settesere it notizie-romagna-calcio-il-globetrotter-ravennate-minardi-ala-spagna-laindia-e-adesso-il-galles-allaestero-esiste-ancora-la-meritocraziaa-n30211 001
Vai a https://agriturismo.emilia-romagna.it/it
Vai a https://agriturismo.emilia-romagna.it/it

Calcio, il globetrotter ravennate Minardi: «La Spagna, l’India e adesso il Galles: all’estero esiste ancora la meritocrazia»

Romagna | 02 Agosto 2021 Sport
calcio-il-globetrotter-ravennate-minardi-la-spagna-laindia-e-adesso-il-galles-allaestero-esiste-ancora-la-meritocrazia
Christian Minardi è un ex portiere professionista, nato a Ravenna e che in passato ha sfiorato il Faenza quando il club manfredo militava in serie C2. Oggi allena i portieri del Bangor City, Serie B gallese.
Lei è un giramondo, ma come ci è finito un ravennate in Galles? 
«Una casualità. Allenavo in India, ero rientrato a Ravenna per le ferie e fui contatto da un intermediario per un doppio provino, a Malta e a Bangor. In quell’occasione conobbi il nostro presidente, Domenico Serafino, che aveva rilevato la società con debiti milionari. Mi chiese se fossi interessato e io ho subito detto sì perché adoro stare all’estero. È stata una fortuna».
Ci spieghi. 
«Qua abbiamo un allenatore di livello top con un curriculum invidiabile: Hugo Colace ha giocato in Serie A argentina, in Messico, in Francia, in Championship ed è stato capitano dell’Argentina U20 con tantissimi fenomeni. Ho avuto la fortuna di conoscerlo e lavorare anche con il suo assistant coach, Riccardo Pellegrino. Tutti molto competenti e persone splendide».
Non è la sua prima esperienza all’estero?
«Prima in Spagna, in Segunda B, grazie a un direttore con il quale avevo lavorato al Poggibonsi. Rientrato in Italia, sono andato in India per un’esperienza umana straordinaria in una squadra di Serie A che si stava ricostruendo. Ho poi fatto la cavolata di tornare a casa ma fortunatamente è arrivata l’opportunità in Galles che ho colto al volo. Ho fatto tanta gavetta, ma purtroppo in Italia non c’è meritocrazia, va avanti chi ha conoscenze e porta soldi. E poi ho un brutto carattere, non sono diplomatico». 
E così si definisce «un bravo portiere con la testa matta»?
«Nel calcio si preferisce chi sta sempre dalla parte della società senza creare problemi. Ecco, io non ci riesco se le cose non mi stanno bene. E poi tutti chiacchierano e quindi la voce sul mio carattere gira». 
Ravennate ma senza mai indossare la maglia giallorossa?
«È il mio rimpianto più grande, sia da giocatore che da allenatore. Ho fatto la mia carriera anche a buon livello, ma non rinuncerei mai alla chiamata del Ravenna, anche dovesse essere in Terza categoria, cosa che spero non accadrà mai. Andavo in curva da bambino, giallorosso e leone sono per me vita, un sogno che ho e spero possa realizzarsi un giorno».
Il legame con la città è forte?
«Ho perso mio nonno un anno fa, ora ho solo mio fratello Simone e sua figlia, mia nipote, Maria Vittoria che vivono a Solarolo. Loro sono la mia famiglia, io vivo per il calcio e quando questo non c’è penso a loro. Ravenna è sempre nel mio cuore anche se ho perso molte amicizie stando fuori ma conta la qualità, non la quantità. Ora sono dispiaciuto per la situazione difficile del calcio».
Cosa c’è nel suo futuro?
«Siamo in Serie B gallese, una bassa Serie C. Vogliamo vincere il campionato e andare avanti in Coppa. Siamo una società storica che il presidente vuole riportare su. Il mio sogno, insieme a Hugo Colace e Riccardo Pellegrino, è però quello dell’Inghilterra. Ma dipende tutto da noi perché qua c’è meritocrazia».
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy (Preferenze Cookie)
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-romagna-calcio-il-globetrotter-ravennate-minardi-ala-spagna-laindia-e-adesso-il-galles-allaestero-esiste-ancora-la-meritocraziaa-n30211 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione