Calcio, asse Bologna-Ravenna sempre più caldo: dallo stadio Benelli ai futuri scenari societari

Romagna | 13 Febbraio 2020 Sport
calcio-asse-bologna-ravenna-sempre-pia1-caldo-dallo-stadio-benelli-ai-futuri-scenari-societari
Luca Alberto Montanari - Un campionato di serie A per la prima volta al Benelli e non solo. L'ipotesi di poter ammirare da vicino il Bologna, che sta cercando una casa per la stagione 2021-2022 a causa dei lavori allo stadio Renato Dall'Ara, è sempre più concreta e continua a stuzzicare non poco tutte le parti in causa, dalla società felsinea all'amministrazione comunale di Ravenna. Il tavolo tecnico andato in scena mercoledì mattina, con il sindaco De Pascale da una parte (assieme all'assessore regionale Corsini e comunale Fagnani) e l'ad rossoblu Fenucci dall'altra, è stato solo il primo passo concreto e ufficiale di una storia destinata ad arricchirsi di ulteriori capitoli molto interessanti. Perchè, in questa "partita", non ci sarebbe solo il trasferimento per un anno del Bologna al Benelli, ma anche altro, come sottolineato oggi dall'indiscrezione pubblicata dal Corriere Romagna. Il club rossoblu guidato dal facoltoso americano Saputo sarebbe pronto a calare verso Ravenna mirando anche alla società giallorossa, che potrebbe diventare una sorta di "satellite" del Bologna, come accade sempre in C al Bari con il Napoli o al piano superiore con la Salernitana del laziale Lotito. Queste voci trovano conferme, naturalmente senza dichiarazioni ufficiali trattandosi ancora di una fase "esplorativa", dai corridoi di Palazzo Merlato e soprattutto da Bologna, dove nel frattempo sono stati ormai scartati - tornando alla questione-stadio - gli impianti di Modena, Cesena, Ferrara e Reggio Emilia per questioni di ordine pubblico e sovraffollamento. D'altronde sarebbe difficile ipotizzare, da parte di Saputo, un investimento di 8-10 milioni di euro soltanto per adeguare (o in alcuni settori rifare) lo stadio Benelli aalla serie A e per giocarci un campionato "in affitto" prima di tornare al Dall'Ara. Questo sarebbe dunque solo il primo passo di un connubio che al contrario potrebbe comprendere ben altre sinergie, soprattutto a livello societario, destinate a trasformare l'organigramma del club giallorosso.
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione