Faenza, dopo sette anni lo chef Fabrizio Mantovani lascia il ristorante dell’Hotel Vittoria

Romagna | 23 Febbraio 2019 Gusto
Faenza, dopo sette anni lo chef Fabrizio Mantovani lascia il ristorante dell’Hotel Vittoria
Riccardo Isola - Sono passati sette anni da quando, a Faenza, prende vita «FM - sintonizzati con gusto». Una ventata di novità sulle proposte culinarie nella città manfreda a firma dello chef Fabrizio Mantovani che il 28 febbraio appenderà i ferri del mestiere nel laboratorio del gusto di corso Garibaldi. Ma non certo in modo definitivo. Anzi. Nuove sfide si aprono di fronte ad uno degli alfieri della sperimentazione culinaria made in Faenza. «Il ristorante gastronomico FM sarà attivo fino al 28 febbraio, data ultima per poter assaggiare i nostri classici come il risotto riserva San Massimo con calamari, porcini, mazzancolle, polvere di capperi e lime, il sardog, la faraona disossata con caffè tartufo e topinambur, i capelletti con patate violette, porcini e zabaione d’uovo, gli spaghetti Rimini Bangkok, l’arancione totale o il verde al verde»
E poi?
«Da marzo, e per soli 90 giorni, attiveremo un percorso alla carta nella gastronomia tradizionale e quotidiana chiamato Fernet - Il ristorante che non c’è».
Cosa ci si dovrà aspettare in questa parentesi?
«Ci sarà uno chef che cucina senza menù che sarà anche oste, ma senza carta dei vini. Dalle 18 organizzeremo l’aperitivo tra un maraffone e un beccaccino. Prepareremo sette piatti, dei piccoli bocconi, una degustazione di mezzedosi, il tutto accompagnato da vino del territorio ma non solo. E poi il venerdì baccalà, con un produttore di vino e musica dal vivo. Infine la domenica con il pranzo, le partite e un piatto 90° minuto».
Finito Fernet dove potremo trovare il Mantovani chef?
«Da luglio curerò un’apertura in Francia e al momento non è ancora nota l’ubicazione del ristorante. Stiamo valutando alcune proposte ma abbiamo necessità di rinfrescare i pensieri e capire dove potrà essere percorribile la nostra idea di ristorazione».
Niente più Faenza quindi?
«Assolutamente no. Resteremo a Faenza con Fmarket café che, sotto la mia direzione, sarà guidato da Lisa e dai miei soci Lorenzo Colombo e Tania Zoffoli coadiuvati dai validi collaboratori».
Cosa lascia Mantovani sul territorio?
«Con FM abbiamo trascorso sette anni indimenticabili. Tanta intensità, creatività e una serie infinita di soddisfazioni. Sono stati creati due café, un bistrò, un ristorante gastronomico. Con FM Event abbiamo allestito catering e realizzato feste ed eventi privati. Inoltre è nato un laboratorio creativo che ha dato vita a oggetti di design e curato, grazie alla collaborazione con Tania Zoffoli e Lorenzo Colombo, la partenza di Fmarket cafè. Abbiamo curato le start up di noti brand e concept legati al mondo del food, abbiamo formato tanti ragazzi».
Ora?
«Adesso ci aspetta un momento di ricarica e di nuove analisi, sarà motivo di riflessioni. Sarà motivo per rimettersi sul mercato: una sensazione che a 51 lune fa tornare ragazzo».
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione