I Solisti Veneti apriranno Erf Winter il 15 ottobre al teatro di Faenza

Romagna | 08 Settembre 2019 Cultura
i-solisti-veneti-apriranno-erf-winter-il-15-ottobre-al-teatro-di-faenza
E’ un coro unanime, quello che porta il vicesindaco di Faenza Massimo Isola, il direttore dell’Emilia Romagna Festival Massimo Mercelli e il maestro Donato DAntonio della scuola Sarti a definire «internazionale» l’ottava edizione di Erf Winter, la stagione di musica classica del teatro Rossini che quest’anno conterà dieci eventi tra il 15 ottobre e il 30 marzo. Dopo un avvio convinto ma pur sempre «sperimentale» - con varie formule e cambi di modalità (ad esempio una stagione molto ravvicinata, quasi da festival) - il progetto per il quale l’amministrazione faentina ha coinvolto l’Erf vede, per il secondo anno di fila, la conferma di un cartellone ricco, lungo tutta la stagione e pieno di nomi internazionali affiancati alla valorizzazione dell’eccellenze territoriali della scuola Sarti (che di fatto cura quattro appuntamenti), dopo un paziente lavoro di ascolto della cittadinanza e «creazione» di un pubblico della classica che in estate può contare sui molti concerti della stagione di «In Tempo».
Partenza col botto, il 15 ottobre, con I Solisti Veneti, autentico monumento del camerismo internazionale attesi al Masini con il maestro concertatore Lucio Degani e un programma dedicato a pagine virtuose di Vivaldi, Verdi e Bazzini. L’11 novembre toccherà a un Michel Dalberto, pianista fra i più grandi della contemporaneità alle prese con Schumann, Beethoven e Ravel. Il 23 novembre, al Mic, l’ensemble d’archi della Sarti, con Marco Farolfi, Paolo Zinzani e l’emergente tenore lughese Claudio Vistoli porterà avanti l’opera di riscoperta e divulgazione contemporanea di compositori faentini come Sarti e Alberti. Il 29 novembre un altro grande pianista suonerà al Masini: si tratta di Ivo Pogorelich, definito «genio» da più voci autorevoli, che interpreterà pagine di Bach, Beethoven, Chopin e Ravel. Il 14 dicembre il concerto di Natale della Sarti avrà come ospite la cantante jazz Patrizia Laquidara in un repertorio dedicato alle musiche popolari novecentesche dagli anni ’30 agli anni ’60.
Il 13 gennaio il primo evento al Ridotto del teatro sarà con un racconto di come la musica folclorica ha influenzato la classica attraverso il concerto del mezzosoprano Hanna Hipp con la pianista Emma Abbate. Sempre al Ridotto (da qui in avanti sede di tutti i concerti), il 29 gennaio l’emergente Quartetto Guadagnini suonerà, col pianista Sandro De Palma, una nuova composizione di Silvia Colasanti e pagine affini di Franck e Mozart. Il 23 febbraio il Duo Alterno darà un saggio di «drammaturgia musicale» da Puccini a Morricone, seguito il 13 marzo dall’intrigante sfida «Mozart vs Rossini», affidata all’ensemble di fiati Il Cantiere dell’Arte. Chiusura di stagione il 30 marzo, fuori abbonamento, con «Il Sogno Romantico», eclettica rassegna musicale affidata alla tromba di Luigi Santo con il piano di Daniela Gentile e dedicata ad Alberto Samorini, che fu benefattore della scuola Sarti.
Anche quest’anno è riproposta la formula «Musica a 1 euro» che permetterà agli studenti delle scuole faentine di incontrare i musicisti e partecipare ai concerti al costo simbolico di un euro.
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione