Motociclismo, il "totomondiale": i sogni e il borsino dei nostri piloti dalla MotoGp al Civ aspettando le gare

Romagna | 08 Febbraio 2019 Sport
motociclismo-il-atotomondialea-i-sogni-e-il-borsino-dei-nostri-piloti-dalla-motogp-al-civ-aspettando-le-gare
Massimiliano Regazzi
Il torpore invernale sta per esaurirsi e il motociclismo si (ri)mette in moto. Doverosa, dunque, una prima carrellata su cosa succederà e su quello che è appena successo. Con una certezza: non ci addormenteremo davanti al televisore per la noia mentre alcune caselle sono ancora da completare nelle competizioni nazionali.
MOTOGP
Una volta il motociclismo era uno sport vietato ai deboli di cuore, adesso può diventare uno sport vietato ai deboli di colesterolo. La presentazione MotoGp  del team Ducati con Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci è stata infatti all’insegna del «volemose bene» dopo le tante polemiche con Jorge Lorenzo. Dovizioso ha letteralmente preso in mano la situazione, tanto che Petrucci di fatto si è trasferito a Forlì per stare vicino al suo caposquadra. La questione è che di tanta dolcezza il motociclismo non è mai vissuto ed onestamente la messa inscena della presentazione Ducati ci è parsa eccessiva. A livello di dichiarazioni, le balle stanno in poco posto: se Andrea Dovizioso non vincerà il mondiale, sarà solo una sconfitta. Quando scriviamo, si stanno consumando le prime prove dell’anno e la moto della casa bolognese è la più seguita: quotazioni alte ma stabili, se non si vince il mondiale per Ducati sarà sconfitta. Sul versante del Team Gresini-Aprilia si attende le presentazione, ma sicuramente la casa veneta quest’anno ce la metterà tutta, come ha già dimostrato l’ingaggio del manager Massimo Rivola e qualche buono spunto in questi test di Sepang. Il team Gresini, lo ricordiamo, sarà anche impegnato in Moto3, Moto2 e nel nuovo campionato delle moto elettriche oltre al tricolore come leggerete più avanti: per Aprilia sarà l’anno della verità con la speranza che Andrea Iannone non sconvolga gli equilibri. Per il Team Gresini un altro anno davvero pieno.
SUPERBIKE E SUPERSPORT 
Sono già finiti i primi veri test per Marco Melandri con la Yamaha GRT in un Mondiale che presenta davvero una curiosità a livello di entry list dei piloti fissi di campionato, ovvero la presenza di piloti italiani solo romagnoli, come dimostrano gli inserimenti del santarcangiolese Michael Ruben Rinaldi e del riminese Alessandro Delbianco (tesserato tra l’altro al motoclub Conselice). Le premesse sono buone, i primi test lo sono stati molto meno, a dire il vero, ma comunque la si veda Melandri è ancora uomo-campionato, riesce a trovare i veri problemi alla moto (poi succede che altri li risolvano…) ed ha ancora tanti fans. Come abbiamo già scritto nelle settimane scorse, dopo un fine 2018 così, si sarebbero salvati in pochi: Melandri non ha certo ansie da prestazione nell’anno della rinascita della Superbike. In Supersport ritorno (quasi) alle origini per Federico Caricasulo (anch’egli presente ai test di  Jerez dove si è rivelato il più forte della classe) che, dopo l’esperienza in GRT, ritorna nel team ravennate  Evan Bros come compagno della svizzero Randy Krummenacher, sempre alla guida della Yamaha R6 con il supporto di Yamaha Moto Europe. Non c’è molto da aggiungere, la stagione 2018 è andata bene ma non benissimo: qui non c’è solo voglia di rivincita ma forse di vendetta per il mondiale non arrivato. Anche Ayrton Badovini - altro pilota presente a Jerez - guarda al 2019 con fiducia. Per lui la Kawasaki del Team Pedercini è una garanzia, considerando il blasone del team che si sta anche rafforzando, e c’è molta attesa per le sue prestazioni: anno importante, deve far dimenticare il feeling mancato con la MV del 2018.
300 SUPERSPORT
Una classe in crescita, fin troppo, che cerca una sua dimensione ma che per la prima volta varcherà i confini europei con la prova finale in Qatar. Dopo una stagione 2018 non del tutto positiva, il fusignanese Omar Bonoli si appresta ad affrontare il Mondiale con la Yamaha del team Trasimeno, squadra con cui aveva già gareggiato lo scorso anno: stagione della verità, ma in questa classe conta davvero tanto la moto. Sempre nella 300 scenderà in pista il team Terre e Moto con il cileno Benjiamin Molina e il polacco Daniele Blin in sella alle Yamaha. La squadra guidata dalla forte manager faentina Ilaria Cheli ha sempre di più un respiro internazionale e sicuramente i risultati arriveranno, anche se non verrà abbandonata l’attività nazionale.
CIV
Il Motor Bike Expò di metà gennaio, svoltosi a Verona, ha di fatto dato il via al Campionato Italiano Velocità con la presentazione della stagione 2019. Al via, nella Moto3, il team Gresini Junior sarà presente con il figlio d’arte Luca Gresini e quindi Leonardo Taccini e Alessandro Morosi. La cosa interessante è che questo campionato diventerà una specie di sfida mondiale se consideriamo che saranno al via altri importanti junior team con il VR46, Leopard ed Aspar, tenendo anche conto della presenza della TM vincitrice lo scorso anno. Da segnalare, nelle altre classi, la presenza di Andrea Mantovani (Motoclub Conselice) nella Superbike tricolore in sella alla BMW supportata ufficialmente del Team Berclaz e la presenza di Michael Canducci, pilota che abbiamo già apprezzato nel mondiale Supersport e che nel 2019 si dedicherà alle serie tricolore sempre della medesima cilindrata:  una sorta di «minimondiale» tutto in Italia ma non perdiamo di vista il fatto che i giovani  si devono divertire a correre.
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.romagnafiere.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Proprietario “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi editoria L. 250/90


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione