Cervia, la Casa delle Aie verrà gestita dalla famiglia Battistini per altri 9 anni

Romagna | 23 Gennaio 2023 Cronaca
Si è conclusa nei giorni scorsi la procedura di assegnazione della Casa delle Aie e l’Amministrazione comunale ha aggiudicato in via definitiva alla ditta Battistini s.r.l. la concessione dell’immobile di proprietà comunale, sito a Cervia in via Aldo Ascione 4. La ditta concessionaria ha offerto il canone pari a 341.941,60 euro all’anno. La durata della concessione è di 9 anni. L’assegnazione è avvenuta attraverso procedura negoziata con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, partendo da una base d’asta di € 280.000. Lo scorso 30 settembre l’Amministrazione Comunale aveva avviato l’indagine di mercato informale per l'acquisizione di manifestazioni di interesse con l’obiettivo di individuare gli operatori economici da invitare alla successiva procedura negoziata. Alla scadenza dell’avviso, il 18 ottobre, aveva presentato manifestazione di interesse la sola ditta Battistini s.r.l., che è quindi stata invitata a partecipare alla gara. Alla gara hanno fatto seguito, da parte del Servizio Contratti, tutte le verifiche ed i controlli prescritti dalla normativa vigente. Dalla concessione dell’immobile sono esclusi il Teatrino e i locali denominati: “Ufficio Soci”, “Sala Consiglio” e “Sala Lettura”, già concessi all’Associazione culturale Casa delle Aie. Si ricorda inoltre che l’immobile è destinato esclusivamente alla ristorazione tipica romagnola e popolare all’interno di un tipico locale tradizionale romagnolo popolare. Il Concessionario è quindi obbligato a gestire il locale nel rispetto delle caratteristiche romagnole popolari. In particolare devono essere salvaguardate le peculiarità romagnole popolari nell’aspetto del locale e nelle modalità di gestione (arredi e allestimenti, uso del dialetto romagnolo, divise del personale di sala); nell’atmosfera, che deve essere caratterizzata da convivialità, cordialità, cortesia, amicizia, calore, colore, canti e folclore della Romagna tradizionale; nella cucina tipica romagnola “popolare”; con l’obbligo inoltre di applicare prezzi “accessibili”, mediamente inferiori a quelli applicati dai locali della medesima specie presenti sul territorio.
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy (Preferenze Cookie)
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-romagna-cervia-la-casa-delle-aie-verra-gestita-dalla-famiglia-battistini-per-altri-9-anni-n37164 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione