Calcio C, il faentino Venturi ha dimenticato l'infortunio e sfida il "suo" Ravenna: "Tornare tra i pali sarà doppiamente emozionante"

Romagna | 10 Gennaio 2020 Sport
Lorenzo Pelliconi
Per Giacomo Venturi il 2020 non può che significare ripartenza. Dopo il grave infortunio con conseguente trauma cranico subito in allenamento a luglio a pochi giorni dal suo passaggio alla Reggiana, per il portiere faentino la seconda parte dell’anno è stato un lungo periodo di convalescenza, prima con un periodo di riposo assoluto e poi con un piano di recupero mirato, che lo ha portato ad ottenere finalmente l’idoneità sportiva a metà dicembre e il ritorno in panchina contro il Padova prima di Natale.
Venturi, come si sente?
«Sto bene e sono a piena disposizione della squadra. Da novembre sono tornato ad allenarmi con il preparatore dei portieri, poi successivamente mi sono riaggregato al gruppo. Poco dopo, il 17 dicembre, ho ricevuto finalmente l’idoneità agonistica dal neurochirurgo».
L’estate scorsa è arrivata la chiamata della Reggiana. Ha avuto paura, dopo l’infortunio, di perdere un treno così importante per la sua carriera?
«E’ normale che un po’ di paura ci possa essere stata, però la società, la dirigenza e tutto lo staff mi sono stati molto vicini. La Reggiana in estate mi ha cercato e voluto fortemente. Da parte mia in questo momento c’è la volontà di lavorare tanto e bene per essere pronto quando sarò chiamato in causa».
Il primo impegno dell’anno in campionato le regala la gara più attesa contro il «suo» Ravenna.
«A Ravenna ho vissuto tre anni stupendi, prima con la vittoria nel campionato di D, poi la salvezza in C nel primo anno di gestione del nuovo Ravenna, culminato lo scorso anno con i playoff. Ho bellissimi ricordi sia dal punto di vista sportivo che dal punto di vista umano. Per questo il match contro il Ravenna ha già di per sé un grande significato: arrivando a questo punto lo è ancora di più, sarebbe bello poterlo giocare».
La sua terra è stata poi molto vicina in quest’ultima sua grande sfida.
«Beh, a Faenza ho la mia famiglia e la mia compagna, futura moglie. Per cui è normale per me avere un legame ben stretto. Tutti loro mi sono stati molto vicini in questi mesi ed è anche grazie a loro se sono riuscito a superare questo momento difficile.  Loro in realtà sono ancora un po’ preoccupati per me, ma li ho rassicurati».
Arriviamo infine al capitolo Reggiana. Terzi in classifica con 38 punti, a sette lunghezze dalla capolista Vicenza. Dieci vittorie, otto pareggi e una sola sconfitta, proprio contro i biancorossi. Un bel bottino.
«Il bilancio di questa prima parte di campionato è assolutamente positivo. Vogliamo replicare questa prima parte di stagione, magari anche con qualche vittoria in più. Sicuramente centrare i playoff in una buona posizione, quindi un secondo o terzo posto, darebbe la possibilità di partire in posizione privilegiata».
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione