Dal Consorzio a Oriolo arrivando a Modigliana e Bassa Romagna la situazione della vendemmia  vede «uve sane, calo quantitativo del 20/30%

Romagna | 19 Settembre 2022 Economia
Riccardo Isola - La vendemmia 2022, a Sud della via Emilia, quella più vocata alla qualità e alla presenza di piccole cantine artigianali, sarà sicuramente caratterizzata da una qualità delle uve omogenea e molto buona ma con cali di resa per ettaro inferiore al 20/30% rispetto alla media storica per questa parte di Romagna. Questo è quanto emerge dal sondaggio che Settesere ha fatto con la produzione, cosiddetta di qualità, quella che si concentra principalmente nella parte pedecollinare e montuosa d’Appennino.  Lo conferma in primis il direttore del Consorzio Vini di Romagna, Filiberto Mazzanti che sottolinea come «dal nostro osservatorio possiamo evidenziare che la vendemmia che si affrontata in questo 2022 è sicuramente caratterizzata da un abbassamento della quantità di uve e quindi di un resa per ettaro che si attesa sui 20/30% rispetto alla media storica. Va però sottolineato che i cambiamenti climatici che stiamo registrando negli ultimi anni forse ci dovrebbero far cambiare il paradigma analitico e quindi l’abaco statistico per la comparazione. Sempre per quanto riguarda la cosiddetta vitivinicoltura d’Appennino - aggiunge Mazzanti - o collinare, quella tradizionalmente vocata all’artigianalità qualitativa e alla non meccanizzazione della vendemmia, dove le basse rese e la qualità del conferimento è un must storico, stiamo infatti parlando del terroir vocato alla Dop per eccellenza della Romagna del vino, il 2022 seppur con basse rese ha prodotto e conferito nelle singole cantine uve assolutamente sane. Adesso la sfida - conclude - sarà la capacità di saper interpretare un’annata difficile e calda da parte dei viticoltori». Stesse considerazioni arrivano più o meno da Mauro Altini. Produttore del territorio faentino legato alla Torre di Oriolo. «Quest’anno - afferma - la vendemmia ha portato a un calo in vigna che si attesta sul 20/25% delle uve. I grappoli sono più scarsi e scarni anche se la qualità comunque rimane alta. Altra questione legata alla stagione, molto calda e siccitosa, è una vendemmia  molto anticipata, parliamo almeno di una decina di giorni rispetto alle stagione passate». Nella parte più alta del territorio romagnolo, nella fattispecie  a Modigliana «in alcuni casi la vendemmia inizia ora - sottolinea l’agronomo ed enologo Francesco Bordini - ma possiamo dire sicuramente che le rese saranno basse. Difficile ancora quantificarle. Altra caratteristica che avranno i vini della vendemmia 2022, a causa della siccità e del caldo prolungato, sarà la forte estrazione ma siamo molto positivi sugli sviluppi post vinificazione». In Bassa Romagna infine Hermes Rusticali, della Tenuta Uccellina evidenzia come «nella stragrande maggioranza dei casi la vendemmia è stata anticipata. Abbiamo notato anche un calo, soprattutto in collina, dove l’irrigazione di sostegno è molto più difficile. Le uve però sono sane, anche se in alcuni casi le ultime piogge qualche danno lo hanno creato, ma possiamo attestare che il 50% in meno di resa, in alcuni casi, lo si è raggiunto. Se il Longanesi (l’uva del Burson per intederci) non ha per ora risentito più di tanto chi invece ha dovuto subire un pesante anticipo di raccolta è l’uva Famoso. Infine possiamo dire bene l’Albana che oltre ad avere grado ha portato in cantina uve sane, qualche difficoltà invece la regsitriamo sul Sangiovese».
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy (Preferenze Cookie)
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-romagna-dal-consorzio-a-oriolo-arrivando-a-modigliana-e-bassa-romagna-la-situazione-della-vendemmiaa-vede-auve-sane-calo-quantitativo-del-2030-n35608 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione