Obesità infantile in aumento, i medici corrono ai ripari

Romagna | 25 Febbraio 2017 Cronaca
Aumenta, in Emilia-Romagna, l’obesità infantile. L’ultimo osservatorio di «Okkio alla Salute» ha registrato nel 2014 (a breve si avranno i nuovi risultati biennali) come poco meno del 21% dei bambini di otto-nove anni sia in sovrappeso e quasi l’8% obeso. Nel 2012 gli obesi erano il 5,9%, contro il 22,1% dei sovrappeso. Ad aggravare il fenomeno, la percezione spesso distorta dei genitori rispetto alle abitudini alimentari e sportive dei figli: il 66% della madri di bambini in eccesso ponderale ritiene che il proprio figlio assuma cibo in quantità scarsa o corretta, mentre tra quelle di bambini classificati come non attivi il 60% ritiene che i propri figli svolgano un livello di attività fisica sufficiente e il 9% elevato.
RAVENNA, L’AUSL IN CAMPO
E lo sa bene Gianluigi Sella, medico dello sport dell’Ausl di Ravenna, coordinatore del percorso lanciato ufficialmente all’inizio del 2016 per seguire quei bambini con diversi o troppi chili di troppo i cui pediatri non riescono, di fatto, a risolvere le cose. I pazienti che, a livello provinciale, hanno aderito fino a oggi, sono 53, quasi tutti nella fascia 6-14 anni: «Il neo principale – spiega il dottore – riguarda la mancanza, nella nostra équipe multidisciplinare, della figura dello psicologo, che in queste situazioni è spesso fondamentali: dietro alcuni casi ci sono infatti problemi familiari, se non veri e propri disturbi alimentari. Continueremo a chiedere alla Neuropsichiatria infantile di inviarci personale e speriamo anche di smaltire la lista d’attesa, che vede circa 15 bambini». È però ancora presto per parlare di risultati, anche se qualche segnale c’è: «La collaborazione e le abitudini delle famiglie fanno la differenza: se tutti si mettono in gioco, è più che facile che i miglioramenti si vedano. Quando tutto questo non c’è, assistiamo a veri e propri flop. Prima del progetto istituzionale vero e proprio avevamo dato in dotazione a un gruppo di bambini, e spesso anche ai loro genitori, un accelerometro da attaccare alla cintura, programmabile, per misurare l’attività fisica svolta e la sua intensità. Uno strumento che ci ha fatto notare come accanto a bambini molto sedentari, ci siano adulti altrettanto sedentari».
A FAENZA C’E’ «BATMAN»
A Faenza è stata una farmacista, Annamaria Acquaviva, a lanciare nell’aprile del 2015, insieme all’Istituto oncologico romagnolo, il progetto «Batman – Bambini a tavola», proposto a trenta bambini tra i tre e i dieci anni sovrappeso o obesi provenienti per lo più da Ravenna, Bologna, Faenza: «Dopo una visita gratuita, ho proposto loro di partecipare a un gioco virtuale e non a suon di video, contest di ricette e assaggi. L’obiettivo è stato quello di cambiare il loro stile di vita. Affianco, abbiamo condotto una campagna di sensibilizzazione sul web per promuovere la salute e prevenire sovrappeso e obesità. I risultati, disponibili tra un mese, ci diranno se il modo di mangiare, nelle famiglie che hanno partecipato, è cambiato oppure no». Lo studio, che avrà valenza scientifica, è patrocinato dall’Associazione nazionale dietisti. (Silvia Manzani)
 
 
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione