Coronavirus, cala il sipario sugli eventi in provincia di Ravenna

Romagna | 26 Febbraio 2020 Cultura
coronavirus-cala-il-sipario-sugli-eventi-in-provincia-di-ravenna

Con l’ordinanza emessa dalla regione Emilia-Romagna per contrastare il Coronavirus, è noto, fino a domenica 1° marzo gli spettacoli dal vivo salteranno in tutta la regione e, ovviamente, nella nostra provincia, ferma restando, peraltro, la plausibile procrastinazione dell’ordinanza ad altre giornale.

Il primo grande evento a «farne le spese», a Faenza, è stata la finale di Faenza Cabaret, programmata per lunedì 24 con Max Pisu ospite speciale. Un altro intramontabile evento faentino, il Pavone d’Oro, ha visto slittare a data da destinarsi la finalissima, prevista il 29 febbraio al Masini dopo che se non altro le eliminatoria si erano già svolte al teatro San Giuseppe. Stando solo agli eventi maggiori - e in uno scenario di «morìa di eventi» inedito anche per chi si occupa, sui giornali, di segnalare ai lettori le cose pià interessanti da fare nei week-end e alla sera – all’Alighieri di Ravenna salta il doppio spettacolo della compagnia di ballo internazionale di Alonzo King, oltre alla prosa con il grande Franco Branciaroli alle prese con I Miserabili di Victor Hugo (sarà recuperato, molto più difficile che accada per la danza). Spettacoli annullati anche al teatro Rasi e al Binario, a Cotignola, mentre a Conselice non potrà esibirsi Emanuela Aureli e a Russi non arriverà la compagnia del Balletto della Toscana. Saltano, ovviamente, anche i concerti, a partire dalla classica, ma anche il rock del Bronson (i bolognesi Julie’s Haircut) e l’atteso concerto del cantautore Giovanni Truppi al Socjale a Piangipane, ma saltano anche le presentazioni di libri (sempre numerose), le commedie dialettali, le programmazioni di tutte le sale cinematografiche (al momento non si sa nulla di cosa sarà in sala da lunedì, anche perché gli stessi distributori hanno bloccato i loro programmi, con l’intero Nord Italia impossibilitato a recarsi in sala, quindi i film slitteranno tutti) e un’abbondante quarantina di eventi previsti per i Lòm a Merz, che partiranno – ordinanza permettendo – con gli eventi previsti come conclusione i primi di marzo, nella speranza di riproporre in calendario previsto nei primi giorni il prossimo fine settimana.

CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-romagna-coronavirus-cala-il-sipario-sugli-eventi-in-provincia-di-ravenna-n23181 002
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione