Marco Albonetti in concerto a Faenza per i vent’anni del SaxArts

Romagna | 03 Dicembre 2019 Cultura
Federico Savini
«Non c’è una sola ragione alla base dei vent’anni del SaxArts Festival, un tempo lunghissimo per una rassegna del genere. Posso dire che l’abbiamo modellato per gradi e che ha mantenuto grandi consensi negli anni perché fondamentalmente è stato compreso dal pubblico. Evidentemente abbiamo saputo raccontare una storia, fatta di musica e di didattica, ma anche di uno strumento versatile al punto che anche i concerti di repertorio contemporaneo sono sempre affollati». Ed è in effetti quest’ultimo dettaglio, ribadito a tutt’oggi con sorpresa da Marco Albonetti, la dimostrazione del radicamento del SaxArts festival, che il sassofonista e compositore faentino di fama internazionale organizza da due decenni tra Faenza, Russi e Tredozio, e che festeggerà l’ingresso nella terza decade con un concerto in programma mercoledì 4 dicembre alle 21 al teatro Masini di Faenza. «L’abbraccio del Tango» vedrà in scena Albonetti con una quindicina di elementi dell’Orchestra Filarmonica Italiana in una serie di originali adattamenti della musica di Astor Piazzolla. «Sul tango di Piazzolla ho fatto la tesi di dottorato - commenta Albonetti - e dopo l’incontro con l’orchestra, in occasione dell’ultimo Ravenna Festival, abbiamo pensato di omaggiare il centenario della nascita del maestro con questo progetto, la cui incisione dal vivo al Masini diventerà un disco. In Armenia l’abbiamo suonato un mese fa, davanti a 1200 persone! Questo di Faenza sarà un concerto speciale sia perché festeggiamo il SaxArts, perché incideremo ma anche perché grazie al Club Lioness Faenza e al Club Lions Faenza Host raccoglieremo fondi per il progetto “Sano Giusto e con Gusto”, per la sana alimentazione, in collaborazione con l’Istituto Oncologico Romagnolo».
E vent’anni di SaxArts come si raggiungono?
«Con la passione, più di ogni cosa. La mia, nonostante le fatiche, ma anche l’entusiasmo di pubblico e allievi. E’ un festival piccolo nel budget ma grande nella qualità e lo portiamo avanti nonostante i chiari di luna grazie alle amministrazioni pubbliche, ad amici e sostenitori privati, a quella quindicina di famiglie che ospitano gli studenti e sono il nostro cuore pulsante, e agli artisti e i tecnici, che riconoscono il valore e la crescita del festival accettando cachet ridotti. Quando parlo di qualità mi riferisco ad esempio al fatto che due anni fa Brandford Marsalis ha tenuto per noi la sua unica masterclass italiana, e cose così le fai per amicizia».
Quanti studenti sono stati coinvolti in questi anni?
«Secondo me siamo intorno ai 500, da una ventina di paesi e tutti i continenti a parte l’Africa. Una delle ragioni per le quali il SaxArts va avanti è che i miei ex allievi, che ora insegnano nei conservatori, mi mandano i loro allievi, e per me sono tutti nipoti!».
Questa formula concertistica-didattica è una delle peculiarità del SaxArts. L’unica?
«Diciamo che oggi è peculiare il fatto che prosegua, perché negli ultimi anni tanti festival simili hanno chiuso i battenti. Qui a Faenza siamo organizzatissimi e come dicevo posso contare su una specie di “vivaio”. Inoltre da anni esploriamo la città: abbiamo fatto date in Pinacoteca, ai Salesiani, alla Commenda, al Must. Abbiamo una città che si presta molto a queste cose e il pubblico apprezza».
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione