Casola, il sindaco Giorgio Sagrini: «Le priorità saranno i servizi ma anche nuovi investimenti»

Romagna | 10 Gennaio 2020 Cronaca
Riccardo Isola - Il sindaco Giorgio Sagrini traccia un primo bilancio dell’attività amministrativa e le sfide per questo 2020 a Casola Valsenio.
A sette mesi dalla sua elezione quale può essere il bilancio fino a oggi?
«Sono stati mesi intensi e impegnativi nei quali abbiamo affrontato problemi, avviato progettazioni e l’esecuzione di alcuni importanti investimenti. Dopo l’abbandono e i problemi provocati dal gestore, grazie all’impegno della coop Nuove Accoglienze si è potuta ripristinare la piena funzionalità della piscina comunale. Abbiamo ottenuto un finanziamento regionale per adeguare e migliorare l’impianto e pubblicheremo a breve il bando per affidarne la gestione. E’ stata completata la ristrutturazione del centro «Giovanni Spadolini». E’ in corso l’intervento di adeguamento sismico del centro per l’infanzia «Lo Scoiattolo», che prevediamo si possa completare entro Pasqua. Inizieranno a giorni i lavori di ristrutturazione e riqualificazione energetica della Biblioteca e i lavori di restauro del Cardello. Malgrado l’allungamento dei tempi di realizzazione, il ponte dei Mulini è completato e si procederà al suo collaudo entro gennaio. Questi 7 mesi, inoltre, hanno visto lo svolgersi di numerosi e importanti eventi di rilievo culturale. A fine dicembre si è svolta la ventunesima edizione di «Serata 900», un evento particolare e originale che anno dopo anno, documenta con immagini e filmati originali la vita sociale e civile della comunità casolana, la storia e la trasformazione dei suoi luoghi».
Che 2020 si appresta ad affrontare e quali i principali obiettivi che si vorrebbero raggiungere?
«Pur nella limitatezza delle risorse, opereremo per corrispondere ai bisogni e alle esigenze della comunità, a partire dal mantenimento degli importanti servizi alla popolazione: servizi scolastici ed educativi, servizi sociali, servizi sanitari. Vogliamo migliorare anche la capacità di fare manutenzione nelle aree e nei beni pubblici anche promuovendo esperienze di cittadinanza attiva. Proseguiremo l’opera di riorganizzazione della raccolta dei rifiuti, per un significativo aumento della raccolta differenziata e per realizzare la tariffa puntuale. Metteremo risorse per la manutenzione della viabilità rurale, promuoveremo il rapporto e la collaborazione con le aziende agricole per coinvolgerle nei lavori di sfalcio delle strade rurali. Nel parcheggio della piscina ricaveremo inoltre un’area di sosta attrezzata per i camper. Nel 2020 opereremo, con il Parco della Vena del Gesso romagnola, la Coop Atlantide, la società di promozione turistica If e la Montana Valle del Senio-Cooperativa per il rafforzamento della gestione del Giardino delle Erbe. Vogliamo candidare ai possibili finanziamenti del Gal, il progetto di restauro della rocca di Monte Battaglia. D’intesa con le associazioni del commercio, in autunno presenteremo alla regione il progetto di manutenzione delle aree, vie e piazze, del centro urbano per accedere ai finanziamenti della Legge Reg. 41 che sarà possibile utilizzare nel 2021; entro febbraio, inoltre, pubblicheremo il bando per l’assegnazione del locale ex Chiesa del Suffragio, in via Matteotti. Con Pro Loco e If avvieremo ogni utile azione per promuovere la conoscenza e la fruizione dei nuovi percorsi escursionistici realizzati dall’associazione I Podisti casolani. Il 2020 sarà l’anno della realizzazione dell’impianto di videosorveglianza a presidio della zona artigianale/industriale e dell’area urbana di Casola. Sarà inoltre l’anno in cui potrà concretizzarsi il progetto di diffusione della banda ultralarga. Più in generale, manterremo alta l’attenzione alle esigenze della nostra zona industriale con l’aggiornamento del piano estrattivo per dare continuità all’attività della cava e allo sviluppo dello stabilimento Saint Gobain. Con la Provincia affronteremo la programmazione degli interventi per mantenere in efficienza le strade Valletta-Zattaglia, Prugno e la 306 Casolana. Da prevedere i tempi, ma insieme alla Provincia e al comune di Riolo Terme sosterremo la priorità della variante di Borgo Rivola».
Tra le priorità di mandato c’è anche la realizzazione del nuovo campo sportivo. A che punto siamo?
«Abbiamo firmato la convenzione con il Coni nazionale che ci permetterà di ricevere il finanziamento di 1 milione di euro, a cui si aggiungono i 300.000 euro che la regione aveva stanziato già nel 2015. Il progetto è depositato in municipio per eventuali osservazioni entro 60 giorni. Nel frattempo è stata avviata la procedura preliminare all’esproprio dei terreni che dovrebbe giungere a conclusione nel prossimo mese di luglio a cui seguirà la gara per l’affidamento dei lavori del primo stralcio per un importo di 1,3 milioni. Saranno realizzati una tribuna scoperta con 96 posti che avrà anche il compito di sostenere il terreno alle spalle, l’area parcheggi per atleti e spettatori, un primo edificio, costruito secondo criteri ambientali, adibito a spogliatoi e magazzini. Questo primo stralcio si prevede che potrà essere completato entro la fine del 2021. Nel frattempo l’amministrazione comunale sarà impegnata a reperire le risorse, circa 350mila euro, per procedere alla realizzazione del secondo stralcio». 
Casola e la Romagna faentina, cosa significa e cosa comporta per il comune più piccolo del territorio, far parte di questo ente? 
«L’abbiamo scritto nel nostro programma. Una strategia di contrasto dell’esodo, del calo demografico, ovvero una strategia che permetta di creare condizioni utili al mantenimento dei servizi e alla qualità dell’azione amministrativa si può realizzare se continuerà a crescere e consolidarsi l’Unione dei Comuni. Una Unione che è lo strumento per gestire servizi e funzioni amministrative in forma associata nel rispetto e nel mantenimento delle prerogative istituzionali e di responsabilità amministrativa degli organi democraticamente eletti. Sono andate in questo senso le modifiche allo Statuto dell’Unione, approvate dopo un’intensa fase di confronto e approfondimento».
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione