesi. Ma è davvero un regalo grande in vista dell’autonomia». Dopo la stagione estiva in uno stabilimento balneare a pochi passi da casa, oggi Modibo è in cerca di una nuova occupazione a tempo pieno: «Pensavo fosse più facile trovare da lavorare come idraulico, non è così. Quando hai la pelle nera, poi, le cose di complicano: la gente pensa che siamo tutti uguali solo perché siamo dello stesso colore. Ma anche tra chi viene dall’Africa, così come tra i bianchi, ogni persona e ogni storia è a sé». (s.manz.)
 
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione